Mancata vittoria della favorita: analisi di un match che non va come doveva.

Nell’articolo di oggi voglio parlare della mancata vittoria della favorita di un match di ieri (29-12-2020): Norwich-QPR finita 1-1.

Anche in un’altra occasione avevo scritto un articolo simile, e per quanto sia fastidioso parlare delle sconfitte credo che a volte possa essere più utile che parlare delle vittorie.

Fastiodioso non perchè non voglio dire quando sbaglio: lo faccio in totale serenità, non si può sempre vincere.

E’ fastidioso perchè rosico se sbaglio.

Ma, come dicevo, è dannatamente utile.

Studiare la mancata vittoria della favorita ci fa capire se abbiamo fatto degli errori oggettivi nella valutazione del match, oppure se rientra in quelle classiche situazioni impossibili da prevedere.

Il match in questione è particolarmente adatto, perchè si colloca al limite tra le due considerazioni.

Sempre ieri, ad esempio, il Barcellona (pagato 1,20) non è stato capace di battere l’Eibar in casa, e ha pure sbagliato un rigore.

Per me, partite come quelle del Barca, non le prendi mai attraverso uno studio reale. Puoi solo sperare nella botta di culo che la favorita non vinca e giocare X2, ma non è studio: è culo.

Il match del Norwich invece è interessante, perchè la quota è invitante (1,65) nonostante si parli della prima in classifica contro una squadra vicina alla zona retrocessione.

Mancata vittoria della favorita: era possibile prevedere che il Norwich non avrebbe vinto?

Per quello che avevo studiato PRIMA che il match si giocasse onestamente dico “per me, no“.

Altrimenti non l’avrei usata come singola.

Ma senza troppe parole, vediamo i numeri: con quelli non esiste il “per me si, per me no“.

Cosa possiamo notare:

  • Percentuali buone (56% – 28% – 16%)
  • Quota statistica (5,6%)
  • Allibramento leggermente basso (5,54)
  • Quote in Formula 4

L’allibramento basso e le quote in formula 4 sicuramente erano un campanello d’allarme potenziale, però io ho scelto di scavalcarlo.

Perchè?

La buona statistica del segno 1, unito al fatto che la quota dell’1 fosse statistica mi sembravano elementi sufficienti a vincerla.

Inoltre l’allibramento era un po’ più basso del solito, ma non al punto da considerarsi anomalo.

Giocare solo le partite in cui ogni singolo elemento è allineato in maniera corretta sarebbe la cosa giusta più da fare ma siamo onesti: chi è che lo fa davvero? Chi è che gioca solo ed esclusivamente i match senza ombre?

Lo ammetto: io no.

Sono un essere umano pensante e – cosa che dovrebbe fare ogni tipster – decido dove prendermi i miei rischi.

Questi piccoli elementi di pericolo, per me, valevano comunque il rischio dell’1 secco.

Con percentuali più basse, una quota non statistica o un allibramento davvero anomalo, magari, avrei fatto scelte diverse.

Ma in un caso simile, per me, i dati avevano il giusto peso per giocare 1.

Certo, col senno di poi non lo rifarei.

Altri dati che mi avevano fatto pensare all’esito 1:

  • Le quote del comparatore che si muovono in modo uniforme. Nessuna ha fluttuazioni particolarmente diverse dalle altre.

Ecco dove, probabilmente, ho commesso la mia leggerezza:

  • Quote e statistiche di GOL-NOGOL.

  • Quote e statistiche UNDER-OVER 2.5.

L’errore l’ho commesso qui.

Ma lascia che ti spieghi il mio ragionamento.

L’esito GOL lo avevo valutato, e mi stava bene: visto che c’era anche la Formula 4 nelle quote 1X2 non ho sottovalutato il fatto che il QPR potesse segnare un gol.

L’ho semplicemente messo nel conto.

Il QPR segna ma il Norwich ne fa almeno 2.

Questo ho pensato.

Ma guardando bene le statistiche dell’Under-Over 2.5 vediamo che ad una equilibrata statistica del GOL (54%) ne troviamo una opposta sull’OVER 2.5 (45%).

Il bookmaker infatti stravolge le quote UNDER-OVER 2.5 e passa a preferire l’Over mentre la Quota Reale Allibrata ci direbbe Under.

Ecco, ora devo essere onesto: questo me lo sono perso ed è uno sbaglio senza se e senza ma.

Non so, magari se lo avessi visto avrei comunque scelto l’1.

Ma in tutta sincerità non l’ho proprio colto come passaggio, inutile girarci intorno.

Mancata vittoria della favorita: allora si poteva prevedere!

Nonostante quanto appena visto, io ti dico NI.

Nel senso che a dirlo DOPO sono capaci tutti.

Per carità, qualche piccolo segnale di pericolo lo abbiamo visto, un paio li ho ignorati consapevolmente mentre uno me lo sono perso.

Sarebbe bastato vederlo?

Guardiamo un’ultima slide.

Il Norwich questa partita l’ha stradominata.

Gli annullano anche un gol con il VAR.

Il mio pensiero è che il bookmaker avesse virato sull’OVER 2.5 perchè in effetti la partita poteva avere questo epilogo, anche se i numeri di Under-Over 2.5 non lo suggerivano.

Al netto di tutto è un match in cui la favorita non vince, ma si colloca esattamente a metà tra il prevedibile e il non.

Se seguivi tutti i segnali e non la giocavi, facevi la figura del fenomeno perchè la maggior parte degli scommettitori si sarà mossa sull’1.

Se ignoravi i segnali e vinceva non avevi rubato nulla perchè il giusto epilogo era l’esito 1.

Ho ignorato i segnali e non ha vinto: faccio solo la figura dello scemo 😀

Scherzo, ritengo davvero utile fare questo tipo di analisi a posteriori.

** Aggiornamento 31-12-2020 **

Non sono passate neanche 24 ore da quando ho pubblicato l’articolo, e già ho un aggiornamento che spero sia interessante anche per te come lo è per me 🙂

Ieri l’ho scritto senza mezzi termini: studiare i propri errori è dannatamente utile.

Bene, il caso ha voluto che la sera stessa, un altro match da pontenziale singola, avesse condizioni molto simili a quelle viste in questo articolo.

Atletico Madrid-Getafe (finita 1-0)

Le condizioni simili sono:

  • le statistiche
  • la quota statistica
  • il lieve abbassamento di allibramento

Le differenze principali invece riguardano:

  • l’assenza della Formula 4
  • le quote di NoGol e Under uniformi tra campo e bookmaker

Qui il gol della sfavorita davvero non presentava alcun segnale.

In virtù del precedente errore ho studiato ancora più approfonditamente il SuperFoglio nelle sezioni dedicate ai gol.

E niente, l’ultima singola dell’anno non l’ho sbagliata 🙂

Ok, ora l’articolo è davvero super completo.

Spero che possa essere utile anche a te.

Un abbraccio e buon anno nuovo!

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Lascia un commento