Coprire scommessa Parziale Finale: la differenza tra i match da coprire.

Oggi continuiamo ad affrontare il discorso delle coperture (qui trovi un articolo che le riassume tutte) vedendo come fare per coprire scommessa Parziale Finale.

Ovviamente, come per quasi tutte le giocate multi-esito, diventa complesso se non impossibile pensare ad una copertura totale dell’evento.

Saremo dunque costretti a rifugiarci in una copertura parziale (intesa come impossibilità di avere la certezza al 100% di vincere).

Oppure, in alternativa, dobbiamo correre un rischio sul Parziale Primo Tempo non attuando nessuna tutela, per poi coprire il Finale.

In quest’ultimo caso si, avremo modo di fare una copertura totale sul solo Risultato Finale.

La verità però è che non esiste una strategia che possa andar bene sempre per questo tipo di eventi: dipende dalla specifica partita.

Se è un match in cui una squadra è molto più favorita dell’altra, potremmo fare determinate considerazioni.

Se è un match in cui si prevede grande equilibrio dovremmo invece farne delle altre.

In ogni caso, come suggerito nell’articolo generale sulle coperture, è sempre meglio lasciarsi un solo esito da dover coprire.

Proviamo a capire i possibili scenari a cui andremo incontro prendendo ad esempio questo match di Euro 2020.

coprire scommessa parziale finale

Coprire scommessa Parziale Finale: come fare?

Considerando che il Portogallo era abbastanza favorito contro l’Ungheria e che la quota non era altissima, è più che probabile pensare di alzare la quota stessa scegliendo il Parziale Finale 2/2.

(In realtà i dati del SuperFoglio suggerivano la X primo tempo, ma ora questo ci interessa meno.)

Come avremmo potuto coprirlo?

Saremmo stati costretti a una copertura parziale.

Tutelarci su tutte le combinazioni possibili dei Parziali Finali (1/x ; 1/2; ecc) avrebbe significato fare 9 schedine: una follia.

La copertura parziale invece, dando per vincente al 90° il Portogallo, sarebbe potuta essere una 1X Primo Tempo.

Tutto sommato, anche abbastanza agevole come ragionamento.

Ma se invece dell’Ungheria ci fosse stata la Germania?

Il match sarebbe stato molto più equilibrato e difficile da analizzare, non solo a fine Primo Tempo ma anche al 90°.

Per questo dico che dipende da match a match e, sopratutto, che è meglio dover coprire un solo esito.

Anche cercare rifugio in altre tipologie di giocate (under o,5 primo tempo, over 0,5 secondo tempo, ecc) potrebbero rappresentare solo coperture parziali, con il rischio di perdere sia la scommessa principale che quella di copertura.

Riassumendo: se una squadra ci appare molto più favorita per la vittoria finale, possiamo effetuare la copertura sul primo tempo. Non ci garantisce una copertura totale degli eventi, ma ha comunque buone possibilità di verificarsi.

Se invece il match è molto equilibrato conviene correre il rischio di non coprire nulla, piuttosto che fare coperture parziali che potrebbero comunque risultare perdenti.

Per questo articolo penso di averti detto tutto.

Se ti interessano altre tipologie di coperture, qui trovi un articolo che le riassume.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: se ancora non l’hai fatto, scarica la guida gratuita BETTING FACILE.

PPS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

2 commenti su “Coprire scommessa Parziale Finale: la differenza tra i match da coprire.”

Lascia un commento