SuperFoglio: tutte le funzioni già uscite e quelle in arrivo sul mio software scommesse.

Scrivo questo articolo perché a volte mi capita di perdermi: Viviana ed io lavoriamo talmente spesso ai nuovi aggiornamenti  del nostro software scommesse che a volte non ricordo cosa abbiamo già reso pubblico e cosa no.

Devi sapere infatti che esiste un SuperFoglio “parallelo“, che usiamo solo per le prove e per i test.

E prima di far uscire un aggiornamento, lo testiamo li.

Siccome però graficamente sono identici, capita che mi confondo e non ricordo cosa è visibile a tutti e cosa invece lo è solo a me 😀

Con questo articolo punto dunque a fare chiarezza, per me e per tutti, spiegando quali sono le nuove funzionalità già uscite, quali saranno attivate a breve e quali saranno attivate invece nel corso di quest’anno.

Ci siamo resi conto di avere in preventivo già un numero sufficiente di aggiornamenti da coprire le lavorazioni sul nostro software per tutto il 2021!

Dunque, se ti va, guardiamo insieme le novità.

Software scommesse “SuperFoglio”: le novità già online e quelle in arrivo.

Per facilitare l’aggiornamento costante di questo articolo, che da oggi in poi userà come “riepilogo”, ho pensato di dividere le funzionalità del SuperFoglio in tre sezioni:

  • funzionalità già attive
  • funzionalità da attivare a strettissimo giro
  • funzionalità da attivare entro qualche mese

Iniziamo con quelle già attive.

Selezioni Automatiche Automatibet (già attivo)

Da lunedì al venerdì vengono selezionate dall’algoritmo una singola e una multipla da tre eventi.

Il sabato e la domenica vengono selezionate due singole, due multiple da tre eventi, una da cinque e una da dieci eventi.

Le selezioni di Automatibet non vanno intese come schedine copia-incolla, ma come spunto da cui far partire il proprio studio per “ragionare” come l’algoritmo del SuperFoglio.




Potenziali Singole (già attivo)

E’ una funzione recente di cui forse non ho mai parlato.

Sotto la sezione “Odds Secrets” c’è un menù specifico che si chiama “Potenziali” e raccoglie le potenziali singole dei prossimi 3 giorni.

Come per tutti i menu di questa sezione, c’è un’interazione dinamica tra quote e statistiche.

Questo significa che una partita presente in elenco alle 10 del mattino, se le quote cambiano in maniera significativa, potrebbe non essere più presente alle 5 del pomeriggio.

Per questo motivo (vale per le singole ma secondo me è una cognizione da tenere a mente per il betting in generale) è bene cercare di avvicinarsi il più possibile all’inizio del match prima di scommettere.

Questo ci permette di studiare le variazioni delle quote e il loro modo di incastrarsi con le sottofrequenze statistiche: aspetto assolutamente da non sottovalutare.

Il menù “Potenziali” raccoglie dunque tutte le potenziali singole secondo gli algoritmi del SuperFoglio indicando la sua interpretazione del match (Ottimo 1) e la quota dell’esito suggerito (Esito 1 – Quota 1,53).


Allibramento Medio e Allibramento Anomalo (già attivo)

E’ l’ultimissima novità introddotta, argomento sul quale sono già attive altre funzionalità come ad esempio un indicatore luminoso in stile “semaforo” che indichi il grado di “pericolosità” dell’allibramento del match.

C’è inoltre il menù Anomalie che raccoglie in un unico elenco tutte le partite con allibramento anomalo dei prossimi 3 giorni, indicando l’esito dove c’è l’anomalia (1X2), la quota della favorita (1,40) e il differenziale di anomalia tra allibramento medio del campionato e allibramento di quella partita (3,32).

Puoi trovare un articolo su questo argomento cliccando qui.




Allibramento Anomalo – semaforo pericolosità (già attivo)

Il numero che segnala l’allibramento si colora in base al grado di pericolosità dell’allibramento stesso e una freccia dello stesso colore indica se c’è un rialzo o un riabbassamento rispetto al valore medio.

Il semaforo sulla pericolosità è strutturato in questo modo:

  • Verde: lo scarto tra allibramento del match e allibramento medio non supera il valore di 0,50. Totalmente normale, non presenta segnali di pericolo.
  • Giallo: lo scarto ha un valore tra 0,51 e 0,90. Non rientra nelle anomalie, ma è un primo piccolo segnale a cui fare attenzione, magari cercando supporto nelle altre statistiche relative a quell’esito.
  • Arancione: lo scarto ha un valore tra 0,91 e 1,30. L’anomalia comincia ad essere concreta, il match se non è ancora da evitare consiglia quanto meno l’uso di una doppia chance o di un evento più cautelato.
  • Rosso: scarto superiore a 1,31. Anomalia riscontrata in modo reale, match pericoloso o su cui si dovrebbe cercare un esito differente da quello in cui si presenta l’anomalia.


Real Value: le vere quote di valore (già attivo)

Altra funzionalità di cui forse ho parlato troppo poco, ma molto utile a mio parere.

Gli ho anche dedicato un articolo che puoi leggere qui.

In breve: le Real Value sono quelle che io considero le vere quote di valore.

Ossia quote dei bookmakes più alte rispetto alla quota reale allibrata ma con uno “scarto” statistico, non troppo eccessivo, che fa mantenere alla giocata una buona probabilità di riuscita.

Anche per le Real Value, come per altre funzioni, c’è un apposito menù che riepiloga i match adatti per i prossimi 3 giorni.


Comparatore Quote (già attivo)

Utile non solo per capire quale book paga meglio uno degli esiti proposti (1X2, Under-Over 2,5 e Gol/NoGol) ma, attraverso le frecce che si alzano ed abbassano, anche per visualizzare subito le quote che stanno avendo variazioni rilevanti.

Ho scritto un articolo che approfondisce l’argomento sulla variazione delle quote.


Metodo Favorita, Formula 4 e Forbice (già attivi)

Tra le primissime funzionalità introdotte, super efficaci e già testate da moltissimi lettori del blog.

A queste tre metriche è riservato uno spazio sia nell’area riassunto della singola partita (in arancione), che in specifici menù che raccolgono l’elenco dei match riguardanti le singole tecniche.

Sul blog è presente un articolo che spiega in modo più che approfondito ognuna di queste strategie:



Nuove Statistiche e Risultati Esatti (già attivi)

Queste funzionalità riguardano l’ultimo aggiornamento di Dicembre 2020 (spiegato in modo approfondito in questo articolo), riassumo velocemente le nuove statistiche inserite:

  • Over 0.5 Primo Tempo
  • Over 1.5 Primo Tempo
  • Over 0.5 Secondo Tempo
  • Over 4.5 Generale
  • Multigol 1-4
  • Multigol 3-5
  • Risultati Esatti

Ogni esito (ad eccezione dei Risultati Esatti) ha ovviamente anche il proprio menù di ricerca che evidenzia tutte le partite con la percentuale statistica più alta sull’esito stesso.


 




Software scommesse “SuperFoglio”: le novità imminenti, online entro pochi giorni.

In questa sezione vengono inserite le novità ormai prossime all’uscita.

Quelle che, di fatto, stanno ultimando i test nella nostra area di prove e sono praticamente pronte per essere messe online.

Vediamole.

Pagina Extra: statistiche su cartellini e calci d’angolo (a brevissimo)

Altra funzionalità praticamente pronta ad essere messa online, stiamo ultimando alcuni controlli su dei dati che non conteggia correttamente.

Per le statistiche dei calci d’angolo studia le probabilità:

  • Under-Over 8,5
  • Under-Over 9,5
  • Under-Over 10,5
  • Under-Over 11,5

Oltre a fornire i dati sulle singole squadre.

Per le statistiche sui cartellini (gialli e rossi) studia le probabilità:

  • Under-Over 3,5
  • Under-Over 4,5
  • Under-Over 5,5
  • Under-Over 6,5

Oltre a fornire i dati sulle singole squadre.

Conto di vederlo online entro il 20 Marzo.



Software scommesse “SuperFoglio”: le novità per i prossimi mesi.

Arrivati a questo punto non mi resta che presentare le novità su cui abbiamo già ragionato e fatto delle ipotesi, ma che ancora devono essere sviluppate in modo ottimale e che vedranno la luce nei prossimi mesi.

Di alcune ho già parlato, le riepilogo qui sotto:

  • completamento dell’algoritmo sugli storici (intelligenza artificiale con rete neurale dei risultati), interrotto a causa del Covid-19;
  • chat integrata per confrontro tra iscritti;
  • algoritmo su coppe, nazionali e amichevoli;
  • le sequenze, per studiare le interruzioni della serie (segna da.., non vince da.., pareggia da.., ecc);
  • testa a testa tra le squadre;
  • nuove migliorie grafiche per ottimizzare l’user experience degli utenti.

Inoltre, come accaduto fin’ora, continuerò a studiare i bookmakers alla ricerca di quanti più angoli d’attacco mi sia possibile trovare.

Bene, per ora penso sia tutto.

Non mi resta che ricordarti due cose sull’acquisto del software:

  • chi è già iscritto al SuperFoglio riceve ogni aggiornamento in modo totalmente gratuito;
  • al rilascio di ogni “slot” di aggiornamento il prezzo di vendita al pubblico subisce un piccolo aumento.

Per iscriverti CLICCA QUI.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Vincere schedine: le tecniche vincenti di chi usa il SuperFoglio (Raccolta in aggiornamento).

Nell’articolo di oggi voglio condividere con te un metodo per vincere schedine.

Anzi, spero con il tempo che i metodi possano diventare più di uno e questo articolo diventi una vera e propria raccolta gratuita di strategie vincenti.

L’idea mi è venuta quasi per caso.

Ieri pomeriggio Alejandro, uno dei ragazzi che già utilizzano il mio software SuperFoglio, mi ha scritto per mostrarmi le casse del giorno: due ottime quota 4.

Nella mail mi ha anche spiegato per filo e per segno la strategia che ha utilizzato per trovare le partite.

Vedendo la sua spiegazione ho pensato:

se lui è stato così bravo da prendere due quota 4 in un solo giorno, magari questa tecnica può essere utile anche agli altri ragazzi.

E così ecco l’idea: scrivere un articolo per farlo diventare una raccolta gratuita con tutte le sue strategie vincenti di chi usa il SuperFoglio.

Questo significa che l’articolo sarà aggiornato ogni volta che qualcuno avrà voglia di raccontarmi il suo modo di studiare.

Mi rendo conto che come progetto è ambizioso e che ci vorrà un po’ di tempo prima che diventi una vera e propria raccolta, però vale la pena provarci.

In questi anni ho conosciuto molti tipster a cui, non so perché, non piace raccontare i propri “segreti”.

Addirittura ho amici a cui ho chiesto, quando hanno vinto qualche bolletta, di spiegarmi la loro strategia, ma non hanno voluto farlo.

Come se condividere un metodo lo faccia diventare meno efficace.

(L’altra ipotesi è che non non avessero una vera strategia da spiegare.)

Io invece ho basato il progetto Stats4Bets su principi diametralmete opposti:

  • condivisione;
  • tecniche realmente spiegabili e replicabili.

Quindi questo articolo nasce in quell’ottica: chi vorrà condividere la propria strategia e sarà in grado di spiegarne i meccanismi, sarà il benvenuto e verrà pubblicato.

Avrà così modo, oltre che dimostrare la propria competenza, di essere utile a tutta la comunity di chi già usa il SuperFoglio.

Se vuoi mandarmi la tua strategia vincente da inserire in questo articolo puoi farlo alla mail stats4bets@gmail.com

Ci tengo a precisare che questa non è una gara: non mi interessa sapere chi è più bravo.

Io stesso non voglio essere il più bravo, o preoccuparmi di esserlo.

Mi interessa solo creare qualcosa di utile a tutti.

Le gare, le competizioni, la voglia di vantarsi per le schedine la lascio volentieri agli altri.

Condivisione e gratitudine, questo mi interessa.

Per ora quindi partiamo dalla tecnica di Alejandro, che ringrazio davvero di cuore per aver voluto condividerla con tutti noi (e per avermi dato lo spunto per creare questo articolo).

Prima di iniziare faccio un breve riepilogo delle altre tecniche presenti sul blog, e anche una piccola precisazione.

Queste sono tecniche che ho trovato e testato personalmente:

Poi una precisazione.

Attualmente, viste le lavorazione che sto facendo al SuperFoglio, non ho il tempo per testare le strategie che mi arriveranno prima di condividerle.

Solitamente le mie strategie le studio per almeno due/tre mesi prima di condividerle pubblicamente.

In questo caso mi sarebbe impossibile.

Quindi è bene che le tecniche condivise vengano prese come parametri di studio, per fare dei test, prima di approcciarsi a giocate in denaro.

Dico questo non perché non mi fido di Alejandro o degli altri che vorranno scrivermi, ma solo perchè è giusto che chi legge capisca che – come sempre – non esistono tecniche vincenti al 100% ed è sempre opportuno studiare al meglio e fare dei test prima di scommettere.

* Le nuove strategie e tecniche vengono aggiornate e aggiunte via via a fondo pagina *

Federica: non aveva mai scommesso prima, ha iniziato a farlo e a vincere con il SuperFoglio.

In questo video il suo metodo di studio.


La strategia di Alejandro (23-08-2020)

Questo è il messaggio che ho ricevuto da Alejandro ieri.

(Chi vuole condividere il proprio modo di studiare può farlo in modo schematico come ha fatto lui).

Attenzione: nel penultimo punto, quando dice “Se la quota 2 è più bassa del 22%” intendeva in realtà la statistica: se la statistica del 2 indicata dal SuperFoglio è più bassa del 22%.

Facciamo dunque un breve riepilogo:

  • Scala Pura 1X2 del Metodo della Favorita (solo 1X2, non 2×1).
  • Controllo delle % global e post covid (se sono troppo diverse, non va bene)
  • Percentuale del 2 più bassa del 22%: 1X (global)
  • Percentuale del 2 più alta del 22%: 12 (global)
  • Over 1.5 o Under 3.5 in base a quale statistica è superiore al 70% (global)

Aggiornamento: il pre-post-global non esiste più. Valeva solo per campionati interroti causa Civid.

Grazie ad un altro cliente del SuperFoglio (Enrico) abbiamo anche una mini-guida illustrata che puoi scaricare cliccando qui.

Adesso uno potrebbe chiedersi:

funziona davvero, o è stato solo un caso?

I casi sarebbero due in realtà, visto che le schedine vinte sono due.

Onestamente non lo so, perché come detto non ho avuto modo di testarlo.

C’è però chi lo ha fatto.

Gian Marco, che poche ore dopo la tecnica condivisa, mi manda questa email.

I “casi” diventano già 3.

Fortuna?

Boh.. può essere.. oppure no: fai dei test prima di effettuare delle vere giocate 🙂

AGGIORNAMENTO: arrivano altre conferme.. 8 schedine vinte in meno di due giorni, direi che la tecnica sta dando buonissimi risultati!

Bene, per questa prima tecnica direi che è tutto: spero di poterne aggiungere presto delle altre.


Il Metodo Greg: giocate, quote e money management (27-08-2020)

Oggi vi condivido con grande piacere la strategia vincente proposta da Gregorio.

Lui pensa addirittura che sia banale, ma in appena 4 mesi ha generato un utile di 2.400€ (600€ al mese).

Ecco i messaggi di Gregorio.

Come possiamo vedere qui si combina l’uso del SuperFoglio ad una gestione del budget ben delineata, con obiettivi chiari e senza eccessi.

Greg vuole 10 € di utile su ogni progressione, e ne fa due al giorno: quindi 20€ di utile al giorno.

Al mese sono 600 € e in questi suoi primi quattro mese ha generato 2400 € di utile.

La strategia è davvero semplice.

Tramite il “cerca quote” presente nel menu Odds Secrets del SuperFoglio individua le più alte probabilità statistiche per l’esito GOL e per l’esito OVER 2.5 che superino quota 1.60.

Da li studia due progressioni.

Una sul GOL (da cui genera 10€) e una sugli OVER 2.5 (da cui genera altri 10€).

Tutti i giorni.

Tempo di studio?

Nella mail non lo ha scritto ma, ad occhio e croce, per sei partite totali.. io non credo più di 30-40 minuti al giorno.

600€ al mese studiando mezz’ora al giorno.

STREPITOSO!

E lui pensava fosse banale (come ha scritto nella mail) 😀

Tra l’altro l’esempio di Gregorio ci fa capire una cosa fondamentale:

per generare utili importanti, non è necessario puntare a prendere quote alte!

10 € di utile su ogni progressione sono un risultato alla portata di tutti, non serve cercare la quota 80, 90 o 100.

Non servono sbancate.

Occorre costanza (lo fa tutti i giorni), attenzione (seleziona le partite al SuperFoglio individuando 6 partite adatte al suo scopo) e un pò di fortuna (in 4 mesi ha rischiato di non vincere la progressione solo una volta).

Grande Greg!


Metodo “Ingegnerizzato” di Marco (30/08/2020)

La strategia che condivido oggi è di Marco.

Non so se di mestiere fa l’ingegnere, ma il metodo che ha messo in opera si avvicina molto alla mentalità analitica tipica degli ingegneri.

Il fulcro di questo metodo è individuare una quota media, sopra la quale si ha la certezza matematica di generare utile.

Le quote medie da usare come riferimento sono già indicate da Marco (grazie!), così come sono già indicati da lui i parametri per applicarle.

Leggiamo la sua mail.

Tutto chiaro?

Facciamo un esempio, a scanso di equivoci: il primo, sugli Ottimo 1.

Marco gioca (in singola) tutti gli esiti “Ottimo 1” indicati nel menù MindBet con quota superiore a 1,33.

Cosa devo fare per replicare questa strategia?

Semplice:

  • Vado nel menù MindBet del SuperFoglio e mi segno tutte le partite con dicitura Ottimo 1;
  • Sommo tutte le quote dell’esito 1 e le divido per il numero di partite interessate (faccio la media);
  • Se la media è superiore a 1,33 gioco in singola l’esito 1 di tutti i match;
  • Se la media è inferiore a 1,33 gioco in singola l’esito 1 di tutti i match con quota superiore  a 1,33.

Visto che gli “Ottimo 1” hanno un range di vittoria del 75%, con una quota superiore a 1,33 ho la certezza matematica di generare un utile: Marco ne ha ricavato un +38% in appena due mesi.

Fantastico!

Lo stesso principio vale per tutte le altre voci in elenco.

Questo di Marco è sicuramente un metodo che richiede un po’ piu’ di pazienza, ma il profitto è ottimale!


Metodo di Federico: Over 0,5 1HT, Over 1.5 1HT, Over 0,5 2HT (15/09/2020)

Di questa strategia ne abbiamo già parlato durante l’intervista live fatta a Federico qualche giorno fa (puoi guardarla qui).

Oggi la metto per iscritto e approfondisco con un’ulteriore spiegazione ricevuta via mail da Fede.

La strategia si propone di giocare live due esiti + uno bonus:

  • Over 0,5 Primo Tempo (2 varianti)
  • Over 0,5 Secondo Tempo
  • Over 1,5 Primo Tempo (più rischiosa)

Il metodo di Fede è piuttosto semplice da applicare, e ha due varianti sull’Over 0,5 Primo Tempo.

Over 0,5 Primo Tempo: prima variante.

La percentuale dell’1 HT molto più alta di quella del 2 HT, o viceversa (esempio 50% esito 1, 15% esito 2).

La percentuale generale dell’Over 1.5 deve essere inoltre superiore al 72%.

La strategia prevede di entrare live: Federico aspetta che la quota si alzi oltre l’1,80 e poi punta Over 0,5.

Questo significa che, mediamente, i match restano 0-0 fino al 30° minuto e ci si aspetta il gol negli ultimi 15” del primo tempo.

Se non si gioca in live, può essere usata come partita in una multipla a quota più bassa.

Chi vuole alzare ulteriormente il rischio può puntare l’Over 1.5 primo tempo.

In questo caso, personalmente, consiglio di verificare che anche la percentuale dell’Over 2.5 generale sia superiore almeno al 57%.

Over 0,5 Primo Tempo: seconda variante.

Nella seconda variante studiamo sempre la 1X2 primo tempo.

In questo caso la X deve essere non superiore al 20-22%.

Sia l’1 che il 2 devono essere intorno al 30-40%.

Se nella prima variante avevamo una forte favorita, in pratica, qui dobbiamo avere la X come il segno statisticamente meno favorito.

La percentuale generale dell’Over 1.5 è consigliabile sia sempre oltre il 70-72%.

Si entra live nelle stesse modalità della prima variante.

Over 0,5 Secondo Tempo.

Si studia la percentuale di 1X2 (generale, non primo tempo) in combinazione con quella dell’Over 1.5 .

La X deve essere superiore al 45-50%.

L’Over 1.5 superiore, come sempre, al 70%.

In questo caso è molto probabile ci sia almeno un gol nel secondo tempo.

Spero sia tutto chiaro e che le tecniche di Federico ti aiutino ad andare in cassa!

Metodo Primo Tempo: pre-match e live (06/10/2020)

Il buon Federico oggi mi manda un’altra strategia da condividere con i lettori del blog.

La strategia ci permette 3 tipologie di giocate, due pre-match e una live:

  • Esito 1 Primo Tempo
  • Esito 1 / 1 (parziale/finale)
  • Esito Live Over 0,5 primo tempo

Ecco la spiegazione con i relativi screenshoot.

Ecco le statistiche del primo tempo, molto equilibrate, mentre è decisamente invitante quella dell’1 finale (58%).

Anche l’allibramento è molto alto sull’esito 1 finale.

Come è finita?

Neanche a dirlo, anche stavolta Fede ci ha visto giusto e si sono verificati tutti e tre gli esiti:

  • 1 Primo Tempo
  • 1 / 1 Parziale / Finale
  • Over 0,5 Primo Tempo

Super come sempre 🙂


Roberto: segna prima del minuto 30° e prima del minuto 70° (Tecnica LIVE del 18-01-2021).

Quella di Roberto è una strategia per giocare in LIVE che, per quel che posso vedere, usa dei tratti di studio similari a quella di Federico, quindi dovrebbe esserti ancora più semplice metterla in campo.

L’obiettivo è sempre quello di individuare il momento di un gol (non tutti i bookmakers hanno questa tipologia di giocate).

Roberto, per ottenere quote più alte, si concentra sul gol nei primi 30 minuti, quando analizza i dati del primo tempo.

E sul gol prima del 70° minuto quando studia quello della seconda frazione di gioco.

Ecco le sue indicazioni per il gol prima del 30° minuto:

  • Esito 1X2 Primo Tempo favorito per oltre il 45%
  • Esito Over O,5 Primo Tempo oltre il 75%
  • Esito OVER 1.5 e OVER 2.5 oltre il 75% e 55%

Ecco invece quelle per il gol prima del 70° minuto:

  • Esito 1X2 generale favorito per oltre il 50%
  • Esito Over O,5 Secondo Tempo oltre il 75%
  • Esito OVER 1.5 e OVER 2.5 oltre il 75% e 55%

Ecco alcuni screenshoot fatti da Roberto che dovrebbero aiutarti a comprendere ulteriormente il meccanismo, che mi sembra comunque semplice e funzionale.

(Non allego gli screenshoot delle ottime vincite ottenute per evitare problemi col decreto dignità, le trovi nel gruppo telegram gratuito).

Primo match: Dortumund – Mainz (1-1).

 

Secondo match: Slovan Liberec – Bohemiens 1905 (1-1).

 

Terzo match: Sparta Rotterdam – PSV (3-5).

 

Quarto match: Emmen – Vitesse (1-4).

La ricerca di questi match ora è ulteriormente velocizzata dal menu in alto, che comprende (nella sezione SuperStats GOL) i nuovi esiti:

Over 0,5 Primo e Secondo Tempo, Over 1.5 Primo Tempo, Multigol 3-5, Multigol 1-4.

Fammi sapere se deciderai di provarlo!


Mario: NoGol & Under Primo e Secondo Tempo (20-01-2021)

Quella di oggi è una tecnica su due giocate che, personalmente, io non faccio mai:

  • NoGol
  • Under 2.5

Sono letteralmente allergico a questo tipo di giocate 🙂

Mario però mi ha mandato un’impressionante sequenza di vittorie consecutive, interrotte da una sola sconfitta, ed ho pensato potesse essere utile condividerle in questa raccolta.

(Come sempre evito di pubblicare le schedine per non avere problemi con il decreto dignità, puoi però vederle sul canale Telegram gratuito)

Essendo una strategia di giocata più conservativa, questa sul NoGol e sull’Under (primo o secondo tempo, è indifferente) offre quote più basse rispetto a quella sui gol vista poco sopra.

E’ importante sottolineare però che non tutti giocano allo stesso modo: c’è chi cerca quote più alte, affrontando qualche rischio in più.

E chi, come Mario, è un appassionato di Small Wins.

Francamente non credo che ci sia un giusto o uno sbagliato in questo: ognuno deve giocare nel modo che ritiene più adatto e vincente.

Ecco la mail di Mario e la sua strategia:


Come sempre spero che le tecniche ti siano utili e ti facciano vincere!

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Pronostici risultati esatti oggi in Serie A: pazzesco 5 su 8 presi!

Pronostici risultati esatti: oggi il SuperFoglio ha fatto qualcosa di mostruoso.

E’ stato introdotto il pronostico dei risultati esatti nel software da appena due settimane e, essendo una scommessa particolarmente difficile, devo essere onesto: spesso neanche la guardo.

Non la guardo perché non la gioco, semplicemente.

Non cerco mai schedine troppo complicate, quindi quella dei risultati esatti è una giocata che faccio davvero di rado.

Oggi però mi è venuta la curiosità di controllare come stavano andando e, trovandomi a casa per la Befana, ho verificato.

Quello che ho scoperto mi ha quasi emozianato, al punto che mi sono tremate le gambe per un momento.

Il SuperFoglio ha preso 5 risultati esatti su 8 partite.

Ripeto:

CINQUE

RISULTATI ESATTI

SU OTTO!

E’ qualcosa di pazzesco, fantascienza.

Io sarei soddisfatto se ne prendesse già 2 o 3 su 10. Ma 5 su 8 neanche ci volevo credere!

Per mostrarti questi strepitosi pronostici sui risultati esatti ho girato un breve video di neanche 5 minuti:

E visto che c’è sempre, chissà perché, qualche malelingua che cerca di infangare il mio lavoro, so già che qualcuno proverà a dire che li “combinati”, che li ho sistemati dopo.

Fortunatamente per me, però, oltre a lavorare da sempre in modo CRISTALLINO e ONESTO, giro anche spesso tantissimi video.

Nell’ultimo video sulla Serie A (uscito ovviamente prima che tutte le partite si giocassero) si vedono tutte le schermate delle varie partite, e i risultati esatti.

Se hai dubbi che possa star dicendo stupidaggini, puoi guardarlo cliccando qui.

Spero che questa novità dei risultati esatti continui a farci vincere a lungo!

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Il miglior software scommesse calcio che mi fosse possibile creare.

Quando iniziai per la prima volta a pensare al progetto Stats4Bets sognavo di creare il miglior software scommesse calcio che mi fosse possibile.

Un software di betting che aiutasse davvero le persone a studiare, a capire, a migliorare e a vincere le proprie schedine.

Sarò onesto: in cuor mio sento che stiamo andando in quella direzione.

Le recensioni di chi già utilizza il SuperFoglio sono troppe e troppo positive per fare il finto tonto: stiamo andando bene, benissimo anzi.

Questo però non rappresenta un punto di arrivo, ma di partenza.

L’entusiamo di chi lo usa mi spinge, ogni giorno, a cercare nuove strategie per agguantare questo desiderio: realizzare il miglior software scommesse calcio che sia in grado di creare.

In questo articolo voglio dunque presentarti tutte le novità introdotte nell’aggiornamento Natale 2020 e quelle che introdurremo nel 2021.

Il miglior software scommesse calcio che mi è possibile realizzare: tutte le novità già online.

La novità che ha sicuramente fatto maggior rumore è quella che ho sbrigativamente riassunto col nome di schedine automatiche, presenti in Automatibet.

Ma non essendo un amante, ne un promotore, del concetto clicca e vinci, preferisco fare una precisazione a scanso di equivoci.

Non penso che un qualunque software, da solo, possa condurci – nel lungo periodo – a vittorie stabili. Preferisco sempre metterci anche il ragionamento, lo studio, l’analisi che solo con il cervello umano è possibile effettuare: quelle di Automatibet sono selezioni statistiche, utili come base di partenza per il nostro studio.

La selezione statistica riguarda diversi tipi di giocate:

  • dal lunedì al venerdì una singola e una tripla
  • il sabato e la domenica due singole, una doppia, una tripla, una cinquina e una con 10 match.

La partita selezionata secondo l’algoritmo statistico di Stats4Bets offre anche un utile comparatore quote, che informa sulle varie proposte dei principali bookmakers AAMS.

Una seconda novità, anch’essa molto importante per realizzare il miglior software possibile, riguarda la veste grafica.

Abbiamo migliorato la grafica, ottimizzando lo studio di ogni esito, soprattutto da smartphone e tablet.

Qui le novità sono parecchie.

  • Gli esiti sono studiabili per “sezioni“, facilmente raggiungibili con i tasti in alto;
  • E’ stata aggiunta la METRICA che ci segnala se il match presenta condizioni di Formula 4 oppure Forbice nel caso in cui noi non ce ne accorgessimo da soli;
  • E’ stata aggiunta la doppia chance primo tempo;
  • Sono stati aggiunti 3 possibili risultati esatti, elaborati secondo il pronostico statistico e di analisi delle quote;
  • E’ stata predisposta la pagina Extra (disponibile nel 2021) con statistiche su corner, cartellini e rigori.

Anche nella singola partita, per gli esiti 1×2, Under-Over 2.5 e Gol-NoGol è disponibile un comparatore quote assolutmanete spaziale: le frecce che salgono e scendono ci indicano la fluttuazione della quota.

Se ti sembra che le novità siano già parecchie, sappi che siamo appena all’inzio.

Altra news predisposta per il 2021: lo studio dell’allibramento anomalo.

Il SuperFoglio calcolerà l’esatto allibramento medio di ogni specifico campionato, che potremo confrontare con l’allibramento delle singole partite!

Andiamo avanti.

Parlando di novità, se penso al miglior software scommesse calcio, non posso non aspettarmi altri dati.

E infatti..

..abbiamo aggiunto nuove statistiche!

Nello specifico:

  • Over 0.5 Primo Tempo
  • Over 1.5 Primo Tempo
  • Over 0.5 Secondo Tempo
  • Over 4.5 Generale

Finito?

Non ancora.

Abbiamo cercato di migliorare e arricchire anche la pagina dei Multigol.

Ecco quindi:

  • Multigol 1-4
  • Multigol 3-5

Il miglior software scommesse calcio che mi è possibile realizzare: i primi pareri degli utenti.

Tutto molto bello..

ma cosa ne pensano gli altri?

Ecco un paio delle primissime testimonianze che ho ricevuto.


Ne ho prese un paio a caso ma posso assicurarti che ne ho diverse altre.

Ed è online da meno di 24 ore.

Solo pareri positivi dunque?

Ad essere onesto, no.

Ho ricevuto anche un feedback negativo.

Uno solo, su circa 2500 abbonati, ma comunque negativo.

Sostanzialmente il ragazzo si lamentava che nella sezione Automatibet ora ci fossero troppe schedine.

In effetti, può anche essere vero: prima c’erano tre proposte al giorno, ora – solo nel fine settimana – ce ne sono sei.

Una soluzione potrebbe essere quella di non giocarle tutte 🙂

Il miglior software scommesse calcio che mi è possibile realizzare: cosa ci aspetta nel 2021.

Io sono fatto così.

Appena raggiunto un traguardo, penso immediatamente a quello successivo.

L’aggiornamento Natale 2020 è piuttosto corposo, potrei rilassarmi e smettere di pensare un po’ a questo benedetto SuperFoglio.

La mia compagna ne sarebbe sicuramente felice.

Ma non è il mio modo di lavorare, non è il mio modo di essere.

Se devo puntare a creare il miglior sotware di scommesse possibile, non posso rilassarmi neanche un attimo.

Quindi posso già annunciarti le novità previste per il 2021.

Alcune le abbiamo già viste nelle grafiche poco sopra:

  • Statistiche Extra su calci d’angolo, cartellini e rigori;
  • Allibramento medio di ogni singolo campionato.

Ma non è tutto, introdurremo:

  • completamento dell’algoritmo sugli storici (intelligenza artificiale con rete neurale dei risultati), interrotto a causa del Covid-19;
  • chat integrata per confrontro tra iscritti;
  • algoritmo su coppe, nazionali e amichevoli;
  • le sequenze, per studiare le interruzioni della serie (segna da.., non vince da.., pareggia da.., ecc);
  • nuovi menu di ricerca rapida (over 0,5 primo tempo, ecc);
  • testa a testa tra le squadre;
  • nuove migliorie grafiche per ottimizzare l’user experience degli utenti.

Inoltre, come accaduto fin’ora, continuerò a studiare i bookmakers alla ricerca di quanti più angoli d’attacco mi sia possibile trovare.

E’ grazie a questo studio costante, monitorando quote, range statistici e risultati che abbiamo trovato tecniche eccezionali come il Metodo della Favorita, la Formula 4, l’Allibramento Anomalo, la Forbice, ecc.

Non smetteremo certo ora di farlo 🙂

Bene, siamo in chiusura.

Prima ti ricordo che, come è sempre stato e sarà sempre:

OGNI AGGIORNAMENTO E’ GRATUITO PER TUTTI GLI ABBONATI.

Il prezzo attuale subirà invece un piccolo aumento non appena i prossimi aggiornamenti saranno online: il pacchetto TOP PLAYER PLUS passerà da 117€ a 147€.

Faccio questa precisazione per correttezza.

E’ già successo con gli aumenti del passato di persone che mi dicessero “se lo sapevo, lo compravo prima“.

Quindi è giusto dirlo:

quello attuale è il prezzo più basso a cui potrà essere acquistato.

Perciò, se pensi di poter essere interessato, CLICCA QUI e vai alle OFFERTE.

Bene, per ora è proprio tutto!

Buon Natale a te e a tutta la tua famiglia.

Ale Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Conto scommesse bloccato per troppe vincite: come evitarlo.

Ho il conto scommesse bloccato per le tante vincite!

Mi hanno bloccato il conto scommesse perché vinco troppo!

I bookmakers ti bloccano il conto se vinci!

Quante volte hai sentito frasi di questo tipo?

A me capita sempre più spesso, così ho deciso di dedicare all’argomento un articolo e un video YouTube per fare un po’ di chiarezza a riguardo.

Temo infatti che, una cosa che ha un fondo di verità, nasconda la volontà di qualcuno di strumentalizzarla per ingannare utenti meno esperti.

Conto Scommesse Bloccato per le troppe vincite: cosa c’è di vero.

Dunque, i bookmakers possono davvero bloccarci il conto?

La risposta è si: possono farlo.

E’ uno dei termini e condizioni che ci chiedono di sottoscrivere prima di aprire il conto.

Quindi, se decidiamo di apriarlo, accettiamo anche che ci sia questa possibilità.

E non dirmi eh vabbè, ma chi li legge tutti quei regolamenti!?

Anche se posso essere d’accordo con te che non li legge quasi nessuno, è tuo dovere informarti.

O, quanto meno, non puoi lamentarti di non sapere una cosa, se sei stato tu a decidere di ignorarla.

Quindi, visto che sono sicuro che il 99,99% delle persone che hanno aperto almeno un conto con qualche bookmakers non ha mai letto i termini e condizioni, ti mostro io la parte che ci interessa.

Ho coperto il nome del bookmaker per evitare di fare pubblicità ad uno piuttosto che ad un altro.

Posso comunque garantirti che tutti i regolamenti, magari con parole diverse, dicono la stessa cosa.

Come puoi vedere c’è una frase che non lascia dubbi ad interpretazioni:

XXX si riserva di chiudere o sospendere il conto gioco del Cliente in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo.

Stando a questo, di fatto, se un giorno il bookmaker si sveglia e decide di chiuderti il conto perché ti chiami Carlo, può farlo.

Hai la barba e vuole chiuderlo a tutti quelli con la barba? Può farlo.

Vinci troppo e vuole chiudertelo? Può farlo.

Lo hai accettato nel momento in cui hai sottoscritto il conto: non puoi lamentartene.

Questa assoluta libertà di chiuderci il conto va però ricondotta alla realtà delle cose.

Mi spiego meglio.

Lo fa davvero?

Cioè, a te, è mai davvero successo?

Oppure conosci personalmente qualcuno di cui puoi davvero fidarti che ti ha raccontato che a lui è successo di avere il conto chiuso, solo perché vinceva molto?

Nel 99,99% dei casi (gli stessi di chi non legge i termini e condizioni) la risposta è NO.

La rispota è NO perché i bookmakers non chiudono i conti SOLO perché vinci.

Lo fanno se commetti degli illeciti.

Se hai una condotta sleale.

Se temono tu stia commettendo un reato.

Un esempio?

Se giochi migliaia di euro su quote 1,05 rischi di essere accusato di due cose:

  • speculazione
  • riciclo di denaro

A quel punto si, si potrebbe dire che hanno bloccato il conto perché si vincono grosse somme.

Ma sarebbe una falsa verità: il problema non è la vincita alta.

Il problema è come si è ottenuta quella vincita.

Perchè appunto, puntare cifre molto grosse su quote molto piccole, è speculazione e possibilità di riciclo di denaro.

Dietro questo esempio c’è un tema ai più poco conosciuto, quello dei reparti anti-truffa.

Ogni bookmakers dispone di reparti anti-truffa, anche molto complessi.

Operano sul betting, ma anche sul casinò, sui tavoli da poker, ecc.

Per quello che riguarda la mia esperienza diretta posso dirti questo:

Se giochi in modo normale, se non fai giocate atte alla speculazione o alla possibilità del riciclo di denaro, io non ho mai sentito di persone a cui hanno bloccato il conto perché vincono.

Eppure faccio questo lavoro da 6 anni e ho stimato di essere entrato in contatto diretto con, almeno, 10-12.000 utenti.

Possibile che non ne abbia conosciuto neanche uno che, giocando in modo onesto, ha avuto questo problema?!

Un secondo aspetto legato a questo fantomatico blocco dei conti scommesse è legato a possibili truffe da fare ad altri scommettitori.

Entra nel mio gruppo Telegram: si vince talmente tanto che mi hanno bloccato il conto.

Questa è una cosa che mi è venuta in mente ragionando sull’argomento “blocco dei conti scommesse“.

Considerando che su internet c’è di tutto, ma davvero di tutto, non mi sorprenderebbe di gente che si pubblicizza in questo modo.

Se pensi che c’è chi pubblicizza il proprio gruppo Telegram rubando le recensioni dal mio sito senza l’intelligenza di togliere il mio nome dalla foto, capisci da solo che tutto potrebbe essere.

Quindi mi è venuto in mente che qualcuno potrebbe raccontare questa storia del blocco per le troppe vincite solo per truffare le persone.

Potrebbe essere.

A questo punto credo di averti detto tutto ciò che potevo sull’argomento.

Ho girato anche un video YouTube per approfondire ulteriormente alcuni aspetti troppo lunghi da scrivere.

Puoi guardarlo qui.

Alla fine del video c’è una piccola soluzione per evitare, comunque, ogni problema.

Come sempre spero che l’articolo ti sia utile.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Pronostici Scommesse: un errore comune (e banale) da non fare nel betting.

Tutti noi studiamo e lavoriamo ogni giorno per fare sempre dei buoni pronostici scommesse e per vincere le nostre schedine.

Io stesso ho creato questo blog per condividere le strategie che ho personalmente constatato essere più profittevoli.

Da qualche giorno ho inizanto anche a condividere anche alcune strategie vincenti degli utenti del SuperFoglio.

In tutto questo splendido percorso di condivisione, però, mi sono reso conto di un errore comune che stiamo facendo in molti.

In questo articolo voglio parlartene, sperando di darti una dritta utile.

Un errore comune (e banale) da non fare nei nostri pronostici scommesse.

Come ho scritto poco sopra la funzione di questo blog è condividere tecniche di betting vincenti:

Solo per elencare alcune delle più seguite e profittevoli.

Ma se ora ti dicessi che potrei condividere con te altre 500 tecniche, vorresti conoscerle?

La risposta (anche la mia se mi trovassi al tuo posto) sarebbe quasi sicuramente: CERTO CHE SI!

Bene, quello che sto per dirti adesso ti sembrerà assurdo:

In questa “bramosia” di conoscenza risiede il nostro errore banale.

Si, hai letto bene.

Voler sapere troppo, è un errore.

Lo so, detto così suona male in realtà.

Provo a riformularlo meglio:

Cercare sempre nuove tecniche, senza focalizzarci su quelle che già conosciamo, è un errore.

Come ti ho premesso è un errore comune (lo faccio io per primo).

Ed è anche banale.

Il che è un bene, perché è facilmente risolvibile.

Perché è un errore cercare sempre nuove strategie?

Molto semplice: perchè non ci concentriamo ad utilizzare e massimizzare i profitti di quelle che già conosciamo.

Per avere un buon attivo nel betting, per generare degli utili, non serve conoscere 100.000 tecniche.

Me ne sono reso conto dalle email e dai messaggi che ho ricevuto in questi giorni.

Per ogni tecnica che ho condiviso c’è stato qualcuno (molto più di qualcuno in realtà, ed è per questo che ho pensato di scrivere l’articolo) che mi ha chiesto, subito dopo, se avevo altri “segreti” da svelare.

Mi rendo conto che è un discorso un po’ borderline.

Normalmente consigliare di non voler sapere troppo la considererei una follia.

Ma ragioniamoci un momento.

Conoscere nuove cose va sempre benissimo, non sto dicendo il contrario.

Però non dobbiamo pensare SOLO a conoscere.

Dobbiamo anche mettere in pratica.

Questo è betting, non è la facoltà di Filosofia.

Non c’è niente di meglio, per imparare concretamente una strategia, del metterla in pratica.

Ovviamente anche senza soldi, se non ci sentiamo sicuri.

Ma voler conoscere mille metodi senza mai metterli in campo, non credo sia molto utile.

Anzi è dannoso!

Perchè inizierai a pensare:

  • Uso questa o uso quella?
  • Le quote così vanno bene per quella partite?”
  • “Se il book fa così, come devo giocarla?“.

Finiarai con il leggere cento strategie senza saperne applicare davvero bene neanche una.

Perdi due giocate e pensi “non funziona“, e cambi.

Quando magari altri ragazzi, usando solo quella stessa strategia, vincono decine di volte.

Perché?

Semplicemente perché dedicano tempo a perfezionarla, a capirla, a testarla.

Me ne rendo conto dalle domande che ricevo.

Alcuni sembrano degli accomulatori seriali di strategie, che però non si traducono in vittorie.

Come è possibile?

Semplice: vogliamo sapere tanto, ma poi applichiamo poco.

Se posso darti un consiglio quindi, per evitare questo errore comune quanto banale, scegli non più di tre tecniche sul blog e utilizza solo quelle per un mese.

Sono certo che a fine mese avrai generato il tuo utile (e avrai capito davvero bene come utilizzarle).

Una volta che hai iniziato a vincere e a usare in modo quasi automatico queste tre armi, inserisci nel tuo arsenale una nuova tecnica ogni mese.

Nel giro di poco tempo, oltre ad aver capito perfettamente i metodi che usi, saprai capire al volo quando una nuova strategia si adatta al tuo modo di giocare e vale la pena approfondirla, oppure no.

Lo ripeto:

Non servono 100.000 strategie, ne bastano quattro o cinque per genereare profitto ogni mese 🙂

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Betting Facile: guida gratuita Stats4Bets.

Pochi giorni prima di partire per le vacanze mi è venuta l’idea di creare una guida gratuita che fosse di supporto a tutti coloro che arrivavano per la prima volta sul mio blog.

Con così tanti articoli disponibili infatti, per alcuni, si creava il problema del “da quale articolo devo iniziare a studiare?“.

Betting Facile ha questa funzione: ordinare in modo “cronologico” gli articoli dle blog, spiegando da quale è opportuno partire per uno studio coerente al mio metodo.

Clicca qui sotto e scarica la guida in PDF:

Betting Facile – Guida Gratuita Stats4Bets

Un abbraccio e buone vacanze!

Alessandro Stats4Bets


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Un metodo scommesse vincente? Storie di vincite incredibili.

Se cerchi un metodo scommesse vincente sono sicuro che questo articolo ti sarà di grande ispirazione, perché racconta di una storia veramente incredibile.

Ci tengo a precisare che, per me, tutte le vincite dei miei clienti sono importanti, per questo le condivido quotidianamente nelle stories su Instagram o su Telegram.

Mi aiutano infatti a capire che sto facendo un buon lavoro e, soprattutto, ripagano loro dell’investimento fatto acquistando il SuperFoglio.

Ci sono però alcune vincite (e alcune storie) che diventano piccole leggende, a cui mi sembra doveroso dedicare due righe per farle conoscere a tutti.

Forse ricorderai, durante la quarantena, la storia di Dario: aveva perso il suo locale e viveva un momento di forte crisi.

Grazie alle vincite ottenute con il SuperFoglio era però riuscito a mettere insieme i soldi per lanciarsi in una nuova attività e ripartire.

Ciò che ti racconterò oggi è un po’ diverso, ma altrettanto entusiasmante.

Metodo Scommesse Vincente: SuperFoglio e storie da non credere.

Oggi voglio parlarti di Simone.

Simone mi scrive per la prima volta il 5 Giugno, dicendomi che aveva solo 100€ di budget e chiedendomi consigli su come fare per investirli al meglio.

Il mio suggerimento era stato di utilizzare le tecniche gratuite presenti sul blog per iniziare a monetizzare le prime giocate e, sopratutto, per verificare con mano se condividevo strategie efficaci.

Dopo qualche giorno, con i soldi vinti grazie alla tecnica della forbice, Simone ha acquistato il SuperFoglio ed è iniziata la sua straordinaria sequenza di casse.

(Il 49 indicato dalla freccia a sinistra è il numero delle email fin qui inviate, quasi tutte contengono le foto delle sue casse.)

Quella indicata con la freccia rossa è l’ultima che mi ha scritto ieri, 28 giugno: svariate casse più una cassa quota 44!

Sensazionale, da rimanere senza parole.

Ovviamente difronte a casi di questo tipo è molto facile pensare “Ok, compro il SuperFoglio, spingo due tasti e vinco anche io“.

NO. NON E’ COSI’.

Questo è un modo di pensare che respingo con forza, da sempre.

Il SuperFoglio non è una bacchetta magica: è uno strumento di studio.

Come dico sempre infatti il betting si studia, non si indovina.

Un metodo scommesse vincente non si costruisce con la fortuna.

Le storie di Simone, di Dario, di Claudia (quota 18 presa pochi giorni fa) e di tutti i ragazzi che quotidianamente mi mandano foto di singole, raddoppi e piccole multiple sono storie vincenti perché basate sullo studio.

Non sono vincite casuali, sono studiate.

Chi acquista il SuperFoglio riceve infatti svariati video, pieni zeppi di tecniche e strategie utili per utilizzarlo al meglio.

Il SuperFoglio diventa micidiale e vincente se utilizzato come si deve.

Questi ragazzi (e ragazze) vincono perché si impegnano nello studio dei match, non perché spingono due tasti.

In questo articolo mi sembrava giusto fargli i complimenti, e ringraziarli.

Ringraziarli perché, come ho già detto, è grazie alle loro testimonianze che capisco di star lavorando bene con quel che faccio al SuperFoglio.

Inoltre, conoscere le loro storie, può aiutare chi è appassionato di schedine a capire se il SuperFoglio sia lo strumento adatto a lui oppure no.

Perché se non ti va di dedicare un po’ di tempo allo studio del betting, credo sia un acquisto inutile.

E’ meglio non comprarlo.

Se invece ti piace l’idea di imparare i segreti dei bookmakers, capire come usarli a tuo vantaggio e iniziare un percorso di soddisfazione con le schedine, allora forse può fare al caso tuo 🙂

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: due dei miei sponsor mi hanno fatto un regalo per farti avere un mese di SuperFoglio gratis e con un deposito ridicolo. Scopri di più cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Algoritmo Betting Anti-Coronavirus: SuperFoglio VS Covid.

L’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus sarà ricordata come una delle più grandi tragedie dell’era moderna.

Una pandemia mondiale che ha messo in ginocchio ogni Nazione, ogni Stato, ogni settore, provacando decine di migliaia di morti e milioni di ammalati in ogni angolo del globo.

Sono ben consapevole dunque che parlare dei problemi causati dal Covid e accostarli al mondo del calcio è una cosa che potrebbe sembrare fuori luogo.

Io, il mio sito, il mio canale, però ci occupiamo di questo: di calcio.

Non avrebbe senso che mi mettessi a parlare di economia, sanità e lavoro: non sono temi su cui ho competenza, non sono nessuno per farlo.

Scrivo quindi questo articolo con il massimo rispetto verso i veri problemi causati dal Covid (ho avuto un contagiato in famiglia, so bene quello che provoca) cercando solo di contestualizzarli a quello che è il “mio mondo”.

Il calcio e il betting per l’appunto.

Il Covid, stando ai numeri attuali, ha stravolto anche il mondo delle schedine.

In Bundesliga, primo campionato tra i Top Europei a ripartire, gli esiti 2 si sono verificati con una percentuale molto vicina al 50%, invertendo completamente la rotta del pre-Covid.

Il fattore casalingo è stato quasi del tutto annullato da quando si è ricominciato a giocare.

Si sono disputati ancora troppi pochi incontri per dire che è una tendenza che si verificherà in tutti i campionati, ma era opporturno rivedere l’algoritmo presente nel SuperFoglio per adeguarsi a questa inversione di tendenza.

Negli ultimi 20 giorni ho dunque testato e messo in pratica un algoritmo di betting che fosse in grado di valutare il post-Coronavirus.

Alogoritmo Betting Anti-Coronavirus: il SuperFoglio Post Covid.

Ho girato un video per evitare di perdermi in troppe parole, e mostrarti concretamente cosa fa il nuovo SuperFoglio.

Ci tengo a precisare per correttezza, come spiegato in questo articolo, che non appena saranno ultimati gli altri aggiornamenti a cui stiamo lavorando in questi giorni il prezzo del SuperFoglio subirà un piccolo aumento.

L’aumento non è causato dal Covid.

Semplicemente stanno per esaurire i primi 500 abbonamenti in promozione.

(Ogni futuro aggiornamento viene ricevuto gratuitamente per chi è già abbonato e i rinnovi saranno garantiti al primo prezzo d’acquisto, senza aumenti).

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Un metodo per vincere scommesse sportive? Guarda questo algoritmo.

Esiste un metodo per vincere scommesse sportive?

E’ la domanda da un milione di dollari che mi sono sentito fare, guarda caso, un milione di volte.

Personalmente ritengo che esiste più di un metodo per vincere le scommesse, non solo uno.

Ci sono infatti tanti modi di studiare le partite:

  • partendo dalle statistiche
  • partendo dalle quote
  • partendo dagli allibramenti
  • partendo dalle quote asiatiche
  • ecc ecc

Insomma, i metodi non finisco mai.

Più che altro bisogna vedere cosa si intende con “vincere le scommesse sportive“.

Intendi sempre?

Senza sbagliare mai?

Ecco, qui già tenderei ad essere più cauto, a pensare di no: non esiste un metodo che non sbaglia mai.

Le domande corrette da porsi quindi, forse, sono queste:

Qual è il metodo per vincere le scommesse sportive più affidabile?

Qual è il metodo che fa meno errori?

Ecco, queste domande generano considerazioni interessanti.

E sono la cosa a cui sto studiando in questo periodo di quarantena da Coronavirus.

Ti ho già parlato in un precedente articolo dello studio sullo storico di quasi 8.000 partite presenti nel database di Stats4Bets che sto facendo ultimamente.

E’ una sorta di intelligenza artificiale che lavora sulle reti neurali dei risultati.

Detta così sembra complicato, e in parte lo è.

Ma per riassumerlo potremmo dire che:

sono previsioni che si auto-correggono in base ai risultati avuti da partite con quelle stesse condizioni.

Oggi voglio parlarti dunque di questo step successivo.

Metodo per vincere scommesse sportive: un algoritmo come non lo hai mai visto prima.

Se mi segui già da un po’ sai che non ho promesso mai nulla che poi non ho realizzato o che non ho mantenuto.

Se dico che sto studiando a qualcosa, prima o dopo, quella cosa diventa parte dei miei sistemi e dei miei software: tutti la utilizzano e tutti ne traggono i benefici.

Non è un caso che il SuperFoglio ottenga queste Super Recensioni.

Quello a cui stai per assistere, ti giuro, è qualcosa che non hai mai visto.

Sto passando le notti in bianco per dare vita all’algoritmo più affidabile che sia mai riuscito a studiare.

E’ difficile spiegare tutto scrivendolo, per questo ho girato un video.

Guardalo e poi, se ti va, nei commenti fammi sapere se avevi mai visto nulla di simile.

Aggiornamento

Ho fatto altri due video sulle future migliorie del SuperFoglio:

A metà video poi c’è un errore, e si blocca.

Questa è la parte mancante:

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Sottofrequenze Statistiche: Utilità e Pericoli.

In questo articolo voglio parlare di un argomento relativamente nuovo nelle mie divulgazioni sul betting: le sottofrequenze statistiche.

E’ un tema che ho introdotto brevemente quando ho presentato il nuovo algoritmo MindBet.

Oggi cercherò di approfondirlo.

Con il termine “sottofrequenze statistiche” intendo tutti quegli esiti che tendono a verificarsi solo quando più elementi in relazione tra loro presentano le medesime caratteristiche.

Mi spiego meglio.

Parliamo di frequenza statistica quando ad esempio diciamo che, se l’allibramento è spalmato per oltre il 60% sul segno 2, nel 73% dei casi si verifica la vittoria della squadra in trasferta.

E’ una frequenza, e non una sottofrequenza, perché analizziamo un solo elemento: in questo caso, come è spalmato l’allibramento.

Nella sottofrequenza, invece, vengono messi in realazione più elementi:

  • la statistica di un esito (1-X-2, Under-Over, Gol-NoGol, ecc)
  • la quota reale allibrata di quell’esito
  • la quota vergine sempre dello stesso esito
  • la quota attuale
  • l’allibramento

Questo consente non solo di aver un pronostico più affidabile, ma anche di andare alla ricerca di possibili anomalie statistiche, che solitamente garantiscono quote più alte.

Anomalie statistiche: cosa sono?

Prima di vedere l’utilità e i pericoli delle sottofrequenze, soffermiamoci un attimo sulle anomalie statistiche.

Sono gli esiti, imprevisti, scovati proprio dalle sottofrequenze.

Prendiamo un match di oggi: Le Havre-Orleans.

 

L’algoritmo MindBet, che “ci parla” dalla zona arancione del SuperFoglio, ci suggerisce “Buono 1X”.

Ma perché proprio “Buono 1X” e non altro?

Approfondiamolo.

Ci dice 1X perché quando si verificano tutte le condizioni cerchiate in verde (esito 1 è al 49%, quota offerta a 1,75, quota reale allibrata con una differenza dell’11%, ecc) non c’è un esito fisso 1 – X – 2 che esce con maggior frequenza, quindi il pronostico più attendibile è la 1X.

Aggiunge “Buono” perché evidentemente, nelle casistiche simili, è poco probabile che si verifichi l’esito 2.

Avesse detto “Copri 1X” il segno 2 sarebbe stato ancora l’esito meno previsto, ma con uno “scarto” minore rispetto a quello del “Buono 1X“.

Infine, se la dicitura fosse stata “Rischia 1X“, avrebbe significato che la probabilità del 2 era comunque la più bassa ma entrava in condizioni quasi paritarie a quelle degli altri due segni.

L’anomalia, a fronte dei dati esposti, non è prevista: non solo per le statistiche (il 2 ha solo il 16,5%) ma anche per tutto il resto dei dati (rapporto tra quote, allibramento, ecc).

Potremmo però trovare casi in cui, con la stessa quota offerta ma differenti condizioni negli altri elementi, l’algoritmo ci consiglierà altri esiti.

Magari anomali come un “Rischia X2” nonostante le quote sembrerebbero favorire il segno 1.

E’ difficile fare un “riassunto” delle anomalie: gli esiti possono essere diversi al variare di ognuno degli elementi di studio.

E’ improbabile che nel giro di poche settimane le condizioni che portano ad un “Buono 1X” facciano emergere l’esigenza di cambiare il suggerimento in “Rischia 1X” o “Copri X2“.

Può però succedere che accada dopo 4/500 partite: i suggerimenti della zona arancione del software derivano infatti dall’analisi delle circa 12.000 partite che, attualmente, compongno il database del SuperFoglio.

Il database ogni giorno si aggiorna con nuovi match e, di conseguenza, conferma le sottofrequenze esistenti o le sostituisce con le nuove che mostrano maggiori probabilità di verificarsi.

Sottofrequenze statistiche: utilità e pericoli.

L’utilità delle sottofrequenze è presto detta: mettono in relazione più elementi di studio, cercando di simulare il ragionamento del cervello umano.

Va da se che il pronostico che ne segue è più affidabile, proprio perché generato da tutti i dati fondamentali che compongono l’analisi di betting.

Allo stesso tempo però nascondono delle insidie.

La prima è mentale.

Le sottofrequenze ci rendono pigri.

Rischiamo di pensare che basti l’analisi che fa l’algoritmo, e sottovalutiamo l’importanza della nostra (o peggio non le studiamo affatto).

E’ una cosa che sconsiglio assolutamente.

Quante volte l’ho già detto? Mille? Lo ripeto per la 1001:

Il SuperFoglio è uno strumento di studio, non una bacchetta magica.

Anche la seconda è mentale: potrebbero condizionarci.

Se – dopo aver studiato una partita – ci sembra da 1X, ma lui consiglia l’1 fisso, potremmo farci convincere a rischiare più del dovuto.

Quindi è importante sapersi assumere le proprie responsabilità: io decido.

Lui fornisce i dati, io decido!

Uno dei segreti di un buon Tipster è proprio questo:

non delegare ad altri il merito delle proprie vincite o la responsabilità delle proprie perdite.

Se uso la testa, sarà sempre e solo una mia scelta.

Ragionata, studiata, ponderata.

Posso vincere, posso perdere, ma sono sempre io che scelgo la direzione.

E’ l’unico modo di convivere bene non con il SuperFoglio, ma con il betting in generale.

E non farti derubare da quel che gira su internet: fantomatici guru che vincono 1.000, 2.000, 3.000 euro ogni giocata.

Sono fake nel 99% dei casi.

Anche perché, se hanno centinaia di migliaia di followers e ogni giorno vincono tutti 3.000 euro, i bookmakers perderebbero 3 milioni al giorno.

Ti sembra reale?

Se non falliscono il motivo è solo uno: non sono vincite reali.

Che ci vuole a falsificare una bolletta con photoshop?

Su via, ormai ci cascano solo i polli.

Prima di salutarti, e collegandomi proprio a quest’ultimo tema, parliamo della terza insidia: l’affidabilità.

Il risultato finale di una partita è condizionato, oltre che da tutti i dati che possiamo studiare, da un fattore imponderabile impossibile da incastrare in qualunque formula matematica.

Ci sarà sempre un Verona che batte la Juventus, un Lecce che vince a Napoli, un’Atalanta ultima dopo le prime tre partite di Champions che passa il turno e batte 4-1 il Valencia.

Quanto erano probabili questi esiti, se analizzati prima?

Poco.

Eppure si sono verificati.

Quindi, oltre allo studio, è fondamentale la gestione del budget.

Se non lo conosci ti consiglio di leggere l’articolo dedicato al Metodo Investimento: non è un money management particolarmente complesso, ma è un buon punto di partenza per evitare di fare puntate senza criterio.

Bene, con questo credo di averti detto proprio tutto ciò che potevo sulle sottofrequenze statistiche.

Spero che l’articolo ti piaccia e che sia d’aiuto per i tuoi studi, soprattutto.

Un abbraccio!

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.

[Aggiornamento]

Mentre scrivevo che l’esito 2 aveva solo il 16% di possibilità di verificarsi ho pensato che sarebbe stato da ridere se si fosse verificato.. e infatti 😀

Scherzi a parte, guardando i numeri del match, credo che la visione della 1X non fosse sbagliata.

Il risultato finale però è il chiaro esempio di ciò di cui si parlava nelle insidie.

Alla fine, il campo ha sempre l’ultima parola.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Vivere di betting: il segreto incofessabile dei “Guru”. (+ una strategia utile)

Oggi voglio rispondere ad una domanda che, sopratutto i più giovani, mi fanno spesso:

tu riesci a vivere di betting? Ti mantieni solo con le schedine?

La risposta li sorprende quasi sempre:

NO. IO NON VIVO SOLAMENTE DI BETTING.

E’ una risposta che può sembrare sorprendente detta da uno che si dedica al betting 7 giorni su 7.

Purtroppo su internet aleggia questo mito dei guru che vivono di betting (SOLAMENTE di betting), ma sarebbe giusto fare chiarezza.

Oggi infatti voglio svelarti la verità, quindi leggi bene le mie parole:

il 90% delle persone che condividono schedine sul web non vive solamente di betting.

La cosa più importante da sottolineare in questa frase è il “solamente“.

Non metto assolutamente in dubbio infatti che ce ne siano alcuni, bravissimi, che vincono davvero tanti soldi con le scommesse.

Il punto però è che, nonostante le ottime vincite, quasi nessuno vive davvero “solamente” di betting.

Mi spiego meglio.

Il 90% delle persone che ho visto dare schedine su internet ha un programma di affiliazione.

Cosa significa?

Significa che hanno un gruppo, magari gratuito, a cui per accedere devi iscriverti ad un bookmaker.

E il bookmaker, ovviamente, paga per questo.

Chiariamoci: non c’è nulla di male nelle affiliazioni, è anzi tutto legale e regolare.

Il punto, però, è che non è corretto dire di “vivere solamente di betting” quando, in realtà, ci sono anche altre entrate.

Fa pensare, sopratutto ai più giovani, che si viva facendo proprio solo quello.

E, proprio perché sono giovani, gli si da una speranza (secondo me) un po’ troppo illusoria.

Non è per niente facile, tutti i mesi, portare a casa i soldi per mandare avanti una famiglia SOLO con il betting.

Anche quando sei super bravo, perché la possibilità di sbagliare c’è sempre.

E se poi un mese sbagli più del solito, che fai?

Il mutuo non lo paghi? Le bollette non le paghi? La spesa non la fai?

E’ bene dirlo, ed è bene che i più giovani lo sappiano.

Per questo preferisco la chiarezza:

io non vivo solo di betting, sono un imprenditore del betting.

Questo significa che ho diverse tipologie di entrate grazie al betting.

Oltre alle vincite delle schedine, ad esempio, vendendo un software:

il SuperFoglio.

Ecco, già questo basterebbe per dire che “non vivo solamente di betting“.

Che c’è di male nel dire le cose come stanno realmente?

Nulla, almeno per come la vedo io 🙂

Questo ovviamente non significa che non si possa vivere di betting, proprio solo di quello.

Magari c’è chi lo fa.

Ma su internet sono pochi.

Credo sia più giusto dire dunque che il betting può diventare un’ottima seconda entrata.

Può aiutarti a toglierti tanti sfizi.

Può permetterti di comprare una macchina, andare in vacanza o cambiare telefono nuovo ogni anno.

Questo chiaramente si.

E non è neanche così impossibile difficile come traguardo (se leggi queste recensioni te ne rendi conto da solo): studi, ti impegni, qualche risultato lo ottieni di certo.

Ma sono davvero pochi quelli che, secondo me, vivono di betting intendendo “solo di schedine”.

Bene, chiarito questo aspetto una volta per tutte, voglio condividere con te una strategia utile.

Vediamola.

Anomalia di Quota: quote sullo stesso range.

E’ una partita di qualche settimana fa, mi ero salvato gli screenshot perché è veramente un caso particolare.

 

Il bookmaker offre praticamente la stessa quota per ogni segno, assurdo.

Dalla schermata del SuperFoglio è ancora più visibile l’anomalia:

“spalmatura” dell’allibramento quasi identica e solo 4,8 di aggio (in Spagna, come in Italia, la media è 6,30-40).

 

La partita è finita 0-3 ma non è tanto il risultato a sorprendere quanto piuttosto il come sia maturato:

stavano 0-3 dopo 28 minuti di gioco, se non ricordo male.

 

Che strategia possiamo ricavarne da una partita così?

Sicuramente è un caso-limite.

Non troveremo molte partite in cui tutte e tre le quote sono quasi identiche.

Ne troveremo molte altre, però, in cui la quota dell’1 e quella del 2 presentano un’anomalia simile.

Sono cioè molto vicine: nello stesso range di quota.

Quando sia l’1 che il 2 sono offerti ad una quota che inizia con lo stesso numero (esempio 2,45 l’1 e 2,80 il 2) aspettati sempre una partita molto strana. E (quasi sempre) aspettati diversi gol.

Quindi la prima considerazione da fare è di evitare del tutto il mercato 1X2.

La seconda invece, dedicandosi al mercato dei gol, è di studiare bene OVER 2.5 e GOL perché, spesso, sono partite positive per quel genere di giocata.

Strategie utili per studiare questi esiti le ho esposte in diversi articoli sul blog, come quello per individuare la quota reale degli esiti sui gol.

Bene, con questo credo di averti detto tutto.

Come sempre un abbraccio.

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Picchetto Tecnico Facile: Come Trovare La Quota Reale Di Un Match.

Alla fine mi sono deciso.

Mi avranno fatto questa domanda, credo, non meno di 100 volte.

Eppure ancora non lo avevo messo nero su bianco.

Di cosa sto parlando?

Del calcolo del Picchetto Tecnico per trovare la Quota Reale, ovviamente 🙂

Se hai già letto qualche mio articolo, o visto qualche mio video su YouTube, dovresti già sapere perché è così importante conoscerla.

Però, nel caso ti servisse un rapido ripasso sul perché è FONDAMENTALE calcolare la Quota Reale di un match, qui c’è materiale che fa decisamente al caso tuo.

Bene, detto questo, bando alle ciance e cominciamo.

Quali sono i calcoli del Picchetto Tecnico (che ci permetteranno di trovare la fatidica Quota Reale)?

Te li mostro tramite un esempio: ROMA-LAZIO (clicca sulla foto in basso se hai bisogno di vederla più grande).

Partiamo dalla Quota Reale del segno 1.

I dati a cui sto per far riferimento li trovi nella prima riga della Roma e nella prima riga della Lazio (vedi foto).

Si prendono le vittorie TOTALI della Roma (14) + le sconfitte TOTALI della Lazio (11) diviso il TOTALE delle partite giocate da entrambe (32+32).

(14+11) / (32+32)

25 / 64 = 0,392

Trasformiamo 0,392 in percentuale: 39,2%.

La Roma ha il 39,2% di possibilità di battere la Lazio.

A questo punto si calcola la possibilità che avvenga il contrario, cioè che la Lazio batta la Roma, calcolando la Quota Reale del segno 2.

Come prima: le vittorie TOTALI della Lazio (10) + le sconfitte TOTALI della Roma (5) diviso il TOTALE delle partite giocate da entrambe (32+32).

(10+5) / (32+32) = 0,235

Cioè 23,5% di possibilità che la Lazio batta la Roma.

A questo punto troviamo facilmente per differenza la Quota Reale del segno X: 100 – (39,2+23,5) = 37,6%.

E’ la probabilità che si verifichi un pareggio.

Appuntiamoci questi dati perché ci serviranno tra non molto: 39,2 – 37,6 – 23,5 .

SuperFoglio Stats4Bets 3.0
SuperFoglio Stats4Bets 3.0

Finito questo primo step di calcolo dobbiamo eseguire le stesse identiche operazioni anche per le altre tre righe delle due squadre:

  • ULTIME 5 GARE (si può fare anche sulle ultime 3 o 6 gare, ma 5 è il valore più comune)
  • SOLO GARE IN CASA (per chi gioca in casa) e SOLO GARE IN TRASFERTA (per chi gioca in trasferta)
  • ULTIME 5 GARE IN CASA (per chi gioca in casa) e ULTIME 5 GARE IN TRASFERTA (per chi gioca in trasferta)

In conclusione di tutto avremo:

  • 4 percentuali di segno 1
  • 4 percentuali di segno 2
  • 4 percentuali di segno X

ovviamente sono derivanti dalle 4 righe analizzate.

Adesso sommiamo le percentuali del segno 1 dividendole poi per 4: (39,2 + 70,1 + 38,8 + 50,1) /4 = 49,5 .

Replichiamo l’operazione per i segni 2 e X:

  • 49,5 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno 1.
  • 30,8 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno X.
  • 19,9 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno 2.

Una volta effettuato il Picchetto Tecnico troveremo la Quota Reale con una semplice operazione.

E’ un calcolo che abbiamo già visto, quindi dovrebbe esserti famigliare:

per trasformare la percentuale del Picchetto Tecnico in Quota Reale basterà fare “100 / la percentuale”.

La Quota Reale dei tre segni sarà dunque:

  • 100 / 49,5 = 2,02 Quota Reale del segno 1
  • 100 / 30,8 = 3,24 Quota Reale del segno X
  • 100 / 19,9 = 5,02 Quota Reale del segno 2

Perfetto!

Abbiamo finito 🙂

Ora possiamo procedere al confronto tra la Quota Reale e quella offerta dal bookamker, per capire se ci sta proponendo una valutazione potenzialmente ingannevole oppure no (trovi la spiegazione di questo fondamentale concetto in questo articolo).

Con questo puoi dire di sapere davvero tutto il necessario sul concetto di “Quota Reale”, e non pensare sia qualcosa di banale: la maggior parte delle persone che scommettono ignorano quanto appena visto.

Poi certo, mi rendo conto che fare manualmente questi calcoli ogni volta possa sembrare un processo troppo lungo, ma ti assicuro che ne vale la pena.

Anche perché, ora che conosci per filo e per segno tutte le operazioni da fare, puoi creare un tuo foglio excell che ti aiuti con i calcoli.

Se hai bisogno di ispirazione per capire come impostarlo, guarda il video dove mostro il mio SuperFoglio Stats4Bets 3.0 e prendi spunto da quello.

Credo non ce ne sia bisogno, ma nel caso volessi approfondire quanto appena scritto, puoi farlo con questo video:

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Gli Inganni del Bookmaker: Quota Reale e Quota Offerta.

Con l’articolo di oggi voglio inaugurare una rubrica dedicata agli Inganni Del Bookmaker, svelandoti dei trucchetti che spero possano esserti d’aiuto quando analizzi una partita.

I bookmakers possono infatti tentare di fregarci in vari modi, e il primo inganno si basa sul valore delle quote che ci offre.

Saper valutare se la quota che il book ci sta proponendo sia potenzialmente ingannevole oppure no è un aspetto fondamentale, molte volte ignorato dalla maggior parte dei bettor.

Spesso anche da quelli che si sentono più esperti.

Come fare, quindi, a capire se ci si trova difronte ad una quota pericolosa?

Concendimi altri 2 minuti per chiarirti tutto.

Prima di capire se sia pericolosa oppure no, però, dobbiamo sapere cos’è la quota.

Vediamone dunque la definizione:

la quota è la probabilita statistica – espressa in percentuale e poi trasformata in decimale – che un determinato evento si verifichi.

Prendiamo ad esempio proprio questa foto (la riga con il 2.71 cerchiato) e spieghiamo meglio il concetto:

  • il segno 1 è proposto a 2.50
  • il segno X è proposto a 3.15
  • il segno 2 è proposto a 2.71

A questo punto, se volessimo calcolare quale percentuale il book attribuisce al verificarsi dei tre eventi, dovremmo fare semplicemente:

  • 100/2.5 = 40%
  • 100/3.15 = 31,7%
  • 100/2.71 = 36,9%

Quindi, secondo il bookmaker, la vittoria della squadra in casa ha il 40% di probabilità di verificarsi, 31,7% il pareggio e 36,9% la vittoria esterna.

(Sommando i tre risultati appena ottenuti, in realtà, avremo un valore pari a 108,6: l’8,6% in più rappresenta l’allibramento del bookmaker, altro concetto fondamentale da conoscere. Puoi approfondirlo in questo articolo.)

40% – 31,7% – 36,9%: sono percentuali che possiamo considerare valide?

Scopriamolo.

L’elemento chiave per capire se il bookmaker ci ha offerto una quota attendibile è il calcolo della QUOTA REALE, tramite il PICCHETTO TECNICO.

Se non sai come si effettua il calcolo del picchetto tecnico, non preoccuparti: l’ ho spiegato in maniera più che esaustiva nel mio articolo Picchetto Tecnico Facile che ti invito a leggere per fugare ogni dubbio.

Una volta ottenuta la nostra importantissima quota reale, potremo finalmente confrontarla con quella che ci ha offerto il bookmaker e valutarne gli (evenutali) inganni.

Come spiega l’esperto Fazio, mettendo a confronto le due quote, ci troveremo davanti a tre possibili scenari:

  1. se la differenza tra la Quota Reale e la quota offerta dal bookmaker è INFERIORE al 16-17% ci troviamo difronte ad una PARTITA STATISTICA (lineare).
  2. se la differenza tra la Quota Reale e la quota offerta dal bookmaker è SUPERIORE al 16-17% siamo al cospetto di una partita NON STATISTICA (non lineare).
  3. se la differenza tra la Quota Reale e la quota offerta dal bookmaker è SUPERIORE al 30-31% ci troviamo infine davanti ad una partita in cui il book indica una FORTE FAVORITA (non lineare casa/trasferta).

Ovviamente è importante dire una cosa: per noi è impossibile sapere perché il bookmaker scelga di fare queste variazioni. Possiamo però prenderne atto e comportarci di conseguenza.

Potrebbe farlo per coprirsi da forti flussi di denaro puntati su uno specifico segno (a rigurdo ci potrebbe dare una grossa mano Asian Odds) oppure perché è in possesso di qualche informazione sul match che noi ignoriamo, o magari per altre ragioni che non c’è dato sapere.

O semplicemente perché vuole fregarci.

Un aiuto a capire qualcosa in più in questo senso potrebbero darcelo il bookmaker asiatico di cui ho parlato in questo video dedicato ad Asian Odds.

In ogni caso, le partite statistiche, non statistiche o fortemente favorite, ci danno dei segnali che non possiamo ignorare e che ci dovrebbero portare a giocare in maniera diversa, in base al match che abbiamo davanti.

Ecco quindi un rapido riassunto di come ci dovremmo comportare con questi match:

Le Partite Statistiche

Con questo genere di partite si possono studiare tutte le tipologie di mercato: 1×2, under-over, gol-nogol, multigol, ecc.

Dovremo ovviamente fare attenzione al fatto che la differenza di quota non sia al rialzo (ad esempio che l’esito 1 offerto non sia più alto dell’esito 1 reale) e, nel caso, cautelarci con una doppia chance. Ma sarebbe comunque un segno fisso giocabile.

Tra le partite statistiche, inoltre, possiamo fare anche un’ulteriore distinzione che io ho definito “a scaletta”:

  • quando il segno 1 è più basso del segno X, e il segno X è più basso del segno 2 facendo così una scaletta 1-X-2 (o viceversa, 2-X-1) si possono giocare addirittura i risultati esatti.
  • quando la scaletta è sfalsata invece (segno 1 più basso del segno X, ma segno X più alto del segno 2 a formare la scaletta 1-2-X o 2-1-x) non si rischia il risultato esatto ma ci si dedica al resto dei mercati.

Le Partite Non Statistiche

Quando ci troviamo a studiare una partita non statistica, l’ideale, sarebbe evitare di giocare sia gli esiti fissi 1X2 che – in caso di quote particolarmente alte – quelli delle doppie chance: sarebbe consigliato cioè dedicarsi al mercato dei gol (under-over, gol-nogol, multigol, ecc).

Questo perché quando le squadre tendono a segnare (o a non farlo) mantengono il proprio atteggiamento offensivo (o difensivo) indipendentemente dall’avversario che hanno davanti.

Questo fa si che l‘andamento statistico sugli esiti dei gol venga rispettato con maggior probabilità anche quando i bookmakers ci offrono delle quote potenzialmente ingannevoli sulla 1X2.

Se non sai come si calcola l’andamento statistico di un evento, non preoccuparti: il mio libro Metodo Stats4Bets (il libro di betting più venduto in Italia disponibile su Amazon!) lo svela in modo semplice e chiaro, adatto anche ai meno esperti.

Le Partite Con Una Forte Favorita

Sono tutti quei match in cui il bookmaker varia la quota in maniera talmente evidente da lasciar capire che c’è una chiara favorita nel match.

Teoricamente potremmo giocare il segno 1 (o 2) in partite di questo tipo, ma dobbiamo anche avere un’accortezza:

  • se il book abbassa un esito 1 da quota 8 a quota 3 sta sicuramente dando molto più credito del reale a quella squadra, ma non è certo una quota facile da prendere giocando 1 fisso: è pur sempre una quota 3.

In questo caso, quindi, potremmo pensare di giocare il gol della squadra favorita dal book, oppure il multigol 1-3 della stessa.

Quando invece la quota viene abbassata sotto la soglia dell’1.8-1.7 possiamo pensare di giocare il segno 1 (oppure 2, in base al caso).

Bene, se sei arrivato a leggere fin qui dovresti esserti fatto un’idea molto più chiara sull’importanza del confrontare la Quota Reale con la quota offerta dai bookmakers.

Può essere un’operazione che ci porta via un po’ di tempo magari, ma è davvero tempo ben speso e che ci potrebbe evitare brutte sorprese.

Personalmente lo ritengo un aspetto fondamentale, infatti ho dedicato un’intera sezione del mio software (il SuperFoglio Stats4Bets 3.0) a questa analisi: inserendo i dati del match che voglio studiare, in meno di mezzo secondo, oltre 50 calcoli automatici mi svelano tutto quel che c’è da sapere sulle due quote.

Se sei curioso di vedere all’opera il mio SuperFoglio, ti rimando al video presente sulla pagina del sito di Stats4Bets (ci sono anche le entusiasmanti recensioni di chi lo sta già utilizzando).

Ok, adesso direi che è davvero tutto.

Fammi sapere se applichi già questo controllo quando studi un match, e come ti trovi con il riscontro sul campo 🙂

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Partite Truccate (Fixed): il flusso anomalo dei soldi su BTF Odds.

Esistono davvero le partite truccate o, in gergo, le partite fixed?

Sicurmente si, lo raccontano le cronache dei vari scandali sul calcio-scommesse che emergono di tanto in tanto.

Ti invito però a diffidare fortemente da chi vende risultati esatti o partite truccate su internet: nel 99% dei casi sono fake che cercano un allocco da spennare.

Ad ogni modo nell’articolo di oggi voglio mostrarti un sito e una metodologia di studio che può permetterti di individuare partite potenzialmente anomale.

Le definisco “potenzialmente anomale” perché la certezza che siano realmente falsate non l’avremo mai al 100%.

Con un semplice controllo, però, possiamo constatare l’effettiva presenza o meno di un’anomalia.

In particolar modo andremo a cercare un’anomalia sul flusso delle puntate.

Come individuare partite truccate o, meglio, anomale.

Il sito che utilizzo per cercare queste partite particolari si chiama BTF Odds.

(Ho girato un breve video direttamente all’interno del sito per mostrarti come funziona, puoi vederlo cliccando qui)

Proprio lo scorso venerdì (1 Novembre 2019) l’ho utilizzato per indivudare una partita anomala che ho condiviso nel mio gruppo privato di studio delle schedine FightBet.

Era un match di Serie B Scozzese: Dundee-Morton.

L’anomalia era dettata dal fatto che sul match erano state giocate circa 17.000€ (volume di gioco Betfair) mentre, sulle altre partite dello stesso campionato, non si arrivava a 3.000€ di puntate.

Inoltre, altra stranezza, ben l’86% di tutte le puntate era concentrato sul segno 1 (14.600€).

Questi sono due elementi che mi fanno pensare ad un match potenzialmente anomalo:

  • Flusso di puntate molto più alto rispetto alla media del campionato
  • Forte concentrazione di puntate su un unico segno

Un’altra cosa che ti consiglio di controllare prima di etichettare come “anomalo” un match è il campionato di riferimento.

E’ difficile che campionati di medio-alto livello siano manipolabili: è molto più probabile che, quando accade, succeda in campionati e serie minori.

Il motivo è semplice: occorrono meno soldi e c’è meno attenzione mediatica.

Prima di mostrarti come funziona dall’interno BTF Odds è giusto precisare che avevo studiato i dati di Dundee-Morton anche al SuperFoglio e, anche lì, veniva un’esito molto spostato sulla vittoria del Dundee.

Questo mi ha fatto puntare con più serenità sull’anomalia riscontrata.

Ad ogni modo, ecco il video in cui ti mostro BTF Odds dall’interno.

Spero che l’articolo ti sia utile.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

I 7 Consigli di Betting che mi hanno dato i risultati migliori.

Con la nuova stagione calcistica alle porte ho pensato di riassumere i 7 consigli di betting, con strategie e tecniche testate e facili da mettere in pratica, che lo scorso anno mi hanno dato i risultati migliori.

Sono concetti di cui ho parlato durante l’anno sia sul blog che su YouTube, quindi se sei un affezionato di Stats4Bets potresti averli già sentiti.

Se è la prima volta che mi leggi, invece, potresti trovare qualche novità interessante.

In entrambi i casi, comunque, sono argomenti che è bene prendere in mano perché importanti da conoscere se si vuole fronteggiare i bookmakers in modo ragionato e consapevole.

Sono tecniche e strategie che applico quotidianamente nel mio gruppo privato.

1) Metodo Investimento: gestire il budget come un broker finanziario.

Prima di inizare con le strategie per studiare le partite è bene capire come utilizzare il nostro budget.

Il Metodo Investimento è un sistema di money management semplice e affidabile, adatto a tutte le tasche.

Metterlo in pratica ti aiuterà a fare puntate consapevoli, generando un utile progressivo senza sottomettere ad un rischio eccessivo il tuo salvadanaio.

Ho dedicato un intero articolo al Metodo Investimento, le linee guida però sono queste:

  • suddividere le puntate in blocchi;
  • ogni blocco è composto da 3 giocate;
  • su ogni blocco va utilizzato (in totale) il 10% del nostro budget;
  • una singola (quota tra 1,55 e 2) servirà per recuperare il 10%;
  • una multipla (quota tra 2 e 5) servirà per generare profitto;
  • una giocata pazza (quota libera) servirà per tentare il colpaccio.

Seguendo questi semplici passaggi inizierai ad utilizzare il budget come un broker finanziario (per eventuali dubbi ti consiglio di leggere l’articolo originale).

Guarda il video dedicato al Metodo Investimento:

 

2) Suddividere il Budget delle scommesse in modo facile.

Se pensi che il Metodo Investimento sia troppo complicato (ti assicuro che non lo è) o non adatto al tuo modo di giocare, ti propongo questo secondo metodo di gestione del Budget davvero facile e basilare.

Queste le linee guida:

  • dalla 1° alla 10° giornata di campionato far finta di avere a disposizione solo il 50% del proprio budget;
  • dalla 11° alle 32-34° giornata di campionato integrare anche il restante 50% di budget;
  • dalla 34° giornata fino a fine campionato diminuire il budget dal 30 al 50% in base all’affidabilità del match.

Anche in questo caso per approfondire meglio ti consiglio l’articolo originale.

 

3) Metodo della Favorita (scala pura 1X2 – 2X1).

Dopo aver visto due strategie per la gestione del budget entriamo nel vivo dello studio delle partite e parliamo di una delle mie tecniche preferite, quella del Metodo della Favorita.

E’ una strategia di betting da professionisti.

Queste sono le sue linee guida:

  • scelgo le partite in cui il bookmaker offre le quote (dalla più bassa alla più alta) in scala 1X2 o 2X1;
  • calcolo la Quota Reale Allibrata di quei match;
  • mantengo solo le partite in cui sia la Quota Reale Allibrata che la quota offerta dal bookmaker facciano una “scala” (dal più basso al più alto) 1X2 o 2X1.

Perché è utile questa tecnica? Te lo dico subito.

Se sia il valore matematico del campo che le quote del bookmaker non prevedono risultati a sorpresa, è molto più facile immaginare la vittoria della squadra favorita.

Per approfondire leggi l’articolo originale o guarda il video dedicato al Metodo della Favorita.

 

4) Giocare OVER 2.5 grazie alla quota dell’esito GOL.

Dopo aver visto una tecnica di betting dedicata agli esiti 1X2, vediamone una basata sul mercato dei GOL e, in particolar modo, relativa all’OVER 2.5.

E’ una strategia semplice ma decisamente efficace:

  • scelgo partite in cui le squadre hanno un buon range statistico sull’esito OVER 2.5 (superiore al 55-57%);
  • scelgo partite in cui la quota dell’esito GOL è più bassa rispetto a quella dell’esito OVER 2.5.

Puoi approfondire questa tecnica guardando il video che gli ho dedicato.

 

5) Gol Trasferta della squadra sfavorita.

La tecnica di betting che sto per presentarti si riferisce sempre al mercato dei “gol”, ma sfrutta le quote del mercato 1X2.

La caratteristica principale di questa strategia sta nel ricercare un abbassamento (rispetto alla Quota Reale Allibrata) della quota offerta dal book sull’esito 2.

In questo caso, se la squadra in trasferta è sfavorita, non punteremo sulla sua vittoria ma sul fatto che possa segnare.

Sceglieremo quindi “gol trasferta” o “multigol 1-3 trasferta” perché è raro che una squadra sfavorita segni più di 3 gol fuori casa.

Per approfondire al meglio questa strategia puoi vedere il video completo in cui spiego i suoi parametri.

 

6) La Variazione della Quota.

Questo è un argomento di cui ho fatto solo un accenno, tempo fa, in un video su YouTube, perché viene spiegato più diffusamente all’interno del corso su Asian Odds.

E’ infatti una strategia avanzata con cui fronteggiare il bookmaker.

Vediamo comunque di scoprirne i concetti basilari.

Molti non sanno che le variazioni di quota avvengono per due motivi:

  • variazione diretta, quando è voluta direttamente dal bookmaker;
  • variazione indiretta, quando il bookmaker fronteggia i flussi di denaro alzando o abbassando le quote in realazione alle puntate.

Purtroppo sui nostri book non è possibile capire il tipo di variazione che abbiamo difronte: non ci sono indicazioni a riguardo.

Su Asian Odds, invece, il bookmaker asiatico ci permette di capirlo: un motivo in più per cui, se vuoi intramprendere un percorso da professionista, devi conoscere il bookmaker asiatico.

 

7) L’inganno dell’abbassammento della Quota.

Sempre legato all’argomento “quota” parliamo adesso del possibile inganno che si nasconde dietro l’abbassamento di una quota.

E’ convinzione diffusa (e sbagliata) che, quando i bookmakers abbassano una quota, è perché uscirà quell’esito.

E’ una falsa verità che non tiene conto di due fattori:

  1. prima di poter dire che una quota è in calo dobbiamo conoscere la sua Quota Reale Allibrata: senza conoscere il “punto di partenza” della quota, come possiamo sapere se sta realmente scendendo oppure no?
  2. spesso si attribuisce il calo della quota guardando 1 o 2 bookmakers, mentre nel mondo ce ne sono decine e decine. Cosa fanno tutti gli altri?

Sarebbe opportuno scoprirlo studiando appositi siti come Odds Math o Odds Portal (nel corso su Asian Odds ci sono video specifici per imparare ad utilizzarli al meglio).

Per approfondire questo settimo punto ti consiglio di leggere l’articolo originale che ho dedicato all’abbassamento della quota.

Bene, visto quest’ultimo punto direi che ci siamo: ti ho riassunto i 7 consigli di betting che lo scorso anno mi hanno portato ai risultati migliori.

 

Spero che questo articolo possa esserti utile, fammi sapere nei commenti quali sono le tecniche che hanno aiutato maggiormente le tue vittorie lo scorso anno.

In bocca al lupo per le tue schedine.

Alessandro Stats4Bets

PS: per padroneggiare queste e molte altre tecniche che ti trasformeranno in un professionista ho ideato due super prodotti che stanno avendo recensioni e risultati spettacolari.

  1. L’ormai mitico software SuperFoglio Stats4Bets 4.0 (più di 500 appassionati come te lo usano con risultati stratosferici);

  2. Il corso avanzato Asian Secrets (oltre 100 studenti divenuti veri e propri professionisti) per impossessarsi delle conoscenze definitive con cui affrontare i book.

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Gruppo privato telegram, SuperFoglio e una storia: annunci “shock”.

Oggi scrivo questo articolo perché devo fare due annunci “shoccanti” e condividere una storia vera.

Sarà una post leggermente più lungo del solito, ma ne varrà la pena.

Iniziamo.

Ieri mattina nel mio gruppo Telegram gratuito ho condiviso 3 schedine, per una vincita complessiva di quasi 1000 euro (non le pubblico anche qui per evitare blocchi al sito, le trovi su Telegram).

Sono 3 giocate di Dario, un ragazzo che – come moltissimi in questo periodo – ha vissuto delle difficoltà a causa del coronavirus.

Quello che mi ha colpito maggiormente della sua email è la parte in cui quasi “si scusa” delle cifre giocate, perché medio-alte.

Quel che ho risposto a Dario, però, è che non doveva scusarsi: non c’è da vergognarsi nel vivere il betting come una cosa seria, così come non ce n’è nel viverlo come passatempo domenicale.

Io non sono contrario alle giocate alte, così come non sono contrario alle giocate basse.

Io sono contrario alle giocate fatte senza intelligenza, senza studio e senza preparazione.

Moltissimi dei miei clienti fanno del betting un secondo lavoro.

Per alcuni è addirittura l’unico.

E anche per me è così: un lavoro a tutti gli effetti (ne ho parlato in questo articolo).

Quindi non credo ci sia nulla di male nel viverlo in modo professionale, o semi-professionale.

Il problema, semmai, è affrontarlo andando allo sbaraglio.

E bada bene: con questo non intendo dire che devi comprare per forza il mio software.

Qualunque software, qualunque metodo, va bene.

Purché realizzato da professionisti.

Ma se pensi che il betting sia comprare le partite fixed su Instagram o i risultati esatti su Facebook, allora in quel caso ti consiglierei di lasciar perdere.

E lo dico per te, non per me.

Per quanto mi riguarda ognuno è libero di buttare i propri soldi come meglio crede.

Anche regalando 150€ a qualcuno pensando che gli darà una “partita truccata”.

Se ci credi, va bene.

Ma quello non è betting: è l’oroscopo.

Quindi ritengo che la storia di Dario possa essere di insegnamento, per capire come approcciarsi nel modo corretto alle scommesse: studio, impegno, voglia di migliorarsi.

Nessuno regala soldi, tanto meno i bookmakers.

Questa testimonianza, inoltre, mi da lo spunto per una riflessione.

E questa riflessione mi porta ad un primo annuncio rivoluzionario.

Il mio gruppo privato Telegram non sarà più a pagamento e avrà accesso illimitato.

Ci pensavo da tempo, e questo periodo di quarantena me ne ha dato la conferma.

La cosa che ho vissuto, da sempre, come più stressante in assoluto del mio lavoro non è studiare 100 partite al giorno, ma sbagliare un pronostico nel gruppo privato Telegram.

Il motivo è semplice.

Se sbaglio nei video su YouTube, che sono gratuiti, non avverto l’ansia dell’errore.

Perché penso “Ho sbagliato, mi dispiace, però pazienza: è gratis.

Se sbaglio nel gruppo privato Telegram invece avverto l’ansia di aver fatto sbagliare centinaia di persone che hanno pagato per essere lì.

E non conta che siamo in attivo da più di 2 anni: mi pesa ogni singolo errore.

Attualmente nel gruppo privato Telegram ci sono più di 320 persone, e possono confermarlo: se sbaglio una partita mi scuso 10 volte, anche quando vengo da 10 vincite consecutive.

E’ il mio modo di essere che mi porta a vivere male questa situazione, e ragionavo da tempo su come poterla risolvere.

Il periodo della quarantena è stato illuminante.

Ho infatti “sospeso” gli abbonamenti, continuando però a studiare le partite quando c’erano.

Abbiamo fatto ottime casse grazie ai campionati di Nicaragua e Bielorussia.

Allo stesso tempo, quasi per magia, mi sono accorto che il tutto era diventato molto meno stressante.

Gli abbonamenti sospesi significavano infatti che il periodo a pagamento sarebbe stato recuperato in seguito e quindi, di fatto, si stava dentro gratis.

Si innescava lo stesso meccanismo dei video su YouTube.

Studio al meglio per vincere però, se sbaglio, pazienza: è gratis.

Da li ho capito che per vivere sereno dovevo continuare su questa strada: rendere gratuito il gruppo privato Telegram.

Anche perché il mio rendimento, fortunatamente, non ne risente: gratis o no, ne vinco sempre tante 🙂

Che succede ora?

Ovviamente non posso aprire tutto, a tutti, da un giorno all’altro: non sarebbe giusto verso chi ha abbonamenti attivi con periodi già pagati di cui dover ancora usufruire.

Devo tutelare chi mi ha dato fiducia finora.

Quindi serviva una via di mezzo che accontentasse tutti, senza fare torto a nessuno.

Ecco dunque la prima parte dell’annuncio:

Chi oggi (12.05.20) è nel gruppo privato Telegram per aver acquistato un abbonamento, ci resterà per sempre.

E’ una novità di cui non li avevo avvisati.

I ragazzi lo stanno scoprendo ora, da queste righe.

Penso li farà contenti 🙂

L’annuncio ha però anche una seconda parte, che non è meno importante della prima.

Pronto?

Eccola:

A partire da oggi (12-05-20), chi entrerà nel gruppo privato Telegram acquistando il TopPlayer, ci resterà per sempre.

Si, hai letto bene.

Entri tramite abbonamento TopPlayer, e resti finché vorrai, finché esisterà il gruppo.

Attenzione però.

Ci tengo a non fare confusione su una cosa.

Sto parlando di Telegram.

Solo di Telegram.

Non del SuperFoglio. Non del software. Non dell’Area VIP del software.

Di Telegram.

L’accesso al SuperFoglio resterà a pagamento, perché il lavoro svolto e le novità che stiamo per introdurre hanno un valore assoluto che non può essere regalato.

Ne adesso, ne in futuro.

E questa precisazione mi porta a dover fare un secondo annuncio.

Molto importante.

E probabilmente meno piacevole della primo.

I pacchetti in offerta lancio sono in esaurimento.

I prezzi dovranno subire quindi un piccolo rialzo.

(Se devi rinnovare tranquillo, potrai farlo al prezzo attuale).

Immagino che chi è abituato a pensare male dirà che alzo il prezzo perché il gruppo privato Telegram diventa gratis.

Non è così.

I prezzi subiranno un rialzo perché, come è scritto sul sito, era una “offerta lancio limitata a 500 persone“: prima o poi doveva terminare.

Ti dirò di più.

Avrei preso in giro i miei clienti se avessi lasciato in eterno l’offerta lancio.

Perché significava che non era una vera offerta, ma che quello era il prezzo standard.

Quindi, per quanto possa sembrarti strano, l’aumento del prezzo è un segno di serietà da parte mia.

In ogni caso, anche stavolta, ho cercato una via di mezzo.

Una soluzione che accontenti tutti senza fare torto a nessuno.

I prezzi attuali resteranno validi fino a quando non saranno online gli aggiornamenti.

(Se non hai letto l’articolo sui prossimi aggiornamenti, ti consiglio di leggerlo qui perchè sono spaziali!)

Arrivato a questo punto, forse, potresti avere un dubbio:

Quindi quando aumentano i prezzi?

Ecco, a questo purtroppo non so risponderti con precisione.

Come spiegato nel video sugli aggiornamenti vorremmo farlo il prima possibile.

Idealmente mi piacerebbe fossero pronti entro settembre.

Se tutto fila liscio magari riusciamo anche prima.

O se invece emerge qualche intoppo si tarderà di qualche settimana.

Il lavoro di progettazione e sviluppo non sempre segue percorsi lineari: mi è impossibile stabilire una data precisa.

Fino ad allora però i prezzi resteranno bloccati e i rinnovi saranno disponibili al prezzo attuale.

Dal momento in cui metteremo online gli aggiornamenti, invece, ci sarà una rimodulazione delle proposte d’acquisto.

Bene, ora credo di averti spiegato tutto.

Ho girato anche un video per ulteriori approfondimeti sui due annunci.

Perdonami se mi sono dilungato, ho voluto spiegare per filo e per segno quel che avverrà nell’immediato e nel prossimo futuro, così da evitare fraintendimenti.

Con le decisioni annunciate oggi spero di aver garantito equità verso tutti:

  • verso chi è già mio cliente
  • verso chi vuole diventarlo
  • verso il mio lavoro

Alla fine di tutto, vivere in pace con me stesso e con i miei clienti, è la cosa che ritengo più importante.

Ci vediamo in un prossimo articolo!

Ale Stats4Bets

** AGGIORNAMENTO 15-05-2020 **

Ho ricevuto una risposta da Viviana, la mia sviluppatrice.

Gli aggiornamenti previsti per il SuperFoglio potrebbero essere pronti entro un mese, quindi la rimodulazione dei prezzi avverrà in quella data.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Vincere scommesse sul calcio: come nasce un algoritmo?

Vincere scommesse sul calcio: come nasce un algortimo?

Te lo sei mai chiesto?

E’ una domanda che personalmente mi sono posto spesso in passato, quando ancora non mi dedicavo al betting per lavoro.

Oggi, visto che è diventato la mia attività, ho pensato di raccontarti come prendono vita gli algoritmi di Stats4Bets e cosa si studia per ottenere dei pronostici per scommettere in modo affidabile.

Lo stop forzato dei campionati a causa del coronavirus mi ha dato infatti la possibilità di dedicarmi a riflessioni su alcuni aspetti che, finora, non avevo avuto modo di analizzare.

La ripresa della Serie A e di tutti gli altri campionati è dietro l’angolo, voglio farmi trovare pronto con una nuova serie di algoritmi e di pronostici per scommettere.

Ho dunque pensato di portarti “dietro le quinte” del mio SuperFoglio.

Alcuni concetti sono in grado di metterli nero su bianco, altri faccio invece fatica a spiegarli perché li ho chiari nella testa ma si incasinano quando li esprimo a parole.

D’altronde se mi leggi da un po’ lo sai anche tu: sono un nerd del betting. Adoro perdermi tra i numeri 😀

Bene, bando alle chiacchiere, iniziamo.

Come nasce un algoritmo? Come fare per vincere le scommesse sul calcio?

L’elemento chiave sono i dati, è ovvio.

Più sono i dati che abbiamo a disposizione, più sono gli incastri che riusciamo a far fare a questi dati, e maggiori sono dunque le combinazioni e le opzioni che otteniamo.

La finalità di ogni algoritmo è individuare le combinazioni (o le opzioni) che hanno maggiore stabilità.

Ossia, quelle in cui si presentano meno errori.

Grazie al database del nuovo SuperFoglio il punto di partenza della mia analisi sono state le 7330 partite disputate finora nella stagione 2019-2020.

Il mio obiettivo è creare un mostro che, con il passare dei mesi e degli anni, inglobi sempre più dati e fornisca pronostici per scommettere sempre più precisi.

L’ho detto tante volte, lo ribadisco anche ora: non arriveremo mai a pronostici che abbiano il 100% di affidabilità, questo non significa che non possiamo provarci però 🙂

Ma andiamo per gradi.

In questa fase preliminare mi sono dedicato allo studio di quattro varianti, mettendo in relazione i dati di:

  • Quota Reale Allibrata / Quota Attuale (che governa l’attuale algoritmo del SuperFoglio);
  • Quota Reale Allibrata / Quota Iniziale (o Quota Vergine);
  • Quota Iniziale (Vergine) / Quota Attuale;
  • la sola Quota Iniziale (Vergine).

Di ogni variante ho selezionato quelli che ritengo essere i tre esiti basici per la creazione di un algoritmo di betting:

  • 1-X-2
  • Under-Over 2.5
  • Gol-NoGol

Studiando questi esiti, si può generare un algoritmo su molti altri (multigol, primo tempo, ecc)

L’ultimo studio, quello della sola Quota Vergine, è stato il primo che ho abbandonato: non tiene conto delle variazioni del mercato, ed è una pecca grave, anche stando ai numeri.

Confrontando infatti i dati tra la variante solo Quota Vergine rispetto a quella Quota Inziale / Quota Vergine si riscontrano fino al 30% di errori in più nello studio della sola Quota Vergine.

Il motivo è semplice: se non valuti eventuali rialzi o abbassamenti di quota, rinunci a troppe informazioni importanti.

Quindi, studiare la sola Quota Vergine è pericoloso.

Il margine di errore si alza troppo (ne avevo già parlato anche in questo articolo).

Va utilizzata, assolutamente si, ma per essere messa in relazione prima alla Quota Reale Allibrata (per capire se il bookmaker da una quotazione statistica o meno della partita) e poi alla Quota Attuale (per capire se è in calo o rialzo, e di quanto).

Un algoritmo per le amichevoli e per le coppe.

Ho sempre detto con forza che non scommetto mai sulle amichevoli e pochissimo sulle coppe.

I motivi sono due, molto semplici:

  • non abbiamo range statistici da usare come riferimento;
  • non possiamo trovare la Quota Reale Allibrata.

Questa quarantena da coronavirus, però, mi ha messo davanti ad un’opportunità: avere davvero tanto tempo libero per pormi domande su cosa fare per migliorare ulteriormente il SuperFoglio.

E se studiassi la relazione tra Quota Iniziale e Quota Attuale (senza quella Reale Allibrata che si genera con le partite già giocate), potrei trovare un algoritmo anche per le coppe e per le amichevoli?

La risposta è si.

Analizzando le 7330 partite fin qui disputate, anche togliendo l’aspetto statistico generato dal campo, si può creare un algoritmo che ragioni solo sulle quote.

In particolar modo sulla relazione tra Quota Iniziale e Quota Attuale.

Al momento risulta un po’ meno preciso di quello che ingloba anche le statistiche, e penso che sia normale.

Probabilmente sarà sempre un po’ meno affidabile.

Ma è comunque in grado di fornire una probabilità che si verifichi (o non che non si verifichi) un determinato risultato, impossibile da valutare senza una valutazione di questo tipo.

Il lavoro già fatto è molto, quello da fare probabilmente è ancora di più, ma ne sono entusiasta.

Ho approfondito un po’ la questione in questo video, dove ti svelo anche i primi – sorprendenti – risultati che mi sono trovato davanti agli occhi.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Mi sono rotto il ca**o di questa mer*a.

Ciclicamente mi accade di essere attaccato, di essere diffamato.

Non so perché, credo di portare avanti il mio progetto senza rompere le palle a nessuno.

Ma evidentemente la mia crescita da comunque fastidio e allora, di tanto in tanto, esce qualche nuova stronzata su di me per cercare di affossarmi.

So che molti penseranno “ma che te ne frega“, “ma lasciali perdere” ecc ecc

Il problema è che in questo settore, come in molti altri della vita, ciò che conta di più è la credibilità.

E, inoltre, proprio non mi va giù che vengano scritte stronzate sul mio conto.

Quindi l’unica cosa che posso fare è rendere questi attacchi pubblici, per denunciarli con forza.

Oltre a passare alle vie legali vere e proprie ovviamente, perché da ora provvederò anche alle denunce per diffamazione.

La stronzata del giorno è questa:

HO COPIATO IL MIO LIBRO, HO COPIATO IL MIO METODO DI STUDIO DEL BETTING.

Ora, che questa sia una stronzata grossa come una casa si capisce da più cose:

  • ho scritto il libro nel 2016, se esistesse davvero questo “noto esperto di scommesse” da cui avrei copiato, le persone se ne accorgerebbero solo 4 anni dopo? E poi perché non dire il nome? Dici che ho copiato, bene dimmi da chi ho copiato, no?!
  • i feedback positivi che ricevo sarebbero falsi: ci sono 292 recensioni su Amazon, recensioni verificate da Amazon stessa. Come farei a falsificarle? E’ semplicemente ridicolo. Inoltre sul mio sito ce ne sono altre centinaia, false anche quelle?
  • “scritto grosso” che accusa è?!
  • “pieno di pubblicità”: non è vero, basta sfogliarlo per renderseno conto. C’è solo una promozione alla fine del libro.

La cosa davvero scandalosa qui è che Amazon permetta ad uno anonimo (Lombroso70) di infangare una persona che lavora mettendoci la faccia, il nome e il cognome come faccio io.

Questo è veramente scandaloso.

Perché, se del signor Lombroso70 avessi nome e cognome, non esiterei un secondo a far partire la denuncia per diffamazione.

Comunque, visto che ormai mi è partita la vena, in questo articolo scriverò davvero tutto quello che succede, perché ne ho le pa**e piene.

Ecco perché ricevo questo accuse ridicole.

Come detto in precedenza il mio libro è stato pubblicato nel 2016.

In quel momento su Amazon di testi sul betting non ce n’era praticamente neanche uno: è sufficiente andare a vedere le date di pubblicazione per rendersene conto.

Il mio Metodo Stats4Bets è diventato (e lo è stato per 3 anni) il libro di betting più venduto in Italia.

Era tornato ad esserlo anche poche settimane fa.

Se avessi copiato qualcosa, se ne sarebbero accorti prima credo, o no?

La verità è che invece, oggi, di libri sul betting ne sono usciti tantissimi e qualcuno di quelli che si pensano miei “competitorsusa queste tattiche infami per screditarmi.

Forse perché hanno scritto libri meno validi? Non lo so, la butto lì.

Da quando ho lanciato questo progetto, inoltre, di una sola persona ho apprezzato e ritentuo importante il lavoro al punto tale da nominarlo sia nel mio libro che nei miei video: l’esperto di betting Fazio.

A pagina 52 di Metodo Stats4Bets nomino lui e la sua tecnica del confronto tra quote.

Inoltre, in questo video (minuto 5:22) ribadisco l’utilità della sua strategia attribuendogli, ovviamente, la paternità della stessa.

Addirittura, quando uscì il video due anni fa, ricevetti anche un messaggio dal signor Fazio che mi ringraziava per averlo nominato nel video.

Onestamente quel giorno non pensai a salvare lo screenshot del suo messaggio, perché non mi sarei mai aspettatto di dover scrivere questo articolo due anni dopo.

Questo per chiarire che io non copio, io studio.

Studio tecniche mie e tecniche di altri.

E se uso una tecnica che non è una mia invenzione, semplicemente, cito l’inventore.

Non c’è nulla di male nell’ispirarsi al lavoro degli altri, se vengono nominati.

E io questo l’ho sempre fatto.

Quindi dire che abbia copiato il mio libro da qualcuno è, ribadisco, una stronzata pazzesca.

Scritta solo per screditarmi e magari sperare di vendere il proprio libro, evidentemente scarso.

Ma non è tutto, anzi, c’è di peggio.

Ricatti e recensioni negative fake.

Quello che molti non sanno, e che magari non si aspetterebbero, è che mi è capitato più volte di ricevere dei “ricatti” proprio riguardo le recensioni su Amazon.

Quando ho visto che era una pratica che si ripeteva, ho iniziato a salvare gli screenshoot anche di messaggi di quel genere.

Delle prime, purtroppo, non ho pensato a farlo.

Bene, questo è un tizio che voleva conoscere tutto l’algoritmo di Stats4Bets, anche la parte che tengo tutelata perché fa parte del mio software.

La sua minaccia?

Recensioni negativa, ovviamente.

Gli ho risposto che poteva mettersela nel c**o la sua recensione.

Questi altri due soggetti qui sotto, sono due che mi hanno chiesto, rispettivamente:

  • uno di entrare gratis nel mio gruppo a pagamento
  • l’altro di svelargli una formula su come si spalma l’allibramento che, anche questa, fa parte del software e che quindi non divulgo.

Ho rifiutato le richieste di entrambi, e cosa ho ottenuto?

Questo.

Ora, io non voglio dire che le recensioni negative del mio libro (che per fortuna sono solo il 10%) siano tutte pilotate.

Ci sarà qualcuno a cui non è piaciuto davvero, ed è sacrosanto che sia così.

Non sono Dante, non sono un genio, ci sta che il mio metodo non piaccia.

Ma molte, davvero molte, sono fake dei miei competitors o fatte da pezzi di m**da che hanno provato a ricattarmi per avere gratis cose che i normali clienti pagano.

Esporsi in maniera pubblica su un argomento tanto delicato come il betting sapevo che mi avrebbe portato a vivere situazioni simili.

C’è chi tenta di fregarmi contattando i miei clienti per “smezzarsi l’abbonamento“.

Per risparmiare “ben” 7€ al mese.

(Per fortuna i miei veri clienti mi vogliono bene, perché sanno l’impegno che c’è dietro al mio lavoro, e quindi mi avvisano di ogni “furbo”)

C’è chi mi accusa di scrivere cose false anche sotto gli articoli del blog, nonostante le tecniche che divulgo gratuitamente hanno portato già a decine e decine di casse.

Questo è un commento ricevuto sotto l’articolo della Formula 4: tecnica pazzesca, con già tantissime vincite all’attivo.

Online è pieno di cialtroni, gente che spera di sgraffignare quattro soldi a qualche allocco promettendo vincite sicure, metodi infallibili, gruppi super vincenti.

Poi li provi, e ti rendi conto che sei stato truffato.

Io so che con il mio progetto ho iniziato a dare fastidio a questo manipolo di rubagalline.

Ho iniziato a condividere tecniche gratis, che funzionano realmente.

Ho iniziato a spiegare gratuitamente metodi di studio basic, che altri facevano pagare.

Ho iniziato a rompere le palle insomma, perché per farmi conoscere l’unico mezzo che avevo era questo:

  • metterci la faccia
  • condividere tecniche realmente valide
  • divulgare materiale davvero utile gratuitamente
  • creare un software avanzato per studiare il betting al meglio che potessi fare

Quindi ora, l’unica cosa che possono fare questi somari, è infangare la mia credibilità.

Come?

Dicendo che copio un fantomatico esperto, che però resta anonimo.

Dicendo che prendo soldi se i miei clienti perdono (altra accusa infame subita qualche mese fa, poi prontamente ritrattata da chi la faceva).

Denigrando i miei articoli.

Questo è quello che possono fare, questo è il modo in cui si lavora in Italia.

Se si trova qualcuno che fa meglio di te, non ci si preoccupa di migliorare se stessi, ci si preoccupa di infangare chi fa le cose fatte bene.

Francamente con questi pagliacci mi ci sciacquo le p***e la mattina appena sveglio.

Però era giusto pubblicare tutto questo.

I ricatti, le recensioni fake, le critiche agli articoli.

Tutte rotture di p***e che a chi mi segue per imparare il betting non dovrebbero interessare.

E infatti magari non gli interessano.

Però è giusto che tutti lo sappiano, per rendersi conto di cosa avviene davvero dietro le quinte.

Perché se un giorno smetterò di divulgare cose gratuitamente, dedicandomi solo ai clienti paganti, uno dei motivi sarà questo.

Mi sono rotto il cazzo!

E lo pubblico anche per spiegare perché, per me, sono così importanti le recensioni dei miei clienti.

Perché mi aiutano a contrastare questa marmaglia.

Non lo faccio per solleticarmi l’ego, non lo faccio per sentirmi figo.

Le recensioni dei miei clienti mi aiutano a contrastare il fango gratuito che mi tirano addosso questi somari, solo perché non sono capaci di fare qualcosa di meglio nella loro vita.

Penso di aver finito, avrei potuto dedicare il tempo perso a scrivere di questi pagliacci a cose più utili.

Avrei potuto lavorare al software, studiare partite, testare tecniche.

Questo è il mio lavoro.

Ma erano cose che andavano dette, erano cose che andavano denunciate, perché è giusto che tutti le sappiano.

Buona giornata.

Alessandro Stats4Bets

** Aggiornamento: anche stavolta i fatti mi danno ragione. Amazon ha riconosciuto la recensione fake sul libro copiato, e l’ha cancellata **


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Come si studia il Betting? (Raccolta in aggiornamento)

*AGGIORNAMENTO: HO RACCOLTO IN QUESTO ARTICOLO TUTTI I VIDEO DELLA SERIE “COME SI STUDIA IL BETTING”.

Visto che il primo video che aveva dato origine a questa serie ha riscosso molto successo, ne ho girati altri.

Cerco sempre di fare analisi di partite ed esiti un po’ complicati, perché penso che far vedere quanto sia facile studiare eventi semplici non sia una cosa di grande utilità o valore.

Con gli esiti difficili è sicuramente più facile sbagliare ma mi permette di dimostrare in maniera reale come si possa studiare qualunque tipo di partita per poi, in base alla difficoltà, regolarsi con il budget.

I video sono raccolti qui di seguito così da non dover scrivere ogni volta un nuovo articolo.

Alcuni post di analisi non sono in video, vengono pubblicati su Telegram come semplici post come questo sul Boca (che ha vinto 0-4).

Per non perderteli entra nel canale Telegram gratuito cliccando qui.

L’articolo originale che ha dato vita al progetto era questo:

Sono SuperFelice!

Se hai visto su YouTube il primo video della serie “come si studia il betting” su Wolves-Liverpool ti sarai reso conto il match è finito esattamente come avevo previsto non io, o il SuperFoglio.

E’ finito come aveva previsto il bookmaker.

Il SuperFoglio ha solo evidenziato quei dati, in cui si nascondeva la verità del book.

Io ho solo girato il video per rispondere ad una delle domande che mi fanno più spesso: come devo studiare le partite?

Come si studia il Betting?

So che i “guru” su internet parlano di spaccare i book, distruggere i book, sbancare i book.

Sono cazzate, lascia che te lo dica.

Probabilmente usano quei termini perché lo scommettitore medio, mediamente credulone, ne è attratto.

Ma i book non li distruggono di certo, anzi.

I bookmakers sono sempre più ricchi proprio grazie ai soldi persi dai creduloni o da chi cerca trucchi.

Non esistono trucchi.

Il betting si studia, non si indovina.

L’unica strategia realmente vincente nel tempo è quella in cui non ci si mette CONTRO il bookmaker.

Ma al suo fianco.

Studiandone le mosse, spiandone i più insignificanti (per la maggior parte degli scommettitori) movimenti.

Se capisci quello che fa il book, capisci dove è meglio puntare.

Oppure capisci che quel match va evitato.

La fortuna che ho avuto è che i miei insegnanti di betting (gente di strada non guru su Instagram) mi hanno trasmesso questo concetto fino alla nausea.

Io poi sono stato costante nello studiarlo fino allo sfinimento, mettendo sotto la lente di ingrandimento ogni dato.

Ecco.

Il SuperFoglio è una gigantesca lente di ingrandimento sulle astuzie dei bookmakers.

Hai presente quelle frasi scritte in piccolo, alla fine dei contratti?

Grazie al nuovo SuperFoglio non esisteranno più frasi che si leggono poco.

Se il bookmaker scrive una frase su quella partita, noi la leggiamo con chiarezza.

Questo è.

Questo fa.

Con quello di ieri mi piacerebbe si inaugurasse una serie di video simili, in cui analizzare un match per spiegare – secondo me – come si studia il betting.

Se ti piace l’idea, lascia un like al video.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Truffe Betting: Risultati Esatti e Altre Riflessioni.

Oggi purtroppo devo tornare a parlare di un tema spinoso, già dibattuto in passato: le truffe nel betting.

Due truffe, in particolare.

La prima riguarda i miei prodotti: oltre ad Amazon per il libro, l’unico sito autorizzato alla vendita dei miei prodotti è www.stats4bets.it

Qualunque altro acquisto, su qualunque altro sito che promette i miei prodotti, è una truffa.

Stai attento perché so che c’è chi ci prova: denuncialo subito se ti capita.

La seconda truffa è quella sui match truccati.

Ho ricevuto una mail proprio questa notte:

Mi dispiace da morire che c’è ancora qualcuno che si fa derubare in questo modo.

Non si può pensare di acquistare dei risultati esatti di partite truccate.

Le partite truccate esistono, ma di certo non ne vendono i risultati su internet.

Ovviamente mi dispiace per il ragazzo, non è un mio cliente e magari neanche lo diventerà perché “scottato” da questa precedente esperienza.

Le truffe infatti minano anche la credibilità dei Tipster professionisti.

Veniamo tutti accusati di essere fake.

Io, fortunatamente, ricevo pochi attacchi di questo genere.

Però non è mai piacevole, devo essere onesto.

Ho deciso quindi di scrivere questo articolo che non parla di betting o di tecniche di studio, ma che vuole essere una riflessione fatta da questo lato della barricata.

Comprendo gli scettici: sono persone che sono state fregate, come Cristian.

Per una volta, però, vorrei provare a spiegare cosa provo io nel ricevere commenti di questo tipo.

 



Questi sono alcuni commenti apparsi negli ultimi giorni sui miei social.

La mia forza è che non mi lascio abbattere da nulla, rispondo per le rime agli idioti e – in definitiva – non mi frega molto di quando qualcuno mi da contro.

Ci tengo però a spiegare, a tutte le persone intelligenti con cui si può instaurare una discussione serena, il mio punto di vista.

1) Perchè il SuperFoglio non è gratis: per imparare a usarlo.

Il primo motivo per il quale non è gratis è semplice: è uno strumento di studio, occorre dedicargli un po’ di tempo per studiarlo e imparare a usarlo.

Fare una prova gratuita di un giorno o di una settimana, senza avere il tempo di imparare a usarlo, sarebbe quasi del tutto inutile.

Acquistandolo, infatti, si ricevono 2 mini-corsi da 4 video ciascuno che insegnano tutte le tecniche per un’analisi da professionisti.

Non si vincono 100 schedine il primo giorno.

Prima si impara a studiare, si fanno prove senza soldi, si studia.

Poi si ottengono risultati.

Alcuni anche clamorosi.

Ieri ho preso 24 esiti su 24 (puoi vederlo cliccando qui) e nel gruppo Telegram ho pubblicato schedine che superano i 5.000€ vinti in un solo giorno (guardale da qui): Giuseppe, un mio cliente storico, ha vinto 1.570 € con una giocata da 2€. Non dico bugie: la foto è su Telegram.

Questi non sono risultati che si ottengono dopo 1 giorno.

Ci vuole un po’ di studio.

Non è complicato usarlo, ma almeno qualche giorno serve.

Poi c’è chi è più rapido, e ottiene risultati prima.

Io comunque, dei giorni di solo studio senza metterci soldi, li consiglierei a tutti.

Quindi, il primo motivo per cui non è gratis è questo: darlo gratis per un giorno o per una settimana sarebbe quasi inutile senza i corsi.

2) Perché il SuperFoglio non è gratis: ringraziamo i “furbi”.

Il secondo motivo è sconcertante: ho chiesto al bookmaker asiatico BookOdds di far provare gratis il loro sito ai miei followers.

Poco dopo ho saputo che diversi di loro hanno creato 3-4-5 email per avere, con ogni email, una settimana gratis in più.

Ma come?

Io chiedo il favore a BookOdds di far accedere senza pagare chi mi segue, e alcuni si comportano così?

Quando il gestore di BookOdds me lo ha detto mi sono sentito in forte imbarazzo.

Addirittura, uno di questi furbacchioni, mi ha chiesto se la mettevo in contatto con altri utenti per dividersi la spesa di BookOdds (17€ al mese).

Una follia.

Questo mi ha fatto capire che se mettevo la prova gratuita anche per il SuperFoglio avrei assistito a situazioni di questo genere.

E devo essere onesto: quelli che si pensano “furbi” io non li sopporto.

Quindi, per il secondo motivo bisogna ringraziare i furbi.

3) Perchè il SuperFoglio non è gratis: i costi.

Anche l’ultimo motivo è molto semplice: non è gratis perché non è stato gratis realizzarlo.

Solo di server, su cui girano gli algortimi che elaborano i dati, mi costa 1.500€ ogni anno.

Altri 600€ ogni anno costa il noleggio dei dati.

C’è poi:

  • lo sviluppatore che si occupa di tutta la parte web;
  • il sistemista che gestisce i server;
  • il grafico per rendere tutto utilizzabile sia da pc, da tablet o smartphone.

Tre persone da pagare, ogni volta che c’è anche solo un minimo problema.

Vuoi sapere a quanto siamo arrivati come spesa?

Credimi: non lo vuoi sapere davvero.

Perché se lo sapessi ti chiederesti “chi te lo fa fare?“.

Arrivati a questo punto, infine, ci sarebbe anche il mio lavoro: sviluppare tutti gli algoritmi presenti nel SuperFoglio è costato mesi di lavoro.

Per l’esattezza 14 mesi di lavoro.

Considerando che ho lavorato di notte, di sabato, di domenica, ho calcolato di averci sputato lacrime e sangue all’incirca per 1.700 ore.

Mille e settecento ore di lavoro.

Immaginiamo di venir pagato con lo stesso compenso di una collaboratrice domestica: 7 euro l’ora.

Sarebbero altre 12.000 euro da sommare a tutto quanto detto sopra.

Ecco, il terzo motivo per cui non è gratis è questo: non si può lavorare gratis.

Anche perché il prezzo a cui viene venduto è ridicolo: 23 centesimi al giorno.

Conclusioni.

Spero che ora il quadro della situazione sia un po’ più chiaro.

Spero di essere riuscito a far capire, in poche righe, come la vivo io.

Comprendo gli scettici, ma so che sono nel giusto comportandomi così.

Non sono un boia, non mi ci sento e non mi sta bene che anche solo una persona mi accusi di esserlo.

Ogni settimana condivido video, articoli, post con pronostici, spiegazioni e analisi di betting.

Sono sempre, tutte, completamente gratis.

Perché vengono prese in considerazione solo da poche persone?

(Casualmente poi sono proprio le persone che ottengono i risultati migliori)

Perché molti non vogliono studiare, però pretendono il software gratis?

(Addirittura uno di quelli di cui ho messo lo screeshoot prima definisce il mio libro “una merda”, però poi vuole il SuperFoglio!!)

Molti, troppi, vedono nel betting solo i soldi facili.

Non è così: il betting è studio e impegno.

E’ questo che fa vincere, non altro.

Io lo vivo così, quindi così mi comporto.

Chi ha bisogno, giustamente, di avere altre conferme prima di decidere se acquistare o meno il SuperFoglio può farlo da qui:

Chi mi segue, sa come lavoro, sa l’impegno che ci metto e lo ha già acquistato, invece, sta ottenendo i risultati incredibili che pubblico tutti i giorni sui social.

Cliccando qui puoi leggere alcune delle loro recensioni entusiaste.

Ora credo di averti detto davvero tutto.

Spero di essere riuscito a trasmetterti come si vive da questo lato: grandi soddisfazioni, ma anche tanto impegno.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: con le 250€ buttate per ottenere un “match truccato”, Cristian avrebbe pagato 2 anni e mezzo di SuperFoglio. Non farti truffare: il betting si studia, non si indovina.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Nuovo SuperFoglio: come funziona? Vediamolo insieme.

Negli ultimi 3 giorni ho ricevuto più di 400 email.

Oltre 200 da chi è già diventato cliente del nuovo SuperFoglio, e altrettante da chi è interessato a diventarlo.

Sono veramente orgoglioso, e grato, delle incredibili recensioni che sto ricevendo.

Ma ho deciso di scrivere questo articolo per aiutare invece chi, giustamente, ha ancora bisogno di acquisire maggiori informazioni e notizie sul mio software prima di decidere se può essergli utile oppure no.

Ho elaborato quindi una vivisezione del software, per mostrarne ogni sua parte in maniera ancora più chiara di quel che potrebbe apparire dai miei video su YouTube.

Bene, iniziamo.

Ricerca per Range Statistici.

La prima modalità di selezione delle partite è quella di ricerca per range statistico.

Ogni giorno il SuperFoglio seleziona, sugli 82 campionati disponibili (altri ne saranno aggiunti a breve), le migliori statistiche relative agli esiti:

  • 1
  • X
  • 2
  • 1X
  • X2
  • 12
  • 1 Primo Tempo
  • X Primo Tempo
  • 2 Primo Tempo

 

La stessa cosa avviene anche per il mercato dei gol.

Tutti gli UNDER-OVER da 1.5 a 3.5 (più alti e più bassi di queste soglie hanno statistiche talmente alte o basse che non ha molto senso calcolarle).

Poi GOL-NOGOL, MULTIGOL 1-3 e 2-4 (compresi casa e trasferta).

 

Odds Secrets.

Nel menu delle Odds Secrets ci sono tre opzioni di ricerca:

E’ possibile, ad esempio, selezionare tutti gli esiti 1 sotto quota 2,00 (o ricerche simili).

Area VIP Club.

L’ultimo dei menu in alto è rappresentato dall’Area VIP Club: il mio canale scommesse Telegram che, oltre al classico gruppo su Telegram appunto, ha anche un’area riservata del sito.

Nella pagina FightBet 2.0 condivido i miei studi (circa 70-80 partite a settimana in base al palinsesto).

Nella pagina AutomatiBet invece, l’algoritmo, estrapola in modo autonomo ogni giorno (sempre in base al palinsesto) match adatti ad una giocata da Metodo Investimento.

Le altre due pagine (Metodo Investimento e Copertura Multipla) sono due tools che aiutano nell’elaborazione del corretto importo da utilizzare per impostare una giocata in maniera oculata.

 

Dentro il match.

Esaurita la spiegazione di come funziona il menu in alto, entriamo nel singolo match.

Prima è bene dire che si può anche selezionare i campionati in base alla nazione, questo è abbastanza classico.

Dunque, dicevamo: entriamo nel match.

 

La prima cosa che vediamo è il “riassunto” che ci offre l’algortimo MindBet su 1X2 e mercato dei gol (basato su statistiche, quote, sottofrequenze e allibramenti: leggi l’articolo che lo spiega).

Personalmente sconsiglio di affidarsi solo a questa sezione: nel resto della pagina ci sono oltre 190 dati, sarebbe veramente riduttivo affidarsi solo a quello che “pensa” l’algoritmo, senza metterci il proprio ragionamento.

Sono in arrivo, a breve, i risultati esatti.

La voce “Scala” ci indica se il match ha i requisiti del Metodo della Favorita e, se si, con quale Scala: Pura o Impura.

Infine c’è anche la mia visione del match: se è un match che ho studiato anche io, appare l’esito che ho selezionato per quella partita.

Questo può aiutare, sopratutto i meno esperti, a capire come indirizzo i miei studi.

Probabilità Statistiche, Analisi Quote e Allibramenti.

Questo, per me, è il cuore del software.

Ci sono tutti i dati necessari per effettuare uno studio serio e approfondito di una partita:

I dati proposti riguardano tutti gli esiti visibili in foto.

 

 

Altri dati sulle partite.

So che potrei sembrare un pazzo, ma tutto quel che abbiamo visto finora, a me, non bastava.

L’ho detto e lo ripeto:

Il betting si studia, non si indovina.

Per questo motivo ho inserito altri dati che potevano servirmi per studiare: quelli relativi alla 1X2.

 

E quelli relativi ai gol.

 

C’è tutto: dagli esiti GOL-NOGOL e UNDER-OVER fino a quante volte le squadre hanno mantenuto la porta inviolata, o sono state senza segnare, in casa e in trasferta.

In totale ci sono oltre 190 dati a partita.

E altri ne arriveranno, perché questo per me è solo l’inizio del progetto.

Ho altre 1000 idee da implementare e, insieme alla mia sviluppatrice di fiducia, abbiamo già iniziato a lavorarci.

Tutti i futuri aggiornamenti saranno gratuti per chi già lo possiede.

Oltre 200 tipster entusiasti in meno di 5 giorni: leggi le recensioni.

Restano meno di 300 pacchetti a prezzo lancio, dopo di che ci sarà un aumento del costo.

Penso con questo articolo di averti mostrato davvero tutto ciò che si poteva mostrare sul Nuovo SuperFoglio.

Spero ti sia piaciuto.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Nuovo algoritmo MindBet: la mentalità da betting.

Il 02-02-2020 è ormai alle spalle e il nuovo software per lo studio del betting è stato finalmente presentato.

In questo articolo voglio dunque condividere con te i miei ultimi 14 mesi di lavoro, durante i quali mi sono dedicato allo studio e alla creazione del nuovo algoritmo MindBet che caratterizza il SuperFoglio.

MindBet rappresenta ciò che io definisco la “mentalità da betting“.

Con questo termine identifico la capacità dei tipster più esperti di relazionarsi con gli esiti, senza lasciarsi condizionare dalla quota (se più alta o se troppo bassa) o dalla probabilità di vittoria (se molto favorita o poco probabile).

Il MindBet è la capacità analitica di guardare le releazioni che si creano tra tutti gli elementi (statistiche, quote, allibramenti, ecc) e, in base a queste, selezionare l’esito più adatto per ogni specifico match.

Le recensioni di chi ha usato la versione primitiva del SuperFoglio sono state entusiaste (puoi leggerle cliccando qui).

Con MindBet ho cercato di approfondire ancora di più lo studio, inserendo degli elementi innovativi che, da quel che so, non sono mai stati sperimentati prima da altri esperti del settore.

Il nuovo algoritmo ragiona come il cervello di un Bookmaker, generando una statistica avanzata che mette in relazione:

  • Metodo Statistico
  • Quota Reale Allibrata (QRA)
  • Confronto QRA – Quota Bookmaker
  • Allibramento
  • Come è spalmato l’Allibramento
  • Quota Vergine
  • Drop di Quota
  • Sottofrequenze Statistiche
  • Quota Bookmaker senza l’Allibramento

In particolar modo su queste ultime due voci mi piacerebbe mettere l’accento, perché sono delle vere novità e perché, immagino, siano meno conosciute rispetto agli altri elementi di cui parlo ormai da anni sia qui sul blog che nei video su YouTube.

Quota Bookmaker Senza Allibramento.

Non ricordo esattamente quante notti ho impiegato prima di trovare il calcolo esatto.

Ma alla fine ci sono riuscito: ho trovato il modo per calcolare la quota vergine del bookmaker SENZA allibramento.

Questo è un elemento che non appare sullo schermo, perché non è tanto importante vedere il dato in se quanto piuttosto trasformarlo in percentuale per inserirlo nel range statistico che poi il SuperFoglio ci suggerisce.

(Un altro motivo è che non voglio permettere, a chi copia i miei metodi per poi rivenderli, di studiare le formule per trovarla.)

Sottofrequenze Statistiche (articolo completo qui).

Le sottofrequenze sono il secondo elemento di novità e, per farla breve, funzionano così:

le sottofrequenze contano tutte le volte in cui, a parità di condizioni di range statistico, quota, ecc si è verificato un determinato esito.

Capiterà così, in modo decisamente sorprendente, di scoprire dei bug statistici.

Cosa significa?

Significa, ad esempio, che le partite con la squadra in casa decisamente più forte, se proposta ad una determinata quota, finiscono con l’esito 2 più volte di quel che avremmo mai potuto immaginare.

In quel caso l’algoritmo ci suggerisce dunque un “Rischia 1-2” anziche 1 o 1x, proprio perché l’esito 2 è l’elemento a sorpresa che si è presentato più volte nelle sottofrequenze precedenti.

Questo è solo un esempio, ma il ragionamento avviene per tutti gli esiti.

In alcuni casi le sottofrequenze confermano il trand generale, in altri invece suggeriscono un esito a sorpresa alternativo.

Come MindBet Suggerisce gli Esiti.

Un ulteriore elemento di novità che ho voluto inserire nel nuovo SuperFoglio è il modo in cui l’algoritmo “suggerisce” gli esiti.

Un “esito 1” può infatti essere interpretato in modi diversi, anche quando la percentuale statistica è la stessa.

Mi spiego meglio.

Un esito 1 con il 52% di probabilità potrebbe essere un Ottimo 1, se la relazione tra le quote è in calo, o se l’allibramento è molto spalmato sull’1 stesso, ecc.

Mentre lo stesso 1, sempre al 52%, potrebbe essere un Possibile 1 o Copri 1X se la quota è non statistica, oppure in rialzo, se c’è poco allibramento o se la sottofrequenza lo sconsiglia.

Anche in questo caso MindBet cerca di ragionare come farebbe il cervello umano.

Nello specifico cerca di ragionare come farei io: se l’esito è un Possibile 1, non sarà un match su cui mettere troppo budget.

Magari sarebbe da cautelarei con una 1X oppure, anche assecondando l’esito 1, lo usarei riducendo il mio budget di riferimento.

Questa è la mentalità da Betting per me: la capacità di relazionare tra loro gli elementi, e scegliere l’esito più adatto a cui attribuire il giusto budget.

Questo, ovviamente, non significa giocarsi casa su un Ottimo 1: la gestione del budget deve comunque essere fatta in maniera professionale.

Io, ad esempio, utilizzo il Metodo Investimento: se non lo conosci, clicca qui.

Questi sono gli esiti generati da MindBet:

  • Ottimo 1
  • Probabile 1
  • Possibile 1
  • 1 Incerto
  • Buono 1X
  • Copri 1X
  • Rischia 1X
  • Rischia 12
  • Rischia X2
  • Copri X2
  • Buono X2
  • 2 Incerto
  • Possibile 2
  • Probabile 2
  • Ottimo 2

Credo sia abbastanza comprensibile il modo in cui “spingono” l’esito e come relazionarsi con il budget.

Questo, abbinato allo studio dei range statistici e dell’analisi delle quote, consente un’analisi a 360° di ogni singolo match.

Ho scelto questa foto per mostrare come funzionano le sottofrequenze.

Nonostante un range statistico di solo il 42% lui interpretava il match come un Ottimo 1.

Io, ad esempio, mi ero cautelato con 1X.

Il match è finito 2-0.

Bene, penso di averti spiegato davvero tutto quel che potevo sul nuovo algoritmo MindBet.

Il lancio del nuovo SuperFoglio non sarà un momento di “arrivo”, ma di “partenza”.

Continuerò infatti a svilupparlo anche nei prossimi mesi, inserendoci altre idee che ho già iniziato a testare.

Il SuperFoglio sarà il mio unico software, per sempre: lo trovi qui.

Sarà quindi sempre super aggiornato con tutto ciò che continuerò ad apprendere sul betting.

Alessandro Stats4Bets

PS: il mio consiglio è quello di studiare tutti gli oltre 190 dati statistici presenti, e non limitarsi ai soli consigli generati da MindBet. Il SuperFoglio è uno strumento di studio, non basta cliccare 2 tasti per vincere.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Come trovare le Partite Giuste su cui puntare [GUIDA FACILE].

Come faccio per trovare le partite giuste su cui puntare quando il palinsesto è pieno di match?

Quando ho deciso di aprire il blog di Stats4Bets una delle paure più grandi che avevo era di esaurire velocemente le cose da scrivere.

Veder aumentare il numero dei miei lettori ogni giorno però, oltre a farmi piacere a livello personale, è stato un grandissimo aiuto anche per la questione “argomenti”.

Ricevo infatti tantissime domande che mi danno lo spunto, ogni settimana, per scrivere nuovi articoli.

La domanda che ho ricevuto pochi giorni fa è quella con cui ho aperto questo articolo: come faccio a trovare le partite giuste su cui puntare quando ci sono 200 partite come di sabato e domenica?

Ovviamente è poco probabile avere il tempo di studiarle tutte, occorre dunque trovare il modo di ridurre i match sui cui mettere gli occhi.

Personalmente adotto dei trucchetti per fare una scrematura degli incontri.

Sono semplici accorgimenti che puoi mettere in pratica anche tu: consentono di passare dai 150-200 eventi del weekend, a 20-30 partite selezionate e ben calibrate.

Quasi sempre questi match mi risultano più idonei all’analisi con il SuperFoglio e, di conseguenza, più facilmente risultano vincenti.

In questo articolo ti svelo le mie strategie a riguardo.

Iniziamo.

Come trovare le partite giuste per giocare 1X2 (pt. 1 – la Quota).

La prima cosa che guardo è la quota.

Non gioco mai esiti 1X2 sotto quota 1,20 ma in generale, se devo puntare su una fissa all’interno di una giocata in multipla, cerco di rispettare questo range:

  • mai sotto quota 1,40
  • mai sopra quota 1,60

Per le partite in singola invece utilizzo il Metodo Investimento (se non lo hai letto, leggi l’articolo in cui viene spiegato) quindi:

  • mai sopra quota 1,95
  • mai sotto quota 1,55

Altro piccolo accorgimento, anche se in realtà è più che altro una mia fissa: preferisco giocare gli esiti 1 rispetto agli esiti 2.

Statisticamente le vittorie in casa sono infatti leggermente più facili di quelle in trasferta.

Raramente (forse mai a meno che non sia una giocata pazza del Metodo Investimento) gioco gli esiti X.

Anche perché gli esiti X non rispettano praticamente mai i range di quota che ti ho indicato sopra.

Come trovare le partite giuste per giocare 1X2 (pt. 2 – la Statistica).

Una volta effettuata una prima scremature tramite le quote, ne effettuo una seconda tramite le statistiche.

Sia che vengano calcolate tramite il SuperFoglio Stats4Bets (di cui ovviamente mi fido ciecamente), o che vengano prese da altri siti (su cui non posso dare altrettante garanzie) il parametro che seguo è questo:

  • la favorita deve avere un range statistico di vittoria compreso tra il 40% e il 65%;
  • lo “scarto” tra il range statistico di vittoria della favorita rispetto a quella della sua rivale deve essere almeno del 20%.

Per chiarire il punto dello “scarto”:

se il range di vittoria del segno 1 è del 43%, quello del segno 2 deve essere inferiore di almeno il 20 punti percentuali (quindi 43% – 20% = 23%).

La probabilità di vittoria del segno 2 non dovrebbe superare dunque il 23%.

Come trovare le partite giuste per giocare 1X2 (pt. 3 – ultimi tips).

Quando possibile cerco di focalizzarmi solo su partite che rientrano nei parametri del Metodo della Favorita.

Non è un dogma, ma io cerco di rispettarlo sempre.

L’ultimo confronto a cui sottopongo la mia partita è ovviamente quello tra la quota offerta dal bookmaker e la Quota Reale Allibrata, per assicurarmi che sia una partita statistica.

Su questo ultimpo aspetto trovi tutto ampiamente spiegato in questo articolo.

Bene, visto l’1X2 passiamo ora agli esiti sul mercato dei GOL.

Come trovare le partite giuste per giocare GOL-NOGOL & UNDER-OVER 2.5.

Parto dal mercato GOL-NOGOL perché sono le prime quote e statistiche che ti suggerico di studiare nel mercato dei gol.

Sono infatti quelle che ritengo fondamentali per capire come, e se, giocare in seguito anche l’esito UNDER-OVER 2.5.

Il motivo è molto semplice:

Se le probabilità di esito GOL è alta, lo è conseguentemente anche quella di OVER 2.5 .

Statisticamente infatti non è molto frequente che partite in cui si verifica l’esito GOL finiscono poi con l’esito UNDER 2.5.

Quindi, in definitiva, trovare un buon esito GOL è il primo passo per trovare anche un buon esito OVER 2.5 .

I range di quota che ti consiglio di rispettare per l’esito GOL sono questi:

  • mai sotto 1,35
  • mai sopra 1,8

Per l’esito OVER 2.5 invece:

  • mai sotto 1,45
  • mai sopra 1,8

Per entrambi considero buono un range statistico compreso tra il 55-57% e il 70%.

Sconsiglio di andare oltre il 70% di probabilità perché si correre il rischio di incappare nella così detta interruzione della serie: se un evento si verifica molte volte consecutivamente, prima o poi dovremmo aspettarci anche una sua interruzione.

Questa sul GOL-NOGOL da utilizzare anche per gli UNDER-OVER è una tecnica di betting di cui ho parlato anche in video:

Prima di lasciarti, infine vediamo gli esiti su MULTIGOL e OVER PRIMO TEMPO.

Come trovare le partite giuste per giocare MULTIGOL & OVER PRIMO TEMPO.

Dedico quest’ultima parte dell’articolo a due esiti che mi piacciono molto:

  • MULTIGOL
  • OVER PRIMO TEMPO

Avere un range statistico di partenza è sempre una buona cosa, ma sono dati non facili da repire.

(Anche se posso dirti che ben presto lo saranno, non farmi aggiungere altro..)

Quindi c’è anche una strategia diversa da poter attuare e parte sempre dall’analisi di U/O e GG/NG.

Vediamo tra quali opzioni scegliere:

  • se una partita ha buone garanzie su GOL e OVER 2.5 possiamo giocare OVER PRIMO TEMPO (è poco probabile che i gol avvengano tutti nella ripresa);
  • se le garanzie sono solo sull’esito GOL (magari la quota di OVER è alta, o la statistica di OVER è bassa) si può optare per il MULTIGOL 2-4;
  • se le garanzie sono solo sull’esito OVER 2.5 (magari una squadra è molto più forte dell’altra) non rischierei l’OVER stesso, ma opteri per il MULTIGOL 1-3 della favorita oppure il MULTIGOL 2-4 generale.
  • se l’OVER 2.5 è solo leggermente favorito, opterei per il MULTIGOL 1-3 generale.

Un’altra tecnica di betting, stavolta dedicata al MULTIGOL 1-3 della squadra sfavorita, lo trovi in questo video:

 

Bene, con questo credo di averti detto proprio tutto ciò che potevo su come scegliere le squadre su cui puntare.

Spero che questo articolo possa aiutarti nel migliorare la selezione dei match da inserire nelle tue giocate.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

La (mia) Singola Perfetta: linee guida, quote e statistiche per giocare in singola.

Aggiornamento 15 Maggio 2020: ho riepilogato la mia strategia in questo video che ti consiglio di vedere.

Potrai approfondirla poi nell’articolo.

Vecchio articolo:

Ieri, durante una diretta live sul mio canale YouTube, mi è stata posta una domanda interessante:

Quali sono i parametri con cui selezioni le giocate da fare in singola?

Credo sia corretto premetterti che sono linee guida assolutamente personali, perché entrano in ballo esigenze soggettive come l’aspettativa di vincita, la necessità di raggiungere una determinata quota, il budget e altri fattori che variano da persona a persona.

Ciò che va bene per me, quindi, non è detto che andrà bene anche per te.

Ho pensato però di scrivere un articolo su quelli che sono i miei punti-cardine sperando che possano esserti d’aiuto a trovare e selezionare i tuoi.

Linee Guida Giocata Singola 1X2.

Iniziamo con il dire che, per quanto mi riguarda, parlare di “giocate in singola” significa fare una distinzione tra due mercati:

  • Il mercato 1X2;
  • Il mercato dei GOL (Under/Over 2.5 e Gol/NoGol).

Per selezionare un esito 1X2 utilizzo, cioè, criteri differenti rispetto ad un esito sui gol.

Partiamo quindi dalle condizioni minime necessarie per fare una singola sull’1X2:

  • salvo casi particolari tendo a preferire gli esiti 1 rispetto agli esiti 2 (le vittorie in trasferta sono sempre un po’ più difficili di quelle in casa);
  • la probabilità statistica dell’esito 1 (o 2) non deve mai essere inferiore al 45% e, preferibilmente, dovrebbe superare il 50% (se non sai come si calcola la probabilità statistica di vittoria leggi qui);
  • se c’è un soglia statistica minima, ce n’è in realtà anche una massima: cerco di evitare le partite con una statistica favorevole superiore al 68-70% (si rischia di incappare nella famosa “interruzione di serie” che potrebbe portarci a perdere);
  • non utilizzo mai quote inferiori a 1,30 (troppo rischio per poco guadagno) e – solitamente – evito le quote superiori a 1,70 (iniziano a diventare troppo difficili);
  • nel valutare lo stato di forma delle squadre, quella su cui puntare, deve avere un andamento nelle ultime 5-6 giornate pari o superiore alla sua rivale (non punto cioè su un esito 1 se la squadra in casa ha vinto una sola volta nelle ultime 5 partite mentre la sua rivale, anche se più debole, ha ottenuto un rendimento migliore);
  • cerco sempre di abbinare, ai parametri appena visti, lo studio del Metodo Asiatico.

Linee Guida Giocata Singola Gol-NoGol.

Visti qualli che sono i parametri base della 1X2, vediamo ora quelli relativi al mercato dei gol.

Inizio con il mercato Gol-NoGol perché lo ritengo un valore importante anche per valutare, tra poco, l’Under-Over.

Condizioni minime necessarie per giocare un esito GOL:

  • se le squadre non hanno una posizione di classifica simile, preferisco che la squadra più forte giochi in trasferta;
  • la probabilità statistica dell’esito GOL deve essere superiore al  57-58% e (possibilmente) inferiore al 70-72%;
  • tendo ad evitare quote inferiori a 1,35 e superiori a 1,70;
  • sempre considerando le Scale del Metodo della Favorita, preferisco le partite con la Scala Impura 12X (o 21X);
  • l’allibramento deve essere spalmanto sull’esito scelto per un valore superiore almeno al 55%;
  • nelle ultime 5-6 partite, entrambe le squadre, devono aver fatto registrare l’esito GOL almeno in 2-3 occasioni ciascuna;
  • anche in questo caso cerco sempre di studiare il match in Asiatico.

Linee Guida Giocata Singola Under-Over 2.5

Bene, siamo quasi giunti alla fine di questo articolo e spero davvero che possa averti dato qualche dritta interessante 🙂

Prima di salutarti, però, vediamo le condizioni minime per la giocata sull’Over 2.5 (come immagino avrai notato ho evitato il NoGol, così come ora eviterò l’Under 2.5: sono giocate che non mi piacciono, non le faccio mai).

Ad essere onesto sono linee guida molto simili, se non identiche, a quelle per la giocata GOL, con una sola eccezione:

Cerco di giocare OVER 2.5 in cui è buona la condizione anche dell’esito GOL.

Voglio, cioè, che i 3 gol necessari a vincere la mia scommessa non spettino solo ad una squadra (esempio: Juventus-Frosinone) ma che siano distributi tra entrambe.

Questo ovviamente non significa escludere a prescindere i match in cui c’è una squadra molto più forte dell’altra, però quando le squadre si equivalgono ed entrambe hanno la tendenza a segnare, è una condizione che preferisco (esempio: Sampodoria-Atalanta).

Ottimo, con questo credo di averti detto tutte le mie condizioni minime e le linee guida che seguo per fare una giocata in singola.

Come ho premesso ad inizio articolo sono valutazioni del tutto personali, frutto della mia esperienza e dei miei test sul campo.

Quindi non c’è nessuna pretesa di screditare chi usa parametri diversi, o di insegnare qualcosa a qualcuno.

Io mi trovo bene così, magari tu ti troverai bene con condizioni diametralmente opposte alle mie 🙂

Detto questo ti abbraccio, e in bocca al lupo per le tue schedine.

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

Come calcolare il risultato esatto di una partita.

Una delle domande più complicate a cui rispondere quando si parla di betting è probabilmente questa: “come si fa per calcolare il risultato esatto di una partita?“.

E’ complicato non solo perché lo è l’effettivo studio dell’esito, ma perché ti trovi davanti alla necessità di avere una visione a tutto tondo del match, non sempre facile senza gli strumenti adatti.

Per indovinare il risultato esatto di una partita non puoi soffermarti su un unico risultato, devi circoscrivere un range di 2-4 probabili risultati esatti basati sullo studio delle statistiche e delle quote.

Il resto lo farà la buona sorte.

Stanotte (alle 1:00 a.m del 12 Settembre 2019) si è disputato un interessantissimo match di MLS Americana tra New York e Toronto.

La prima analisi del match l’ho effettuata con il SuperFoglio Stats4Bets 4.1 un paio di giorni prima che il match si giocasse, puoi guardarla in questo video:

Come puoi vedere, dalle statistiche, emergeva una buona predisposizione a questi esiti:

  • Esito 1 (52,4%);
  • Esito OVER 2.5 (61,5%);
  • Esito GOL (70%).

Studiando le squadre invece si nota come alle vittorie del New York rispondeva un temibile Toronto, in ottima forma con 7 risultati utili consecutivi.

Non c’era dunque da rimanere stupiti dalle quote offerte dal bookmaker, leggermente più caute sulla vittoria del New York rispetto a quello che la Quota Reale Allibrata avrebbe voluto.

  • Per l’esito 1 era 2,10 la quota offerta dal bookmaker, contro l’1,81 di Quota Reale Allibrata: un rialzo statistico del 14%
  • Per l’esito 2 era 3 la quota offerta dal book, contro il 4,35 della Allibrata: un abbassamento di oltre il 45%!

Come ho scritto nel post sulla mia pagina Facebook prima del match, questo non significava che avrebbe vinto il Toronto.

Di certo però non faceva neanche presagire una passeggiata per il New York.

Anche un altro particolare interessante (e abbastanza raro) è poi emerso dall’analisi di questo match.

Una variazione, da parte del bookmaker, dell’allibramento di questa specifica partita rispetto all’Allibramento Medio dell’intera MLS!

Ogni campionato ha infatti un Allibramento Medio che il bookmaker tende a riproporre per tutte le partite di quella Lega.

L’Allibramento Medio della MLS è pari a 6,5.

Analizzando la Quota Vergine di New YorkToronto avevo registrato difatti che l’allibramento era pari a 6,25.

Studiando nuovamente le quote un paio d’ore prima del calcio di inizio, invece, c’era una variazione dell’allibramento assolutamente inaspettata.

Era passato da 6,25 a 5,95!

Una diminuzione di oltre il 5% che si poteva interpretare come “idee meno chiare” (da parte del bookmaker) su come e dove spalmare il proprio guadagno.

Le quote degli esiti Gol-NoGol e Under-Over 2.5 restavano invece in linea con le statistiche, spingendo su GOL e Over 2.5.

Alla luce di tutti questi dati il risultato esatto della partita proposto dal SuperFoglio rientrava in uno specchietto di 3-4 esiti in cui il pareggio con gol figurava per due volte su quattro: 2-2 e 3-3.

Durante lo studio effettuato nel video, inoltre, avevo ipotizzato di non scartare a priori neanche il possibile risultato esatto di 1-1.

Nei match di alta classifica tra squadre particolarmente in forma può infatti succedere, statisticamente, che il numero di gol si abbassi leggermente rispetto a quelli previsti.

Il risultato finale è stato di 1-1.

Come chiarito nelle primissime righe di questo articolo calcolare il risultato esatto di una partita è probabilmente la cosa più difficile da fare quando si gioca.

Serve studiare, ma non può mancare il fattore fortuna.

Ho analizzato tantissime variabili eppure, se il Toronto non avesse fallito un rigore sull’1-1, magari ora starei raccontando di un altro match.

Oppure, invece, avrei preso il 2-2.

In ogni caso questa partita è stata un test veramente significativo perché mi ha portato ad analizzare praticamente tutti i concetti basilari del betting.

L’unico aspetto che non ho studiato sono state le Quote Asiatiche: girando il video due giorni prima è piuttosto inutile usare Asian Odds.

Prima di concludere voglio soffermarmi su due concetti accennati poco sopra:

  • La Quota Vergine
  • L’Allibramento Medio di un campioanto

Ci tornerò nei prossimi articoli perché credo siano importanti da conoscere.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.