Picchetto Tecnico Facile: Come Trovare La Quota Reale Di Un Match.

Alla fine mi sono deciso.

Mi avranno fatto questa domanda, credo, non meno di 100 volte.

Eppure ancora non lo avevo messo nero su bianco.

Di cosa sto parlando?

Del calcolo del Picchetto Tecnico per trovare la Quota Reale, ovviamente 🙂

Se hai già letto qualche mio articolo, o visto qualche mio video su YouTube, dovresti già sapere perché è così importante conoscerla.

Però, nel caso ti servisse un rapido ripasso sul perché è FONDAMENTALE calcolare la Quota Reale di un match, qui c’è materiale che fa decisamente al caso tuo.

Bene, detto questo, bando alle ciance e cominciamo.

Quali sono i calcoli del Picchetto Tecnico (che ci permetteranno di trovare la fatidica Quota Reale)?

Te li mostro tramite un esempio: ROMA-LAZIO (clicca sulla foto in basso se hai bisogno di vederla più grande).

Partiamo dalla Quota Reale del segno 1.

I dati a cui sto per far riferimento li trovi nella prima riga della Roma e nella prima riga della Lazio (vedi foto).

Si prendono le vittorie TOTALI della Roma (14) + le sconfitte TOTALI della Lazio (11) diviso il TOTALE delle partite giocate da entrambe (32+32).

(14+11) / (32+32)

25 / 64 = 0,392

Trasformiamo 0,392 in percentuale: 39,2%.

La Roma ha il 39,2% di possibilità di battere la Lazio.

A questo punto si calcola la possibilità che avvenga il contrario, cioè che la Lazio batta la Roma, calcolando la Quota Reale del segno 2.

Come prima: le vittorie TOTALI della Lazio (10) + le sconfitte TOTALI della Roma (5) diviso il TOTALE delle partite giocate da entrambe (32+32).

(10+5) / (32+32) = 0,235

Cioè 23,5% di possibilità che la Lazio batta la Roma.

A questo punto troviamo facilmente per differenza la Quota Reale del segno X: 100 – (39,2+23,5) = 37,6%.

E’ la probabilità che si verifichi un pareggio.

Appuntiamoci questi dati perché ci serviranno tra non molto: 39,2 – 37,6 – 23,5 .

SuperFoglio Stats4Bets 3.0
SuperFoglio Stats4Bets 3.0

Finito questo primo step di calcolo dobbiamo eseguire le stesse identiche operazioni anche per le altre tre righe delle due squadre:

  • ULTIME 5 GARE (si può fare anche sulle ultime 3 o 6 gare, ma 5 è il valore più comune)
  • SOLO GARE IN CASA (per chi gioca in casa) e SOLO GARE IN TRASFERTA (per chi gioca in trasferta)
  • ULTIME 5 GARE IN CASA (per chi gioca in casa) e ULTIME 5 GARE IN TRASFERTA (per chi gioca in trasferta)

In conclusione di tutto avremo:

  • 4 percentuali di segno 1
  • 4 percentuali di segno 2
  • 4 percentuali di segno X

ovviamente sono derivanti dalle 4 righe analizzate.

Adesso sommiamo le percentuali del segno 1 dividendole poi per 4: (39,2 + 70,1 + 38,8 + 50,1) /4 = 49,5 .

Replichiamo l’operazione per i segni 2 e X:

  • 49,5 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno 1.
  • 30,8 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno X.
  • 19,9 è la probabilità del Picchetto Tecnico che si verifichi il segno 2.

Una volta effettuato il Picchetto Tecnico troveremo la Quota Reale con una semplice operazione.

E’ un calcolo che abbiamo già visto, quindi dovrebbe esserti famigliare:

per trasformare la percentuale del Picchetto Tecnico in Quota Reale basterà fare “100 / la percentuale”.

La Quota Reale dei tre segni sarà dunque:

  • 100 / 49,5 = 2,02 Quota Reale del segno 1
  • 100 / 30,8 = 3,24 Quota Reale del segno X
  • 100 / 19,9 = 5,02 Quota Reale del segno 2

Perfetto!

Abbiamo finito 🙂

Ora possiamo procedere al confronto tra la Quota Reale e quella offerta dal bookamker, per capire se ci sta proponendo una valutazione potenzialmente ingannevole oppure no (trovi la spiegazione di questo fondamentale concetto in questo articolo).

Con questo puoi dire di sapere davvero tutto il necessario sul concetto di “Quota Reale”, e non pensare sia qualcosa di banale: la maggior parte delle persone che scommettono ignorano quanto appena visto.

Poi certo, mi rendo conto che fare manualmente questi calcoli ogni volta possa sembrare un processo troppo lungo, ma ti assicuro che ne vale la pena.

Anche perché, ora che conosci per filo e per segno tutte le operazioni da fare, puoi creare un tuo foglio excell che ti aiuti con i calcoli.

Se hai bisogno di ispirazione per capire come impostarlo, guarda il video dove mostro il mio SuperFoglio Stats4Bets 3.0 e prendi spunto da quello.

Credo non ce ne sia bisogno, ma nel caso volessi approfondire quanto appena scritto, puoi farlo con questo video:

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

12 commenti su “Picchetto Tecnico Facile: Come Trovare La Quota Reale Di Un Match.”

  1. Ciao Alessandro. Scusa se ti disturbo, ma vorrei chiedere cortesemente un chiarimento, che esprimerò per punti:

    1) C’è differenza tra quota reale e quota teorica? Sono sinonimi oppure no (nle senso se sia paragonabile alla quota offerta/di mercato oppure no)?

    2) Si può dare una definizione semplificata di “quota reale”?

    3) Una quota reale è sempre al netto dell’aggio oppure questo è comunque da calcolare (come quando ci troviamo di fronte alla quota offerta/di mercato)?

    Grazie e scusami per le domande. Paolo

    Rispondi
    • Ciao Paolo, bisogna vedere che intendi con “quota teorica”. E’ un termine che io personalmente non ho mai usato quindi non saprei. Che significa? Cosa sarebbe “in teoria”? Dipende tutto da quello. La quota reale è la quota del picchetto tecnico, quindi quella espressa matematicamente dal verdetto del campo. Confronti vittorie/sconfitte ecc e, matematicamente, hai la quota reale. Io poi ho parlato di “Quota Reale Allibrata” e cioè, alla quota reale, applico lo stesso allibramento che il bookmaker applica alla quota che ci offre. Questo genera una quota che potremmo definire “teorica” però è un termine che non mi piace. Il termine corretto è “Quota reale allibrata”. Nella quota reale non esiste l’aggio, in quella allibrata si applica lo stesso aggio applicato alla quota offerta dal bookmaker. Ciao Ale

      Rispondi
    • Ciao, una volta che il risultato cambia in realtà hai poche opportunità. Puoi studiare i dati delle squadre per capire se magari chi sta perdendo possa pareggiare, o se chi sta vincendo possa segnare ancora, e cose simili. Una volta che il risultato cambia le quote si adeguano a quel cambiamento quindi non ci sono linee guida standard ma ci si regola partita per partita. Esempio: se va sotto il Barcellona puoi comunque puntare sulla vittoria perché ha tutte le capacità per ribaltarla. Se va sotto la Spal è piu’ facile che, al massimo, possa pareggiare. Non c’è una regola che possa andar bene sempre senza vedere chi e come fa cambiare il risultato.

      Rispondi
  2. Salve, vorrei avere se possibile un chiarimento su ciò intende con “TOTALE delle partite giocate”, si intende il totale nella stagione o in generale si considerano le ultime 32 partite come nell’esempio?

    Ho una seconda domanda strettamente correlata alla prima, come avviene il calcolo nelle partita di inizio stagione, si considerano le partite della stagione precendente? Se si, quante considerare per le partite “TOTALI”?

    La ringrazio anticipatamente per la sua eventuale risposta.

    Rispondi
    • Ciao, le partite totali sono quelle realmente giocate. Va da se che a inizio stagione il calcolo non ha molto senso prima di almeno 6 partite (3 casa 3 trasferta) meglio ancora 10.

      Rispondi
  3. Ciao avrei bisogno di alcuni chiarimenti.
    Il primo: come posso fare questi calcoli per quanto riguarda le coppe? quali parametri dovrei prendere?
    il secondo: la prima giornata di campionato come viene calcolata visto che non c’è un numero di partite da poter utilizzare?

    Rispondi
    • Ciao, nelle prime giornate di campionato è impossibile farlo: non ci sono dati. E anche in coppa è piuttosto sconsigliato: le squadre provengono da campionati spesso molto diversi, quindi la terza in classifica in Olanda magari è da OVER quando gioca in Olanda, ma non segnerà altrettanto facilmente se gioca contro una squadra inglese. Quindi in coppa non ha molto senso farlo.

      Rispondi
  4. Ciao ne approfitto per complimentarmi per la qualità delle informazioni diffuse su questo sito. Vorrei capire come è calcolata la percentuale di possibile vittoria (o sconfitta o di pareggio) contro la squadra avversaria.

    Rispondi

Lascia un commento