L’Inganno della Quota in Calo

L’Inganno della Quota in Calo

Oggi voglio parlarti di uno dei più grandi (falsi) miti con cui tutti gli appassionati di betting, almeno una volta nella loro vita, si sono trovati ad avere a che fare: la quota in calo.

E’ convinzione diffusa che una quota in calo indichi un inequivocabile segnale di vincita.

Purtroppo non è così.

Quote in calo: perché (spesso) rappresentano un inganno.

E’ facile farsi fregare dalle quote al ribasso perché il ragionamento che molti giocatori comuni fanno è il seguente:

La quota sta calando, significa che il bookmaker la abbassa perché sa che quella squadra vincerà.

Sarebbe bello, ma la realtà è ben diversa.

In maniera molto banale basterebbe ricordare che i bookmakers guadagnano milioni di euro ogni settimana: se fosse così facile batterli andrebbero in rovina.

La verità è che le quote variano (si alzano e si abbassano) per tanti motivi che difficilmente possiamo comprendere senza una formazione avanzata sul betting.

A volte, infatti, l’abbassamento può effettivamente significare che il bookmaker vede molto favorito il verificarsi di uno specifico esito.

Molte altre, quasi sempre, l’abbassamento è dovuto però ad altri fattori, come ad esempio i flussi di denaro puntato sulle partite.

Ci sono siti che, usati nel modo corretto, ti permettono di capire l’entità di questi flussi: uno è BTF Odds.

Il ragionamento è semplice: se il bookmaker vede arrivare 100.000 € sul segno 1, di riflesso, abbassa la quota dell’1 per coprirsi da eventuali perdite.

Questo però non significa che la partita finirà 1: è semplicemente il book che si relaziona a quel che avviene sul mercato.

Non è un caso che la variazione delle quote sia un moto pressochè costante, proprio perché c’è un continuo adattamento da parte dei bookmakers al mercato.

Ti faccio un esempio.

Prendiamo il match che si è disputato il 12 Maggio 2019:

  • Sampdoria-Empoli (terminata 1-2)

L’esito 1 era in calo per Bet365, William Hill e Sport Pesa.

Per Unibet e Betclic, invece, si registrava un lieve rialzo.

Chi si è fidato del calo (apparente) ha scommesso sull’1, perdendo.

Tra l’altro nella foto vediamo solo cinque bookmakers, ma tutti gli altri?

Come puoi fare a controllarli?

Molti scommettitori ignorano l’esistenza di siti, totalmente gratuiti, su cui è possibile controllare le fluttuazioni di quota che avvengono su decine e decine di bookamkers.

Uno che ti consiglio di salvarti è Odds Math.

Già a vederla così la situazione cambia parecchio: è vero che per alcuni bookmakers la quota è in calo, ma per diversi altri è invece in rialzo.

Un altro sito che offre un servizio simile e che devi provare è Odds Portal: qui i bookmakers sono addirittura di più che su Odds Math.

Ci sono tutti i bookmakers mondiali (ho dovuto rimpicciolire la visualizzazione della pagina per farli entrare tutti in un unico screenshot).

Ovviamente adesso, a partita finita, è facile affermare che l’1 della Sampdoria non era da giocare.

Per certo, controllando su questi siti, avresti saputo che pensare che “la quota dell’1 è in calo” era una considerazione errata: per alcuni book era in calo, per altri no.

L’aspetto più importante che non devi sottovalutare però è un altro: in calo (o in rialzo) rispetto a cosa?!

Questa è la domanda fondamentale che devi porti.

Esiste un solo modo per capire se la quota che il bookmaker ti offre è davvero in calo o in rialzo: calcolare la Quota Reale.

Sul come si calcola la Quota Reale di una partita e perché sia fondamentale confrontarla con la quota che offre il bookmaker ho già scritto un paio articoli che spero ti siano chiari ed esaustivi.

Li trovi qui:

  1. Come si calcola la Quota Reale
  2. Quota Reale e Quota offerta dal bookmaker

In questo mi interessava di più mostrarti come utilizzare al meglio quelle conoscenze.

Come evitare un calo di quota ingannevole.

Facendo il picchetto tecnico del match Sampdoria-Empoli potevamo scoprire che la Quota Reale dell’esito 1 sarebbe dovuta essere 1,91, non 2,15.

Il book la stava dunque offrendo con un rialzo dell’11%.

Chi studia ad un livello ancora più avanzato, calcolando la Quota Reale Allibrata come avviene con il SuperFoglio Stats4Bets 4.0, avrebbe poi scoperto che l’1 doveva essere addirittura offerto a 1,84.

Il rialzo effettivo da parte del bookmaker, comprensivo di Allibramento, sfiorava dunque il 15% come puoi vedere nella foto sottostante, estrapolata dal SuperFoglio Stats4Bets.

A questo punto sarebbe stato chiaro che la quota dell’1 non era in calo: era anzi in deciso rialzo!

Questa partita è un esempio interessate anche per un altro aspetto: entrambe le quote, la Reale Allibrata e la Reale, sono quote statistiche.

Questo avrebbe potuto ingannarti, in virtù di tutto quel che trovi negli articoli che ti ho elencato prima.

Perché allora è un esempio interessante?

Te lo dico subito.

E’ interessante perché deve ricordarti che questi prodotti, il SuperFoglio Stats4Bets 4.0 ma anche qualunque altro software, sono strumenti di aiuto allo studio.

Non possono garantire la vincita semplicemente analizzando dei numeri.

Ci tengo sempre a ribadirlo a chi compra il mio software, perché la bacchetta magica non esiste e non mi piace passare per uno dei tanti venditori di illusioni che popolano il web.

Il betting si studia, non si vince pigiando un tasto.

Un ulteriore step di studio, ancora più avanzato, poteva essere l’analisi del match su Asian Odds.

Purtroppo non sono riuscito a recuperare la configurazione asiatica di Sampdoria-Empoli per poterla studiare: mi sono accorto tardi di quanto fosse interessante questo esempio e Asian Odds aveva già rimosso i vecchi dati.

Bene, siamo arrivati alla conclusione di questo lungo ma spero utile articolo.

Per imparare i trucchi e le strategie per utilizzare in maniera avanzata gli strumenti nominati (Asian Odds, BTF Odds, Odds Portal e Odds Math) ho ideato il Corso Asian Secrets: un corso di formazione avanzata sul betting.

Per ora ti consiglio di iniziare a “smanettarci” sin da subito: sono gratuti.

Quando poi vorrai iniziare ad utilizzarli come un professionista ti aspetto tra gli studenti del mio corso.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

Un commento su “L’Inganno della Quota in Calo”

Lascia un commento