BookOdds.com: alternativa a AsianOdds. (Ora ha acquistato il dominio)

BookOdds.com è ufficialmente l’alternativa a AsianOdds in modalità 188 Bet.

*AGGIORNAMENTO 11/03/2020: BOOKODDS.COM ha ufficialmente acquistato ASIANODDS.COM quindi non è più l’alternativa, è proprio l’originale *

Ad inizio Settembre 2019 il bookmaker asiatico 188Bet ha infatti smesso di condividere le proprie quote su AsianOdds (e simili).

Da quel momento una delle domande che ricevo più spesso è questa:

  • esiste un’alternativa ad AsianOdds?!

188Bet era infatti uno dei due bookmaker da cui AsianOdds prendeva le quote e veniva, giustamente, considerato un importante elemento di studio per effettuare un pronostico.

La “scomparsa” di 188Bet ha generato dubbi e paure tra gli appassionati di betting, ma forse in pochi si sono soffermati a capire cosa è davvero cambiato.

Secondo me, non molto.

Anche perché esiste un’alternativa professionale, si chiama BookOdds.com e te ne parlerò tra poco.

Intato posso dirti che ho la possibilità di farti avere una settimana gratis del piano “gold”. Ti basterà registrarti gratis sul sito di BookOdds e scrivergli in chat questa frase: “Alessandro Stats4Bets” e indicare la tua mail (scade il 31-12-2019).

Prima di parlare dell’alternativa ad AsianOdds voglio tornare un’ultima volta sulla modalità 188Bet, sul cosa genera la sua assenza da AsianOdds e perché era necessaria un’alternativa.

Nel caso in cui non conoscessi la spiegazione degli Handicap Asiatici però, ti consiglio prima di leggere questo articolo.

[Nella schermata qui sotto puoi vedere la vecchia home page di AsianOdds, con la freccia rossa in alto a sinistra che indica i due book presenti in quel momento: 188 e 1Bet]

Asian Odds Spiegazione Bookmaker Asiatico

AsianOdds senza 188Bet è diventato inutile?

La risposta per quanto mi riguarda è una e non ha mezzi termini: NO, non è inutile.

Il motivo, però, va compreso.

188Bet veniva considerato uno tra i più attendibili bookmakers asiatici perché, essendo tra i più famosi ed utilizzati, movimenta un grosso flusso di denaro e di scommesse.

Il ragionamnto è semplice: più soldi vengono scommessi più le strategie di copertura e cambio quote dei bookmakers asiatici diventano rilevanti per noi.

Su 1Bet (il bookmaker rimasto su AsianOdds) ci sono meno utenti, quindi meno denaro e, di conseguenza, viene considerato meno attendibile.

Questo è il fulcro, il cuore, di tutto il discorso.

Il denaro.

Non è che 188Bet funzionasse e 1Bet non funziona.

Semplicemente su 1Bet c’è meno denaro e, a volte, ha bisogno di coperture meno evidenti rispetto a quelle che c’erano su 188Bet.

Questo lo rende sicuramente meno imporante, ma non significa che sia inutile o che non funziona.

Soprattutto perché non è che sia cambiato il valore o il significato delle quote asiatiche.

BookOdds: l’alternativa a AsianOdds.

Chiarito che il fulcro per considerare le Quote Asiatiche attendibili è la quantità di soldi che viene immessa su uno specifico bookmaker, BookOdds.com si presenta davvero come un’ottima opportunità e una valida alternativa ad AsianOdds modalità 188Bet.

Sono infatti presenti tre bookmakers assolutamente giganteschi, una garanzia dal punto di vista del flusso di denaro:

  • Bet365
  • Pinnacle
  • SboBet

In Europa Bet365 non ha certo bisogno di presentazioni, è probabilmente il più grande.

Ma anche in Asia non scherza.

Pinnacle e SboBet invece da noi sono forse meno conosciuti ma posso assicurarti che in Asia sono dei veri TOP (probabilmente SboBet è il più grande in assoluto).

Aver accesso alle loro quote è dunque davvero ottimo per applicare le strategie asiatiche.

Se vogliamo cercare a tutti i costi un aspetto negativo di BookOdds rispetto ad AsianOdds.com possiamo dire che sia il prezzo.

Mentre AsianOddds era gratis, su BookOdds.com per vedere le quote dei book migliori bisogna sottoscrivere un abbonamento.

Fortunamente si può star tranquilli: i prezzi sono alla portata di tutti, meno di 20€/mese.

Se sei curioso di vedere questa ottima alternativa di AsianOdds dall’interno ho girato un breve video in cui mostro le funzionalità di BookOdds.com.

Puoi vederlo cliccando qui.

Spero che l’articolo ti sia utile!

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.

 


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

AsianOdds: il Bookmaker Asiatico

Prima di abbozzare una qualunque spiegazione riguardo il bookmaker asiatico AsianOdds è opportuno fare una precisazione: non basterà un articolo per apprenderne i segreti.

Non basterebbe neanche un libro in realtà, ma una prima spiegazione degli Asian Handicap la trovi qui.

Questo perché AsianOdds ha una varietà di configurazioni pressoché infinita e non è facile spiegarne il contenuto scrivendolo su un blog o in un libro.

Premesso questo, però, si può sicuramente cercare conoscere meglio questo incredibile strumento di studio, ed è ciò che spero di aiutarti a fare con questo articolo e con i video che sto per mostrarti.

AsianOdds: partiamo dall’inizio.

Chiariamo subito un’aspetto che a molti non è chiaro: su AsianOdds si studiano i gol.

Non chi vince o chi perde, ma i gol.

Imparando a studiare i gol, poi, sapremo come utilizzarli in chiave UNDER-OVER, GOL-NOGOL e , ovviamente, 1 X 2.

Gli elementi che caratterizzano Asian Odds sono tre:

Gli Asian Handicap.

Tramite gli ASIAN HANDICAP si analizza lo scarto di gol con cui una squadra batterà l’altra.

Da questo è possibile capire anche se c’è la possibilità dell’esito GOL.

Gli Asian Score.

Attraverso gli ASIAN SCORE si analizzano invece i classici UNDER – OVER previsti nei match.

Una volta svelato quanti gol sono previsti in una partita, incrociando il dato con quello degli Asian Handicap, si riesce ad analizzare il match fino al punto di individuare il risultato esatto.

Le configurazioni asiatiche.

Ciò che salta subito all’occhio, tramite queste tabelle, è l’infinita possibilità di combinazioni che si presenta al variare dello spread (l’handicap) nella prima tabella, e gli under-over molto più numerosi di quelli a cui siamo abituati, nella seconda.

Caratteristica delle scommesse asiatiche è infatti quella di permettere scommesse non solo su under-over classici come i nostri (1.5 / 2.5/ 3.5 ecc), ma anche su quelli “mezzani” tipo 2 – 2,25 – 2,75 ecc.

Come vedi, in alcuni casi, la scommessa è vinta per metà, in altri è persa per metà, in altri ancora viene addirittura rimborsata totalmente o per metà.

Tutte cose che qui da noi non esistono.

La cosa super interessante è che, imparando a decifrare nel modo corretto le odds asiatiche, si riesce ad individuare esiti che altrimenti ci sarebbe stato impossibile immaginare.

Un’altra caratteristica di AsianOdds è quella di “aggiornare” le quotazioni di odds e spread ogni 3 minuti.

Quindi, un match, va seguito fino a poco prima che inizi per capire fino in fondo qual è il pensiero del bookmaker asiatico.

Come ti ho anticipato in apertura di articolo, credo sia impossibile parlare a pieno di questo strumento tramite un blog.

Per questo motivo ho realizzato un video introduttivo ad AsianOdds in cui spero ti si possano chiarire alcuni aspetti.

Puoi guardarlo cliccando qui.

Da quando l’ho pubblicato sono stato letteralmente assalito di domande sul metodo asiatico.

Non ti nascondo che anche io, quando l’ho scoperto e mentre lo studiavo, ne sono rimasto davvero impressionato ed entusiasta.

Segui le mie dirette su YouTube dedicate ad AsianOdds: clicca qui.

Ringrazierò sempre Ivan “il Cinese” per avermi scelto, ed avermelo insegnato.

Analizzare il betting con questo metodo è qualcosa di fenomenale; una volta uno degli studenti del mio corso mi ha detto “non ti annoi a vedere le partite che tanto sai già il risultato?“.

Sicuramente è un’esagerazione, dettata però dagli stupefacenti risultati che si ottengono studiando i match in asiatico.

Proprio per questo motivo ho passato buona parte delle mie vacanze estive a girare nuovamente tutti i video del NUOVO CORSO DI ASIAN SECRETS.

Devo essere onesto: la prima versione andava bene.

Spiegava tutto, in maniera chiara.

Però volevo qualcosa di più.

Volevo un corso che non lasciasse neanche mezza zona d’ombra, che chiarisse ogni singolo aspetto del metodo asiatico con esempi diretti, lampanti e senza possibilità di non capire a pieno quel che si stava affrontando.

La prima versione erano 15 video-lezioni, in questa ce ne sono 29!

Non c’è un aspetto del betting che venga lasciato al caso: tutto è analizzato in punta di rasoio.

D’altronde un corso di questo tipo, un corso avanzato di betting, serve per entrare nel mondo dei professionisti.

Per renderlo efficace quindi occorre che riesca a trapiantarti le mie stesse conoscenze.

Posso dire con orgoglio che credo di esserci riuscito: guardo tutti i video del corso e penso “si, questo è quello che serviva per fare uno step superiore“.

E’ per questo che sono entusiasta di condividere con te anche un altro video:

LA PRIMA LEZIONE DEL MIO CORSO “ASIAN SECRETS | I SEGRETI DEI BOOKMAKERS ASIATICI”.

Spero di vederti presto tra i miei studenti.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

AGGIORNAMENTO 1 DICEMBRE 2019

Come anticipato AsianOdds il 1 Dicembre 2019 ha chiuso.

Fortunatamente per noi le Quote Asiatiche e il Metodo Asiatico restano, bisogna solo cambiare sito.

La migliore alternativa già esiste, è BookOdds e ne ho parlato in questo nuovo articolo.

 

AGGIORNAMENTO 11 MARZO 2020

BookOdds.com ha acquistato AsianOdds.com: l’alternativa è diventato, ufficialmente, l’originale.

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Nuovo algoritmo MindBet: la mentalità da betting.

Il 02-02-2020 è ormai alle spalle e il nuovo software per lo studio del betting è stato finalmente presentato.

In questo articolo voglio dunque condividere con te i miei ultimi 14 mesi di lavoro, durante i quali mi sono dedicato allo studio e alla creazione del nuovo algoritmo MindBet che caratterizza il SuperFoglio.

MindBet rappresenta ciò che io definisco la “mentalità da betting“.

Con questo termine identifico la capacità dei tipster più esperti di relazionarsi con gli esiti, senza lasciarsi condizionare dalla quota (se più alta o se troppo bassa) o dalla probabilità di vittoria (se molto favorita o poco probabile).

Il MindBet è la capacità analitica di guardare le releazioni che si creano tra tutti gli elementi (statistiche, quote, allibramenti, ecc) e, in base a queste, selezionare l’esito più adatto per ogni specifico match.

Le recensioni di chi ha usato la versione primitiva del SuperFoglio sono state entusiaste (puoi leggerle cliccando qui).

Con MindBet ho cercato di approfondire ancora di più lo studio, inserendo degli elementi innovativi che, da quel che so, non sono mai stati sperimentati prima da altri esperti del settore.

Il nuovo algoritmo ragiona come il cervello di un Bookmaker, generando una statistica avanzata che mette in relazione:

  • Metodo Statistico
  • Quota Reale Allibrata (QRA)
  • Confronto QRA – Quota Bookmaker
  • Allibramento
  • Come è spalmato l’Allibramento
  • Quota Vergine
  • Drop di Quota
  • Sottofrequenze Statistiche
  • Quota Bookmaker senza l’Allibramento

In particolar modo su queste ultime due voci mi piacerebbe mettere l’accento, perché sono delle vere novità e perché, immagino, siano meno conosciute rispetto agli altri elementi di cui parlo ormai da anni sia qui sul blog che nei video su YouTube.

Quota Bookmaker Senza Allibramento.

Non ricordo esattamente quante notti ho impiegato prima di trovare il calcolo esatto.

Ma alla fine ci sono riuscito: ho trovato il modo per calcolare la quota vergine del bookmaker SENZA allibramento.

Questo è un elemento che non appare sullo schermo, perché non è tanto importante vedere il dato in se quanto piuttosto trasformarlo in percentuale per inserirlo nel range statistico che poi il SuperFoglio ci suggerisce.

(Un altro motivo è che non voglio permettere, a chi copia i miei metodi per poi rivenderli, di studiare le formule per trovarla.)

Sottofrequenze Statistiche (articolo completo qui).

Le sottofrequenze sono il secondo elemento di novità e, per farla breve, funzionano così:

le sottofrequenze contano tutte le volte in cui, a parità di condizioni di range statistico, quota, ecc si è verificato un determinato esito.

Capiterà così, in modo decisamente sorprendente, di scoprire dei bug statistici.

Cosa significa?

Significa, ad esempio, che le partite con la squadra in casa decisamente più forte, se proposta ad una determinata quota, finiscono con l’esito 2 più volte di quel che avremmo mai potuto immaginare.

In quel caso l’algoritmo ci suggerisce dunque un “Rischia 1-2” anziche 1 o 1x, proprio perché l’esito 2 è l’elemento a sorpresa che si è presentato più volte nelle sottofrequenze precedenti.

Questo è solo un esempio, ma il ragionamento avviene per tutti gli esiti.

In alcuni casi le sottofrequenze confermano il trand generale, in altri invece suggeriscono un esito a sorpresa alternativo.

Come MindBet Suggerisce gli Esiti.

Un ulteriore elemento di novità che ho voluto inserire nel nuovo SuperFoglio è il modo in cui l’algoritmo “suggerisce” gli esiti.

Un “esito 1” può infatti essere interpretato in modi diversi, anche quando la percentuale statistica è la stessa.

Mi spiego meglio.

Un esito 1 con il 52% di probabilità potrebbe essere un Ottimo 1, se la relazione tra le quote è in calo, o se l’allibramento è molto spalmato sull’1 stesso, ecc.

Mentre lo stesso 1, sempre al 52%, potrebbe essere un Possibile 1 o Copri 1X se la quota è non statistica, oppure in rialzo, se c’è poco allibramento o se la sottofrequenza lo sconsiglia.

Anche in questo caso MindBet cerca di ragionare come farebbe il cervello umano.

Nello specifico cerca di ragionare come farei io: se l’esito è un Possibile 1, non sarà un match su cui mettere troppo budget.

Magari sarebbe da cautelarei con una 1X oppure, anche assecondando l’esito 1, lo usarei riducendo il mio budget di riferimento.

Questa è la mentalità da Betting per me: la capacità di relazionare tra loro gli elementi, e scegliere l’esito più adatto a cui attribuire il giusto budget.

Questo, ovviamente, non significa giocarsi casa su un Ottimo 1: la gestione del budget deve comunque essere fatta in maniera professionale.

Io, ad esempio, utilizzo il Metodo Investimento: se non lo conosci, clicca qui.

Questi sono gli esiti generati da MindBet:

  • Ottimo 1
  • Probabile 1
  • Possibile 1
  • 1 Incerto
  • Buono 1X
  • Copri 1X
  • Rischia 1X
  • Rischia 12
  • Rischia X2
  • Copri X2
  • Buono X2
  • 2 Incerto
  • Possibile 2
  • Probabile 2
  • Ottimo 2

Credo sia abbastanza comprensibile il modo in cui “spingono” l’esito e come relazionarsi con il budget.

Questo, abbinato allo studio dei range statistici e dell’analisi delle quote, consente un’analisi a 360° di ogni singolo match.

Ho scelto questa foto per mostrare come funzionano le sottofrequenze.

Nonostante un range statistico di solo il 42% lui interpretava il match come un Ottimo 1.

Io, ad esempio, mi ero cautelato con 1X.

Il match è finito 2-0.

Bene, penso di averti spiegato davvero tutto quel che potevo sul nuovo algoritmo MindBet.

Il lancio del nuovo SuperFoglio non sarà un momento di “arrivo”, ma di “partenza”.

Continuerò infatti a svilupparlo anche nei prossimi mesi, inserendoci altre idee che ho già iniziato a testare.

Il SuperFoglio sarà il mio unico software, per sempre: lo trovi qui.

Sarà quindi sempre super aggiornato con tutto ciò che continuerò ad apprendere sul betting.

Alessandro Stats4Bets

PS: il mio consiglio è quello di studiare tutti gli oltre 190 dati statistici presenti, e non limitarsi ai soli consigli generati da MindBet. Il SuperFoglio è uno strumento di studio, non basta cliccare 2 tasti per vincere.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Asian Handicap spiegazione e esempi.

In questi giorni ho ricevuto molte richieste per avere una spiegazione degli Asian Handicap e degli Asian Score.

La recente chiusura di AsianOdds e il conseguente passaggio alla sua alternativa più professionale ha infatti aumentato l’interesse e, quindi, le richieste di spiegazioni di Asian Handicap e Asian Score, due degli elementi da cui prendono vita le Letture Asiatiche.

Ho deciso dunque di scrivere questo articolo per facilitarti la comprensione delle nozioni basic.

In realtà la spiegazione è abbastanza semplice: ci sono delle tabelle da consultare che spiegano perfettamente il valore asiatico attribuito a Asian Handicap e Asian Score.

Vediamole prima, poi cerchiamo di argomentarle un po’.

Spigazione Asian Handicap.

In questa prima immagine (foto 1) c’è la spiegazione degli Handicap, il loro valore e l’equivalente significato per vincere o meno la giocata.

Scopri il Corso di Betting sui Bookmakers Asiatici: Asian Secrets

In questa seconda immagine (foto 2) ci sono le sezioni del sito (in questo caso BookOdd.com) in cui andremo a studiare sia gli Handicap che gli Score, che vedremo tra poco.

Iniziamo con il dire che in Asia non si scommette sulla semplice vittoria 1 – X – 2, si scommette piuttosto sulla differenza delle reti che ci sarà tra una squadra e l’altra.

Quindi vedremo (foto 1) casi in cui una squadra vince, ma se non lo fa con almeno due gol di scarto la scommessa è persa.

La spiegazione dell’Handicap -1, -1,5 ad esempio: se vince con un solo gol di scarto la scommessa è mezza persa.

Come puoi vedere infatti, in Asia, ci sono anche le giocate mezze vinte, mezze perse o nulle.

Magari giochi 10€ e ne perdi solo 5€.

Dipende dalla spiegazione degli handicap che trovi nella schermata.

Questi Asian Handicap vengono decisi, ovviamente, dai bookmakers e sono riportati da siti come BookOdds o altri con il nome “SPREAD” (foto 2, riquadro rosso).

Gli spread sono OPEN e CURRENT: spread di apertura e spread “correnti”, cioè relativi al momento in cui li si sta guardando.

Quelli di apertura restano fissi, quelli current possono cambiare finché il match non ha inizio.

Qui si entra nel cuore delle Letture Asiatiche.

Il terzo elemeno che vedi sullo schermo sono le ODDS: le quote.

E’ la probabilità che l’evento si verifichi.

Ovviamente anche le Odds sono OPEN e CURRENT: quota di apertura e quota corrente.

Saper abbinare la lettura del “nucleo” formato da SPREAD OPEN, SPRED CURRENT, ODDS OPEN e ODDS CURRENT compone la Lettura Asiatica e il famigerato METODO ASIATICO.

C’è infine un’ultima colonna, sempre evenziata nel riquadro rosso: il CHANGE.

Quantifica il valore della variazione della Odds o dello Spread rispetto ai valori di apertura.

Spiegazione Asian Score.

Dopo aver visto la spiegazione degli Asian Handicap è ora il momento di vedere (foto 3) quella degli Asian Score.

Scopri il Corso di Betting sui Bookmakers Asiatici: Asian Secrets

Gli Asian Score (foto 2) sono evidenziati con il riquadro viola.

TOTAL significa TOTAL LINE: cioè il totale dei gol che stiamo valutando per quella partita. (Per Inter-Roma si sta, ad esempio, valutando se ci saranno più o meno di 2,75 gol).

Anche in questo caso notiamo dei valori “intermedi” che nel betting in Europa non abbiamo: 2,75 gol appunto, oppure scommesse mezze vinte, o mezze perse.

Esattamente come per gli Asian Handicap, la spiegazione degli Asian Score passa attraverso un valore (Under oppure Over) abbinato alla sua relativa ODDS in Open e in Current.

La terza colonna, il Change, riassume di quanto sono le eventuali variazioni avvenute.

Le variazioni infatti non avvengono per forza, potrebbero anche esserci casi (rari) in cui spread, total o odds non subiscono variazioni rispetto all’apertura.

Esattamente come per gli Asian Handicap è la capacità di leggere il modo in cui si relazionano tra loro TOTAL OPEN, TOTAL CURRENT, ODDS OPER e ODDS CURRENT che genera la Lettura Asiatica del match.

Spiegazione Moneyline.

L’ultimo riquadro grigio (foto 2) indica la Moneyline: per alcuni potrebbe essere una novità come concetto.

Su AsianOdds ad esempio non c’era.

In realtà è molto semplice: la Moneyline è la scommessa “all’americana”.

Cioè: mentre con le quote asiatiche vediamo tanti valori intermedi, scommesse mezze vinte/mezze perse, al contrario con gli “americani” valutiamo il vincitore assoluto del match.

Anche dopo eventuali tempi supplementari.

Potremmo dire che è come la nostra 1-X-2, che vale però anche oltre il 90° nel caso in cui il match sia di coppa.

Il termine deriva dai soldi che si possono vincere, in base alla “linea” (se quella dell’1, della X o del 2) che risulterà vincente.

Il “mio” Metodo Asiatico: Asian Secrets.

Personalmente amo davvero molto le AsianOdds, però gli riconosco un limite: da soli non sempre sono risolutivi per vincere una giocata.

Lo ritengo infatti uno strumento di conferma fenomenale, che necessità però di essere preceduto da uno studio più ampio.

Per questo motivo ho creato il “mio” Metodo Asiatico: Asian Secrets.

Il mio metodo usa le Quote Asiatiche in combinanzione con:

  • Andamento Statistico
  • Confronto tra Quota Reale Allibrata e quota del bookmaker
  • Allibramento e relativo “spalmamento” sui segni
  • Drop delle quote

Quando tutti gli elementi coinvolti puntano verso un determinato esito, è davvero probabile che sia quello corretto.

Ho racchiuso il Metodo Asian Secrets in un video-corso di oltre 30 lezioni, puoi trovarne informazioni sul sito di Stats4Bets.

Bene, con questo credo di averti dato tutte le spiegazioni su Asian Handicap e Asian Score che è possibile dare tramite un blog.

Il cuore pulsante del Metodo Asiatico, ossia la valutazione delle variazioni, ha la necessità di un supporto video per essere spiegato e compreso in modo dettagliato.

Spero comunque che possano esserti utili questi primi insegnamenti su Asian Handicap e Asian Score.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.

 


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Money management scommesse: il Metodo Investimento.

Qualche giorno fa mi sono ritrovato a pranzo con un vecchio amico che per lavoro si occupa di finanza: è un broker finanziario di un’importante banca e il discorso, inevitabilmente, è finito sul money management delle scommesse.

Cercando di migliorare e ottimizzare il modo in cui gestisco il mio budget gli ho chiesto quindi di spiegarmi il modo in cui, utilizzando le sue capacità, lo avrebbe gestito se fosse stato al posto mio.

Con mia grande sorpresa mi ha confessato che è anche lui un assiduo scommettitore e che utilizza un metodo ben preciso per le sue giocate.

Lo abbiamo definito Metodo Investimento ed è un ottimo metodo di money management.

Quel che mi ha spiegato mi è sembrato tanto semplice quanto intelligente che ho pensato di dedicargli subito un articolo sul blog.

Money Management Scommesse “Metodo Investimento”: gestire il budget come un broker finanziario.

Mi ha spiegato che è un metodo di gestione abbastanza comune tra gli scommettitori più lungimiranti e, in effetti, ho trovato dei punti di somiglianza con il mio modo di puntare quando faccio le scalate asiatiche su Asian Odds.

Ad ogni modo, veniamo al sodo.

Il punto cardine per scommettere come un broker è la salvaguardia del proprio budget.

Cosa significa? Significa che si gioca senza forzature.

E’ il primo punto, magari banale, ma di importanza fondamentale.

Se si trovano le partite che rispettano i requisiti necessari, si gioca; altrimenti si evita.

Senza se e senza ma: è la stessa cosa facciamo in Asian Secrets.

Veniamo agli altri punti:

  • quando decidiamo di scommettere, suddividiamo la nostra giocata in “blocchi“;
  • ogni blocco prevede tre giocate differenti (possibilmente senza usare le stesse partite);
  • per ogni blocco non si utilizza mai più del 10% del proprio budget.

Vediamo ora la parte centrale del Metodo Investimento.

Money Management Scommesse: ripartire il budget sulle tre giocate di ogni blocco.

Prima giocata.

Abbiamo visto che il punto cardine per scommettere come un broker è la salvaguardia del budget, la nostra prima giocata dovrà quindi essere una singola che ci faccia recuperare il 10% dell’intero blocco.

La singola deve avere una quota compresa tra 1,6 e 2,00

Seconda giocata.

La seconda giocata che andremo a fare sarà quella con cui dovremo cercare di garantirci un utile.

Giocheremo una multipla con al massimo quattro o cinque squadre e una quota complessiva compresa tra 2,50 e 4,00 / 4,50.

Si utilizzeranno quindi, mediamente, quattro o cinque esiti pagati tra 1,30 e 1,50.

Su questa giocata useremo la maggior parte del budget che restava dopo la singola.

Terza giocata.

La terza ed ultima giocata del nostro blocco è la “matta”.

E’ una giocata libera, da effettuare su uno o piu’ esiti molto difficili e molto pagati.

Può essere una singola in cui si scommette contro la super favorita (esito 1 in Spal-Juventus) oppure una multipla con molti eventi che fa alzare tantissimo la quota totale.

Per questa terza giocata usermo l’ultima parte di budget, la più piccola del nostro blocco.

Esempio di giocata a blocchi.

Bene, dopo aver visto la teoria, facciamo un po’ di pratica con un esempio concreto.

Per comodità nei calcoli immaginiamo di avere un budget di 1000€.

Il nostro 10% per l’intero blocco sarà dunque di 100€.

Prima giocata:

  • la singola che abbiamo scelto è pagata 1,82.

    Scommetteremo quindi 55€ con la possibilità di vincere 101€ e recuperare l’intero 10%.

Seconda giocata:

  • la multipla è composta da 4 esiti pagati rispettivamente 1,45 – 1,30 – 1,55 e 1,35.

    Giocando 40€ avremo la possibilità di vincere 158€ visto che la quota totale è di 3,95.

Terza giocata:

  • abbiamo giocato 55€ sulla prima, 40€ sulla seconda: ci restano 5€ da giocare sulla matta.

    A questo punto siamo liberi di fare la giocata pazza che più ci diverte.

Money Management Scommesse

Cosa aspettarsi gestendo il money management scommesse come un broker?

Se vinciamo la prima giocanda, che essendo in singola dovrebbe essere quella che ci fornisce le maggiori garanzie, siamo già in pari (o in leggerissimo attivo).

Vincendo la seconda creiamo il nostro utile.

Se ogni tanto ci dice bene e prendiamo anche la “matta”.. abbiamo fatto tombola 🙂

Ovviamente quello appena visto è solo un metodo di gestione del budget, semplice ma molto intelligente.

Benissimo, a questo punto direi che abbiamo visto tutto quel che c’era da vedere per il Metodo Investimento.

Per studiare al meglio le partite e scegliere quelle adatte a mettere in atto quanto appena letto useremo gli strumenti abituali:

Adesso è proprio tutto!

Se vuoi approfondire ulteriormente l’argomento, però, ho girato anche un video che ne parla: puoi vederlo cliccando qui.

Spero che l’articolo possa esserti utile per la gestione del tuo budget, se hai considerazioni che ti va di condividere con me, lasciale nei commenti.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


PPS: so che magari ti stai chiedendo “e se un giorno trovo solo la singola, senza trovare la multipla?” (o viceversa).

Molto semplice: porterai avanti il tuo blocco nei giorni successivi.

Oggi giochi la multipla se c’è solo quella, domani giocherai la singola. E così via.

Ricordati che non sempre devi giocare: non si gioca per forza.

Quindi un blocco può durare anche una settimana, se non ci sono i requisiti per chiuderlo prima.

Aggiornamento: testimonianze di chi sta testando il metodo dopo solo tre giorni dalla pubblicazione dell’articolo.

Queste sono alcune delle splendide testimonianze che sto ricevendo dagli utenti del mio gruppo privato FightBet dopo solo tre giorni dalla pubblicazione dell’articolo.

 


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Come coprire una Multipla Vincente.

Con l’articolo di oggi continua il nostro piccolo viaggio tra le tecniche di gestione del budget per le scommesse: negli ultimi giorni abbiamo prima visto come gestire il budget come un broker e poi, in un articolo successivo, come calcolare il proprio bankroll.

Oggi, invece, voglio parlarti di copertura sulle vincite.

Come coprire una multipla vincente.

Ti sarà sicuramente capitato, sopratutto se ti piace giocare in multipla, di trovarti nella condizione in cui, dopo aver preso tutta la schedina, ti manca una sola partita per gridare finalmente CASSSSAAAA!

Quando succede, se vogliamo essere dei giocatori intelligenti, sarebbe opportuno effettuare una copertura: giocare cioè la scommessa opposta a quella che ci manca, per avere la certezza di ottenere una vincita e quindi un utile.

(Esempio: se la partita mancante è un esito 1, dovremo giocare X2.)

E’ bene dire che effettuare una copertura, se da un lato significa garantirsi una vincita sicura, dall’altro significa rinunciare ad una percentuale di vincita visto che andremo a scommettere altri soldi.

Per questo motivo è molto importante effettuare una copertura corretta.

Prima di svelarti il calcolo per la copertura perfetta, riepiloghiamo le strategie applicabili in situazioni del genere:

  • si può rischiare e decidere di non coprire. E’ la cosa che ti sconsiglio in assoluto: ritengo sia sempre preferibile vincere meno che rischiare di perdere tutto;
  • si può coprire parzialmente, regolandosi in base alla difficoltà della quota che ci manca: se è una scommessa facile copriremo con poco budget, perché siamo quasi sicuri che andrà bene. Non è rischioso come non coprire affatto, ma anche questa è una soluzione che amo poco, perché non garantisce di ottenere il massimo;
  • in ultima battuta, ed è ciò di cui parleremo tra poco, c’è un semplice calcolo che ci permetterà di avere un utile netto della stessa cifra, indipendentemente dal fatto che il match mancante finisca 1 o X2.

Il calcolo per la copertura perfetta.

Vediamo dunque quali sono le semplici operazioni con cui coprirci.

Prenderemo in esame:

  • la cifra che abbiamo scommesso
  • la possibile vincita
  • la quota “opposta” a quella che abbiamo giocato

Per scoprire qual è la quota corretta per la copertura faremo questo calcolo:

cifra della possibile vincita (diviso) quota opposta a quella giocata“.

In ultimo, per scoprire l’utile netto della nostra giocata faremo questo calcolo:

cifra della possibile vincita (meno) cifra usata per coprire (meno) importo inizialmente giocato“.

Esempio Completo: immaginiamo di aver giocato 32€ con una possibile vincita di 365€. La quota opposta a quella che abbiamo giocato è di 3,12.

La cifra esatta con cui coprire sarà 117€, ossia 365 / 3,12.

Il guadagno netto, indipendentemente da come finirà il match, sarà di 216€, ossia 365 – 117 – 32.

Perfetto, adesso sai come ottenere un guadagno netto dalle tue coperture, che ti consentirà di non doverti preoccupare di come finirà la gara e di avere la stessa vincita sia nel caso in cui si verifichi un esito 1, sia in caso ci scappi la X2.

Anche il calcolo della copertura di una multipla è tra i tool inseriti all’interno del mio SuperFoglio Stats4Bets ma, prima di salutarti, voglio lasciarti un’ultima “chicca” per aumentare ulteriormente il rendimento delle tue coperture.

Potrà sembrarti un consiglio banale ma posso assicurarti che in pochi ci pensano: nell’ultimo match della tua multipla lascia come segno “scoperto” quello con la quota più alta.

Mi spiego meglio:

  • segno 1 a 2,50
  • segno X a 3,70
  • segno 2 a 2,70

Nella tua multipla gioca la doppia chance 12 e lasciati come segno da coprire l’esito X, che è quello con la quota più alta.

In questo modo, quando farai la copertura, otterrai una bella cifra dalla X senza dover investire troppo del tuo budget.

Bene, anche per questo articolo penso di averti detto proprio tutto quel che potevo sull’argomento.

Se hai voglia di condividere le tue strategie di copertura, scrivile nei commenti.

Un abbraccio

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

 

Come calcolare il Bankroll.

Visto l’enorme interesse suscitato dall’ultimo articolo che ho pubblicato, in cui si spiega come gestire il budget come un broker finanziario, ho deciso di scriverne un altro, sempre dedicato ad un metodo (facile) di gestione del proprio budget delle scommesse.

Bankroll: cos’è, come si calcola e come può aiutarci nella gestione del nostro budget.

Se sei un amante delle scommesse ne avrai sicuramente già sentito parlare: sto facendo riferimento al bankroll.

E’ un termine ripreso dal poker e indica l’intero capitale che un giocatore ha a disposizione per il gioco.

Il metodo più famoso di gestione del proprio budget è probabilmente il Masaniello, mentre io ne uso uno più semplice che ho implementato nel mio nuovo software per la gestione della cassa PlataBets.

Vediamo quindi come funziona il calcolo del bankroll mettendo in relazione tre elementi:

  • budget;
  • max stake;
  • probabilità di vincita.

Il budget è, ovviamente, il totale dei nostri soldi.

Il max stake rappresenta l’importo massimo disponibile e giocabile per una singola scommessa (è buona norma fissare il proprio max stake non oltre il 12-15% del bankroll).

La probabilità di vincita si calcola in base alle quote offerte dai bookmakers, tramite il calcolo: “probabilità di vincita = 100 / quota”.

Esempio: supponendo che la vittoria di una squadra sia quotata 1,70, la probabilità di vincita si calcolerà facendo la divisione “100 / 1,70 = 58,8%”

Da quest’ultima otterremo l’importo consigliato da puntare per quella specifica giocata, moltiplicando “max stake * probabilità di vincita”.

Esempio completo: supponendo un bankroll di 1000€, il max stake al 15% sarebbe di 150€ e se la quota fosse 1.70 la probabilità di vincita sarebbe del 59%.

L’importo della giocata consigliato verrebbe dunque fuori dall’operazione “150€ * 0,59 = 88€”

Come puoi vedere è un calcolo abbastanza semplice ma molto utile per la corretta gestione del tuo budget: ti aiuterà a non spingere troppo sull’acceleratore quando giochi.

Ovviamente la % di max stake può essere variata in base alle tue preferenze, ma i professionisti raramente la spingono oltre il 15%.

A me, in tutta franchezza, piace giocare in modo cautelato quindi tengo la mia impostata al 9-10% e la porto fino al 15% solo quando trovo il match adatto per una scalata asiatica con il Metodo Asian Secrets.

Bene, arrivati a questo punto penso che ti ho detto tutto ciò che c’era da sapere riguardo il bankroll.

Spero possa esserti utile e, nel caso ne avessi bisogno, l’ho inserito tra i tool implementati anche nel mio SuperFoglio Stats4Bets.

In bocca al lupo per le tue giocate!

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

 

Raccolta Giocate Live su Asian Odds (in aggiornamento).

Ricevo sempre tantissime email e messaggi di persone interessate a scoprire meglio il bookmaker Asiatico di Asian Odds.

E’, in effetti, uno strumento davvero molto interessante per studiare le partite anche se, purtroppo, è spesso vittima di un utilizzo non corretto, per non dire del tutto fuorviante.

Mi è capitato infatti di leggere preseunte “bibbie” o manuali su Asian Odds che, in tutta onestà, non avevano ne capo ne coda.

Asian Odds: parliamone in modo serio.

Le chiacchiere che ho sentito finora su Asian Odds sono assolutamente “pericolose” per chi ci si approccia per la priva volta, perché guardarlo basandosi su informazioni errate equivale a buttar soldi.

Per questo motivo ho provato ad introdurre l’argomento in questo articolo dedicato al bookmaker asiatico di Asian Odds, oltre a dedicargli diversi video su YouTube:

Dato l’enorme interesse suscitato, però, sto cercando di fare (quando il tempo e gli impegni me lo consentono) anche delle live su YouTube, in cui dimostro come pronosticare una partita in diretta proprio grazie al Metodo Asiatico.

Iscriviti al mio canale YouTube per non perderti la prossima diretta.

Non ti nego che sono venuti fuori dei video un po’ bizzarri: non avevo mai fatto delle live prima d’ora.

Ma penso che siano stati anche video molto utili perché, per ora, tutti i pronostici sono entrati.

Per facilitarti la visione delle live passate ho dunque pensato di scrivere questo articolo, che aggiornerò di volta in volta, per raccogliere sia tutte quelle già fatte che per inserire quelle future.

Ecco l’elenco delle dirette effettuate finora:

A volte, quando riesco, do queste giocate live anche nel mio gruppo privato di studio delle schedine: il FightBet.

Questo è uno degli ultimi match che abbiamo preso, la partita del Leverkusen contro il Magonza finito 1-5 (2 Febbraio 2019):

Ancora più recente è questa: il tracollo del Real Madrid in Champions League contro l’Ajax (1-4 il 5 Marzo 2019).

Vuoi imparare ad usare Asian Odds come un professionista?

Se vuoi scoprire da vicino i veri segreti asiatici usati dai professionisti del betting, studiando in modo professionale tutto quel che riguarda “Asian Odds” e il Metodo Asiatico, ho sviluppato un video-corso di 30 lezioni.

I video sono accessibili sia da tablet che pc e smartphone (come su Netflix, però dedicato al betting).

Ecco dove trovare tutte le informazioni sul video-corso Metodo Asian Secrets.

Un abbraccio e in bocca al lupo per le tue schedine.

Alessandro Stats4Bets

PS: ti è piaciuto questo articolo e vuoi sostenere il mio progetto di divulgazione sul betting? In maniera davvero inaspettata alcuni lettori del blog hanno iniziato a farmi delle piccole donazioni libere tramite Paypal. Offrimi anche tu un caffè cliccando qui.


Stats4Bets in nessun modo vuole promuovere il gioco d’azzardo. Se sei minorenne, ti ricordo che scommettere per te è illegale. Se pensi di giocare a scopo di lucro, non sei nel posto adatto: io do suggerimenti per studiare le partite per divertimento e/o con piccoli budget. Giocare può causare dipendenza, se senti di essere troppo coinvolto o a rischio, ti consiglio di rivolgerti ad un centro specializzato.

 

Ciao! Qui è Ale che scrive :)

Ci sono 2 annunci shock sul SuperFoglio e sul gruppo privato Telegram che faranno venire giù lo stadio come un gol in rovesciata :)