Come si studia il Betting? (Raccolta in aggiornamento)

*AGGIORNAMENTO: HO RACCOLTO IN QUESTO ARTICOLO TUTTI I VIDEO DELLA SERIE “COME SI STUDIA IL BETTING”.

Visto che il primo video che aveva dato origine a questa serie ha riscosso molto successo, ne ho girati altri.

Cerco sempre di fare analisi di partite ed esiti un po’ complicati, perché penso che far vedere quanto sia facile studiare eventi semplici non sia una cosa di grande utilità o valore.

Con gli esiti difficili è sicuramente più facile sbagliare ma mi permette di dimostrare in maniera reale come si possa studiare qualunque tipo di partita per poi, in base alla difficoltà, regolarsi con il budget.

I video sono raccolti qui di seguito così da non dover scrivere ogni volta un nuovo articolo.

Alcuni post di analisi non sono in video, vengono pubblicati su Telegram come semplici post come questo sul Boca (che ha vinto 0-4).

Per non perderteli entra nel canale Telegram gratuito cliccando qui.

L’articolo originale che ha dato vita al progetto era questo:

Sono SuperFelice!

Se hai visto su YouTube il primo video della serie “come si studia il betting” su Wolves-Liverpool ti sarai reso conto il match è finito esattamente come avevo previsto non io, o il SuperFoglio.

E’ finito come aveva previsto il bookmaker.

Il SuperFoglio ha solo evidenziato quei dati, in cui si nascondeva la verità del book.

Io ho solo girato il video per rispondere ad una delle domande che mi fanno più spesso: come devo studiare le partite?

Come si studia il Betting?

So che i “guru” su internet parlano di spaccare i book, distruggere i book, sbancare i book.

Sono cazzate, lascia che te lo dica.

Probabilmente usano quei termini perché lo scommettitore medio, mediamente credulone, ne è attratto.

Ma i book non li distruggono di certo, anzi.

I bookmakers sono sempre più ricchi proprio grazie ai soldi persi dai creduloni o da chi cerca trucchi.

Non esistono trucchi.

Il betting si studia, non si indovina.

L’unica strategia realmente vincente nel tempo è quella in cui non ci si mette CONTRO il bookmaker.

Ma al suo fianco.

Studiandone le mosse, spiandone i più insignificanti (per la maggior parte degli scommettitori) movimenti.

Se capisci quello che fa il book, capisci dove è meglio puntare.

Oppure capisci che quel match va evitato.

La fortuna che ho avuto è che i miei insegnanti di betting (gente di strada non guru su Instagram) mi hanno trasmesso questo concetto fino alla nausea.

Io poi sono stato costante nello studiarlo fino allo sfinimento, mettendo sotto la lente di ingrandimento ogni dato.

Ecco.

Il SuperFoglio è una gigantesca lente di ingrandimento sulle astuzie dei bookmakers.

Hai presente quelle frasi scritte in piccolo, alla fine dei contratti?

Grazie al nuovo SuperFoglio non esisteranno più frasi che si leggono poco.

Se il bookmaker scrive una frase su quella partita, noi la leggiamo con chiarezza.

Questo è.

Questo fa.

Con quello di ieri mi piacerebbe si inaugurasse una serie di video simili, in cui analizzare un match per spiegare – secondo me – come si studia il betting.

Se ti piace l’idea, lascia un like al video.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.

 


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Lascia un commento