Pronostici calcio vincenti al 100%? Facciamo chiarezza.

pronostici calcio vincenti al 100

Nell’articolo di oggi voglio parlarti di pronostici calcio vincenti al 100 %.

Diciamolo tranquillamente.

Chi è che, sotto sotto, non spera di trovare il modo per vincere al 100%?

Anche lo scommettitore più equilibrato del mondo, in cuor suo, lo vorrebbe.

Anche io. Non lo nego.

Ma so benissimo che – nel 99,99% dei casi – i pronostici calcio vincenti al 100% non possono esistere.

Perchè te ne parlo allora?

Per fare luce su quello 0,01% di possibilità.

Qualche notte fa, in Coppa America, è infatti successo qualcosa difficile da credere.

Abbiamo dato vita allo 0,01%!

Lascia che ti spieghi.

Pronostici calcio vincenti al 100 %: un sogno, per una volta, divenuto realtà.

In queste prime giornate di EURO 2020 il SuperFoglio ci ha spesso sbalordito grazie ai risultati vincenti del nuovo algoritmo neurale.

Ad un’ottima percentuale di pronostici vincenti ha infatti abbinato spesso difficili casse sulla X Primo Tempo e sul Parziale-Finale.

Fino ad arrivare a Colombia-Ecuador di Coppa America di qualche giorno fa.

Guardando i dati della foto qui sotto non può non saltare all’occhio quel 100% di esito 1.

Le comparazioni affini (il cervello del nuovo algoritmo neurale) non erano molte: solo 51.

Ma davano un’indicazione inequivocabile.

Sulle 73.000 partite del nostro database privato, per 51 volte si è verificata una dinamica di quote simili e, nel 100% dei casi, il risultato è stato 1 fisso.

Quindi..

Con la Colombia effettivamente vittoriosa 1-0 si è assistito ad uno dei rarissimi pronostici calcio vincenti al 100%.

pronostici calcio vincenti al 100 x 100

Un epilogo assolutamente stupefacente se si considera che:

  • la quota dell’1 era 2,15
  • la stessa quota aveva subito un rialzo da 1,60 a 2,15

Chi avrebbe scommesso sull’1 della Colombia dopo un rialzo simile e, soprattuto, chi avrebbe potuto dirsi sicuro al 100% di quel pronostico?

Io stesso, prima di avere a disposizione l’algoritmo neurale, forse avrei evitato un match con un simile rialzo.

Ti dirò di più: nonostante il suggerimento di pronostico vincente al 100 % del SuperFoglio non avrei rischiato oltre la 1X.

Credo infatti sia sempre importante usare il cervello, oltre che i dati del software.

Pronostici calcio vincenti al 100% : come non farsi ingannare.

I dati di Colombia-Ecuador ci danno un altro spunto davvero interessante.

Come indicato con la stella rossa nella foto qui sopra, la X Primo Tempo, era un altro pronostico previsto per vincente al 100%.

Al contrario dell’1 fisso finale, non è però stato vincente: la Colombia ha segnato al 43° del primo tempo.

Quindi ha sbagliato per appena 2 minuti.

Ritengo che questo dato la dica lunga sulla difficoltà di poter garantire dei pronostici sul calcio vincenti al 100%.

Basta un niente, alle volte.

Ciò su cui interviene l’algoritmo neurale però è proprio questo: l’auto-insegnamento dagli errori.

La prossima volta che si presenterà un match delle comparazioni affini come queste non avrà più il 100% di probabilità, ma si abbasserà a seconda di quante volte non si è verificato.

Ora magari ti starai domandando “ok, ma dunque come posso utilizzare questi dati?”.

Dammi altri 2 minuti.

Vediamo alcuni esempi nei match negli ultimi giorni.

pronostici calcio vincenti al 100 x 100


pronostici calcio vincenti al 100 x 100


  pronostici calcio vincenti al 100 x 100


pronostici calcio vincenti al 100 x 100


Ovviamente non ci sono solo vittorie, c’è anche qualche partita sbagliata.

pronostici calcio vincenti al 100 x 100

Quel che possiamo notare, ad esempio, è che con l’allibramento anomalo (in viola) la favorita non ha vinto.

Quindi, se oltre alle % studiamo anche quello, è un elemento utile.

Pronostici calcio vincenti al 100 %: conclusioni.

Bene, siamo giunti alla conclusione di questo articolo.

Ti sarei reso conto da solo che promettere pronostici calcio vincenti al 100% è spesso impossibile.

I sofware, gli algoritmi, le strategie possono aiutarci, ma dobbiamo sempre mettere in conto la possibilità di un errore.

La strategia di studio e di giocata va dunque abbinata a quella di money management.

Qui sul blog trovi diversi articoli a riguardo.

Chiudendo infine il discorso sul come studiare le statistiche proposte, faccio un piccolo riassunto schematico finale.

  • Per giocare la 1X2 fissa guarderei statistiche tra il 63% e l’80%

Oltre l’80%, anche il 100%, lo considererei come se fosse 80% : gli attribuirei cioè un margine di errore che può sempre verificarsi.

  • Per giocare in doppia chance le statistiche da cui partirei sono dal 75-77% in su.
  • Per giocare i mercati dei gol partirei, almeno, da un cautelato 62-63% di probabilità di verificarsi.

E’ poi dannatamente importante valutare il numero delle comparazioni affini:

  • sotto le 50 lo considero troppo poco, più soggetto ad imprevisti
  • tra le 50 e le 100 sono esiti su cui andrei comunque a studiare pronostici cautelati
  • sopra le 100 e in generale oltre le 150 le ritengo affidabili

Spero davvero che queste indicazioni ti siano utili, e che ti permetteranno di continuare a vincere insieme!

Se cerchi altre info sul SuperFoglio, le trovi qui.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

OddsMath come funziona? E’ davvero utile per stuidare?

oddsmath come funziona

Ciao Ale, volevo chiederti una cosa: OddsMath come funziona?! oppure OddsMath funziona davvero?!

Ricevo spesso domande di questo tipo quindi, anche se ne abbiamo parlato altre volte, ho deciso di dedicare un articolo specifico alla spiegazione delle utilità che può avere questo sito.

Per chi ancora non lo conoscesse, qui c’è il link: OddsMath.com.

oddsmath come funziona

 

Questa che vedi è la home del sito.

Bene, dopo aver fatto le dovute presentazioni direi che possiamo iniziare 🙂

OddsMath come funziona?

Per prima cosa chiariamo la sua funzionalità principale:

OddsMath.com è un sito di comparazione quote utile a monitorare dropping odds, variazioni di quota e movimenti dei mercati internazionali.

Quindi:

  • Drop di quota;
  • Confronto delle quote tra svariati bookmakers internazionali;
  • Comprensione dei movimenti del mercato.

Tutte funzionalità a cui possiamo accedere semplicemente con la versione free.

Non ho mai utilizzato la versione a pagamento, che sostanzialmente permette di accedere ai loro pronostici, quindi non posso giudicarla.

Ma il motivo per cui non l’ho mai provata è molto semplice: esistono migliaia di siti che danno pronostici.

Di cui non conosciamo l’affidabilità, i calcoli, il metodo di studio.

Paghi per farti dire: Turchia-Italia 2.

Si, ok, ma su che base Turchia-Italia 2?

A me piace capire e studiare il mio pronostico, quindi preferisco fare da me.

E la versione gratuita è perfetta per i miei scopi.

Proprio guardando Turchia-Italia capiamo come si usa.

oddsmath come funziona

Dalle colonne 1X2, ma anche di tutti gli altri esiti disponibili, abbiamo una chiara visione di quello che il mercato sta facendo in tempo reale.

Quando la freccia è rossa la quota è in calo, quando è in verde è in crescita.

Inoltre, passando con il mouse sopra una delle quote, ci mostra anche lo storico di tutte le variazioni che la quota ha avuto dal momento della sua apertura.

Ci dice inoltre quando la quota ha aperto, e come era in Quota Vergine.

Dalla foto qui sotto vediamo un caso più unico che raro: una Quota Vergine di un anno prima!

Questo ovviamente perché Euro2020 è stato rinviato al 2021 causa Covid.

Altrimenti la “nuova quota di apertura” può essere fatta risalire al 25 maggio, ore 7:44 (1,55)

oddsmath come funziona

Questa schermatina che si apre è molto utile per capire se una quota sta davvero calando, oppure no.

Mi spiego meglio.

Se una quota in apertura era 1.80 e viene rialzata a 2.10, nel momento in cui la vediamo scendere a 1.90 non possiamo parlare di un drop reale.

Perché è comunque ancora più alta rispetto all’apertura.

Quindi, per il mio modo di concepire lo studio delle quote, in quel caso non stiamo assistendo a un reale calo: la quota sta solo tornando ai parametri inziali.

Se invece da 1,80 in apertura ce la ritroviamo a 1,50 allora ovviamente si, stiamo assistendo ad un drop.

Qui sul blog ho già scritto dei possibili inganni rappresentati dalla quota in calo quindi voglio precisare una cosa.

Secondo me non dovremmo scommettere guardando solo i drop di OddsMath o di siti simili (OddsPortal, ecc).

Ci perdiamo troppi elementi importanti facendolo:

  • statistiche;
  • allibramento;
  • relazione tra quota reale allibrata e quota del bookmaker.

E questo te lo dico perché avendo dedicato tempo a sviluppare un software come il SuperFoglio, se fosse bastato guardare i drop, mi sarei concentrato su quelli anche per il mio progetto.

I drop invece sono solo un elemento, l’ultimo in ordine temporale, da considerare per fare un buon pronostico.

E’ per questo che nel SuperFoglio ho inserito un comparatore simile – anche se in forma ridotta – a quello di OddsMath.

oddsmath come funziona

Quello che mi interessava maggiormente era avere sempre sotto gli occhi il movimento delle freccette.

Cioè quello che è davvero utile, su OddsMath, è verificare che tutte le freccette facciano lo stesso movimento di salire o di scendere.

Quando i bookmakers hanno tutti comportamenti diversi, chi sale, chi scende, ecc non è una grande indicazione.

Ma quando, a pochi minuti dall’inizio del match, tutti scendono in compertura su uno specifico segno allora è davvero un buon segnale.

E’ la conferma da ricercare alla fine di uno studio.

Quando le statistiche mi suggeriscono l’1.

E il rapporto tra le quote favorisce l’1.

Anche l’allibramento è sull’1.

E se poi le frecce vanno tutte sull’1… allora si.

Gioco 1, e magari lo carico anche.

Ecco, questo descritto era il modo in cui ho sempre usato OddsMath.

Da quando ho inserito il comparatore nel SuperFoglio lo uso meno perché la funzione delle frecce è identica.

Queste sono le partite che mi piacciono: guarda qui sotto 🙂

oddsmath come funziona

Altra cosa molto importante:

L’elemento fondamentale del drop, per essere considerato tale, è che avvenga pochi minuti prima del match.

5 minuti.

3 minuti.

30 secondi prima.

Inutile parlare di drop se mancano 12 ore prima che il match inizi.

La quota in quel caso farebbe in tempo a risalire o riscendere mille volte.

Il drop si valuta nei minuti finali.

Negli attimi finali.

OddsMath è dunque ottimo.

OddsMath funziona davvero?

Nel modo appena descritto, cioè per cercare le conferme di uno studio completo, si.

Funziona bene.

E se ti stavi chiedendo OddsMath come funziona, questa è la risposta.

Seguendo solo le sue frecce, senza studiare altro, io non mi fiderei.

Ho spesso ripetuto questa cosa:

il betting può essere semplice, ma non è facile.

Se bastasse guardare 5 frecce per vincere soldi, se fosse così facile, saremmo tutti milionari.

Usato con la testa, con i giusti criteri di studio, è invece un ottimo sito.

Spero che l’articolo ti sia stato utile, e che tu ne faccia un buon uso 🙂

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Coprire una scommessa Live: fondamentale avere il giusto tempismo (e un po’ di fortuna).

coprire una scommessa live

Ultimamente mi capita sempre più spesso che mi vengano chiesti consigli per coprire una scommessa Live.

Così ho pensato di scrivere questo articolo per condividere anche con altri possibili interessati le mie strategie a riguardo.

Quello delle coperture è ovviamente un argomento ampio, perché ce ne sono di diverse tipologie: qui trovi un articolo che le riassume.

La copertura di una scommessa Live è, probabilmente, tra le più complicate.

Prima di iniziare è infatti bene tenere a mente che per coprirci in Live ci servieranno, sopratutto, tre cose:

  • il giusto tempismo;
  • un po’ di fortuna;
  • guardare la partita dal vivo.

Dal vivo, ovviamente, non intendo allo stadio (anche se… se capita, perché no?!).

Ma bisogna guardarla in diretta, con il minor scarto di tempo possibile.

Questo per dire che se la segui sui link pirata, con 2-3 minuti di differita, non è la condizione ideale.

Il tempismo, lo ribadisco, è essenziale.

Detto questo, iniziamo.

Coprire una scommessa live: il tempismo e la fortuna.

Quand’è che si rende necessario il coprire una scommessa Live?

Potenzialmente, sempre.

E’ bene però intervenire solo quando – guardando il match – ci sembra che le cose non stiano andando per il verso giusto.

Uso come esempio questa foto.

E’ una delle schedine automatiche create da Automatibet per il gruppo VIP del SuperFoglio.

Immaginiamo che per chiudere questa giocata ci restesse da prendere solo il 2 della partita in Estonia, anche se in realtà l’ha già vinta.

coprire una scommessa live

Per come ho impostato l’algoritmo che seleziona le partite sono già abbastanza certo che l’eventuale copertura della 1X aveva una buona quota già in pre-match.

Ma supponiamo di voler provare a far alzare la quota e quindi di decidere di intervenire Live.

Considero fondamentale il tempismo e avere gli occhi sul match perché se aspettiamo troppo, e una delle due segna, ci salta tutto.

O meglio: se segna la squadra in trasferta poco male.

Abbiamo il 2, andiamo in cassa.

Al massimo possiamo pensare di coprire Live sulla X immaginando poco probabile un ribaltamento del match.

Ma se segna l’1 è un problema, ci salta ogni tipo di copertura.

Quindi dobbiamo guardare il match e tenere le mani sul pulsante, pronti ad intervenire.

Coprire una scommessa Live: non essere avido.

E’ un problema che ci può capitare.

Farci ingolosire dalla quota sempre più alta che vediamo crescere sotto i nostri occhi.

Ma la quota cresce perché diminuiscono le possibilità di vincere.

Esasperare l’attesa allo stremo per far crescere la quota, ci farà dunque trovare in una di queste due situazioni:

  • una delle due segna, e invalida tutta l’attesa;
  • lascio talmente poco tempo alla mia giocata per concretizzarsi che alla fine è quasi sicuro che la perdo.

Per chiarire meglio questa seconda situazione mi riferisco a quando aspettiamo il 43° del primo tempo per giocare 1 primo tempo.

Cavolo, se al 43° sono ancora sullo 0-0 è molto poco probabile che il match si sblocchi.

Giocare l’1 primo tempo (o l’Over 0,5 primo tempo) è una scelta forzata.

Vero è che la quota sarebbe alta.

Ma è anche vero che molto probabilmente sarebbe perdente.

Il nostro obiettivo è vincere, non giocare la quota più alta.

Secondo me, in live, il momento ideale di una giocata è tra il 15° e il 35° di ogni tempo.

E in partite dove si prevedono pochi gol mi sposterei tra il 20° e il 40°.

Scommesse sui primi 15 e sugli ultimi 5 minuti sono davvero troppo affidate più al caso che allo studio, quindi non mi sentirei di consigliartele.

Spero che l’articolo ti sia utile.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Dropping odds: come analizzare variazioni quote e movimenti del mercato.

variazioni quote

Nell’articolo di oggi voglio tornare sulle variazioni quote che ci sono state nel match di ieri tra Brentford e Rotherdam in Serie B Inglese.

Interessante perché la quota della favorita subisce un forte rialzo, da 1,40  a 1,67.

Eppure il Brentford vince.

Oltre all’1-0 finale (risultato esatto individuato dal SuperFoglio), la squadra di casa chiude con il 60% di possesso palla, 5 tiri fatti contro appena 3 subiti.

Non ho visto il match, ma letta così sembrerebbe una vittoria sofferta ma meritata.

Come mai c’è stato un simile rialzo allora, se poi ha vinto?

So che molti appassionati di betting “vivono” praticamente solo sulle variazione di quota, cercando sopratutto gli abbassamenti come segnale di vittoria di quella squadra.

Una cosa che, spesso, può risultare pericolosa.

Ho scritto un articolo sull’argomento “inganno della quota in calo“.

Qui ho pensato di condividere con te la mia interpretazione sul match di ieri, evidenziando i segnali che potrebbero aiutarci ad individuare partite simili in futuro.

Tra l’altro, una cosa molto simile, era già successo qualche giorno fa in Serie A con la partita Torino-Napoli.

La quota del Napoli da 1,61 è salita fino a 1,90.

Ma come è finito il match lo abbiamo visto tutti: dominio parteneopeo e 0-2.

Anche in questo caso, come giustifichiamo un simile rialzo se poi la squadra ha vinto?

Analizziamo il match di ieri per capirlo.

Variazioni Quote: come analizzare le variazioni delle quote e i movimenti del mercato.

Prima di dedicarci al match un breve riepilogo su una cosa importante.

Le variazioni quote sono di due tipi:

  • dirette, cioè volute direttamente dal bookmaker
  • indirette, cioè dettate dall’adattarsi del book ai flussi di puntata

Per noi scommettitori è impossibile avere la certezza che si stia assistendo ad una variazione di un tipo o dell’altro.

Che fare dunque?

Ti spiego subito il mio metodo di analizzare le variazioni di quota, basandoci sulle indicazioni che possiamo avere facilmente.

Il primo punto di tutta l’analisi è, come sempre, la QUOTA REALE ALLIBRATA.

La considero la condizione sine qua non di ogni analisi.

Credo che la Quota Reale Allibrata sia l’unico vero elemento che abbiamo, e che i bookmakers vorrebbero non avessimo.

Se ci potessero togliere un dato, credo sarebbe questo.

Il motivo è semplice.

Perché con la QRA abbiamo un termine di paragone che tiene conto sia della matematica del campo (Quota Reale) che delle scelte dei bookmakers (allibramento).

Analizzando la partita del Brentford vediamo che la QRA ha una differenza statistica del 13,2% rispetto alla Quota Attuale.

Se hai bisogno di capire questo cosa comporta, qui trovi una spiegazione più approfondita.

Quindi c’è si un rialzo della Quota Vergine, ma resta in range statistico.

variazioni quote

Variazioni quote: cosa ci dice l’allibramento?

Un secondo elemento che considero positvo è l’allibramento.

Subisce una variazione rispetto a quello medio, ma resta di colore giallo (a cui abbiamo attribuito il signifato di NON-ANOMALIA).

Non è verde, quindi non è perfettamente nel range di quello medio, ma non è neanche anomalo.

Anche questo quindi è in linea con l’1-0 finale.

Non è una vittoria travolgente, ma i segnali di rialzo non erano negativi per la squadra in casa o non lasciavano comunque pensare alla vittoria di quella in trasferta.

Variazioni quote: come valutare le sottofrequenze statistiche?

Il terzo elemeno utile a questa analisi è rappresentato dalle sottofrequenze statistiche.

Quelle che nel SuperFoglio emergono dalla “striscia arancione”.

Per il match del Brentford le sottofrequenze ci dicono “Probabile 1“.

Ricordo di aver visto il match prima che subisse il rialzo ed era invece “Ottimo 1“.

Quindi c’è una variazione, ma resta in una lettura positiva.

Diventa più cauto, ma mantiene comunque un segnale di vittoria.

(Diverso sarebbe il discorso stato se avesse suggerito una 1X, o una 12).

Quindi anche questo è in linea con l’1-0 finale: un match combattuto, ma non impossibile da vincere.

Come usare i match in cui ci sono forti variazioni quote?

Come si vede anche dalla grafica, io sono un giocatore prudente: l’avevo impostata sulla 1X.

Le schedine automatiche del SuperFoglio invece avevano spinto di più, suggerendo la singola esito 1.

Il metodo in cui usare queste partite e quanto spingerle dipende molto da noi.

Io preferisco sempre la prudenza, e non le userei in singola.

Ma abbiamo visto che non è del tutto folle farlo.

Sopratutto se troviamo il supporto anche delle statistiche.

Qui era 53,7%.

Come ho sempre detto per le singole preferisco dal 54-55% in su.

Quindi l’1-0 mi torna nuovamente coerente come risultato finale.

Ed infatti il SuperFoglio lo suggeriva come prima probabilità.

E fortunatamente è stato proprio così.

Spero che questa approfondita analisi sul come valutare le variazioni di quota, e sugli elementi su cui fare attenzione, ti sarà utile per le tue giocate.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

PROMO “CAMPIONI D’EUROPA

ENTRI OGGI, L'ABBONAMENTO
PARTE IL PRIMO SETTEMBRE.

VALIDO SOLO PER IL “TOP PLAYER PLUS

L’OFFERTA TERMINA TRA:

Giorni
Ore
Minuti
Secondi
OFFERTA SCADUTA